12 film diretti da registi femminili da non perdere questa stagione estiva

Questa settimana, IndieWire presenterà la nostra anteprima estiva annuale, tra cui offerte che spaziano tra generi, offerte di nicchia per fan dedicati, uno sguardo più da vicino ai favoriti del festival finalmente diretti a un teatro vicino a te e molta attenzione speciale per tutti i nuovi film che hai ho bisogno di superare una stagione estiva piena zeppa di film.



Ricontrolla per tutta la settimana per una nuova occhiata al meglio che la stagione ha da offrire e cancella il tuo programma, perché lo riempiremo subito.

Dai documentari sulle eroine della vita reale alle opere per la prima volta che coinvolgono il tipo di liceali che chiunque spererebbe di avere, indipendentemente dalla loro età, la selezione di film di questa estate che è diretta dalle donne è tanto ricca e varia come sempre. Sostenuto dalle offerte di Olivia Wilde, Lynn Shelton, Jennifer Kent, Gurinder Chadha e altre ancora, c'è più che abbastanza da sfogliare, sia a teatro che in streaming su una TV vicino a te.



Oggi - una selezione di una dozzina di lungometraggi diretti (o co-diretti) da cineaste per entusiasmarsi nel vedere, tra cui opere di star nascenti, favoriti indie e altro ancora.



'Knock Down the House', 1 maggio

'Knock Down the House'

Netflix

Nessuno avrebbe creduto alla fine di Rachel Lears ’; 'Abbatti la casa'. se non fosse stato spruzzato dappertutto nelle notizie mesi fa, ma ciò non significa che non atterrerà con un pugno allo stomaco e più di qualche lacrima. Originariamente immaginato - e, come dimostrato da una campagna di successo di Kickstarter, lanciato letteralmente - come un documentario sul volto mutevole degli strati politici americani, il film ispiratore è inevitabilmente cambiato significativamente lungo il percorso. Il risultato è uno sguardo immediato e accattivante all'interno di un sistema, quindi molti neofiti sono desiderosi di trasformarsi in una visione nuova, sostenuta dalla potenza stellare di una centrale elettrica politica coniata di recente. Lear ’; il film si concentra su quattro candidati per la prima volta sparsi per il paese, tutte donne, tutte provenienti da contesti della classe operaia, che perseguono tutti incarichi politici per motivi diversi, sebbene il film lasci inevitabilmente il posto del pieno potere della campagna di Alessandria Ocasio-Cortez e carisma. (Sì, il film termina con la sua prima vittoria a New York; no, non sbatte le palpebre all'inevitabilità che il suo pubblico è ben consapevole di ciò che verrà.) Un film proprio su Ocasio-Cortez sarebbe stato sicuramente avvincente abbastanza, ma sarebbe mancata l'idea centrale che guida Ocasio-Cortez e i suoi compatrioti: affinché uno di loro si liberi, un centinaio dovrà fallire. Netflix distribuirà il film in cinema selezionati e sulla sua piattaforma di streaming. -il

'Wine Country', 8 maggio nelle sale, 10 maggio su Netflix

Il tesoro nazionale Amy Poehler mette le mani dietro la cinepresa per il suo debutto alla regia, supportato da alcuni dei suoi talenti preferiti, tra cui gli sceneggiatori Paula Pell e Liz Cackowski (entrambi apparsi nel film) e un cast stellato di altri “SNL 'Straordinari come Maya Rudolph, Tina Fey, Rachel Dratch e Ana Gasteyer. Una parte di 'Girls Trip', una parte di 'Bridesmaids', il film di Poehler organizza un fine settimana di ragazze di benessere nella Napa Valley che sfugge al controllo, e non è solo l'alcol che spinge le donne oltre il limite. Sostenuta dall'aggiunta di Jason Schwartzman come la loro stravagante guida turistica e un branco di ragazze talentuose, la commedia di Netflix è pronta per essere un altro grande successo per lo streamer online. Netflix distribuirà il film in cinema selezionati e sulla sua piattaforma di streaming. -il

'Il sole è anche una stella', 17 maggio

Il regista indie Ry Russo-Young era noto soprattutto per film come 'Nessuno cammina'. e “; non mi mancherai ”; prima di affrontare un concerto apparentemente insolito con l'adattamento YA 'Before I Fall'. La caratteristica lunatica, 'Groundhog Day', finiva per essere una scelta stellare per il regista, che ha preso le sue braciole drammatiche e le ha usate per creare un racconto di maturità onesto ed emotivo in alcune confezioni di alto concetto. Quella che è tornata per un altro adattamento YA è davvero un'ottima notizia per il genere, e questa volta affronterà un romanzo di Nicola Yoon (lo stesso scrittore dietro l'incantatore 'Tutto, tutto'), una combinazione intelligente se ce n'è mai stato uno. Con Yara Shahidi e Charles Melton, la storia d'amore segue una coppia di adolescenti che trovano l'amore in uno strano momento della loro vita - ma chiunque conosca il lavoro di Yoon sa che è solo la punta dell'iceberg, e uno russo-Young è ben attrezzato per navigare. to-

trailer infrangibile di Kimmy Schmidt

'The Souvenir', 17 maggio

'Il ricordo'

A24

Non c'è molto di una storia in Joanna Hogg, vincitrice del Gran Premio della giuria al Sundance, e totalmente sincera e sinceramente onesta 'The Souvenir'. Il regista britannico, in qualche modo un talento rivoluzionario negli ultimi 30 anni, è sempre stato meno interessato alla trama che alla condizione. Tuttavia, questo studio ellittico e semi-autobiografico del risveglio creativo atterra con il peso di un'epopea. Ambientato nei primi anni '80, girato con la ruvida durezza di 'Phantom Thread', 'rdquo; e prende il nome da un dipinto rococò del XVIII secolo di Jean-Honoré Fragonard, il lavoro più toccante di Hogg fino ad oggi per tracciare le storie d'amore condannate tra un giovane regista (il notevole Honor Swinton Byrne) e il travagliato uomo più anziano (Tom Burke) che la scintilla potenziale. Più che un semplice autoritratto, 'Il ricordo'. diventa una dissezione diorama di quel tempo volatile nella tua vita in cui ogni molecola sembra vibrare irrequieta sul posto, e anche un breve incontro con un'altra persona ha il potere di riorganizzare la tua chimica di base; quando sei così disperato di diventare te stesso che crederai felicemente in chiunque altro ti capita di trovare lungo la strada. E la cosa migliore potrebbe essere il fatto che un sequel (che abbina Byrne a Robert Pattinson) è destinato a girare quest'estate. -DE

'Booksmart', 24 maggio

“Booksmart”

Annapurna / Youtube

L'attrice diventata regista Olivia Wilde da anni affina la sua arte, migliorando il cinema lavorando con alcuni degli autori più emozionanti del cinema (ha recitato in Morano e Mdarland, e la coppia sembrava avere adorando lavorare fianco a fianco) e dirigere cortometraggi e video musicali (include un banger 2016 per i Red Hot Chili Peppers). È giunto il momento che ha fatto il suo debutto alla regia, e Booksmart 'rdquo; sembra un inferno per il regista in erba. Con una sceneggiatura che include contributi di star comiche emergenti come Katie Silberman e Susannah Fogel, le star indie del film preferiscono Beanie Feldstein e Kaitlyn Dever come una coppia di bestie che realizzano durante i giorni calanti del liceo che non si sono divertiti tanto come avrebbero dovuto. Quindi hanno deciso di sistemarlo, nel minor tempo possibile. Sembra divertente e vivace, ma con così tanto talento dietro la telecamera, stiamo scommettendo che avrà anche un sacco di cuore. to-

'Late Night', 7 giugno

'Notte fonda'

Come Kumail Nanjiani ed Emily V. Gordon, nominata all'Oscar nel 2017, The Big Sick, The Big Sick, & tarda notte ”; si occupa di come le culture si scontrano, questa volta nell'universo surriscaldato del talk show di New York. Diretto dal veterano televisivo Nisha Ganatra, il film è incentrato sulla star dello sceneggiatore-produttore Mindy Kaling, mentre la diversità si affida a una stanza di scrittori tutta maschile per una potente conduttrice di talk-show donna che sta finalmente affrontando una slide di valutazione. Ha suonato con tale brio dalla vincitrice dell'Oscar Emma Thompson ('Howard' End ”;) che una nomination all'Oscar come attrice non protagonista dovrebbe essere nella borsa, supponendo che la commedia-dramma (Tomatometer: 86 percento) consegni al botteghino estivo. Kaling e Thompson portano il film mentre il suo tono deriva da un disagevole conflitto tra pesci e acque fino alla commedia schiaffeggiata alla gratificante storia di empowerment femminile. -A

'Quelli che seguono', 21 giugno

'Quelli che seguono'

Indiana Jones ’; il film meno preferito di tutti i tempi, Britt Poulton e Dan Madison Savage 'Loro che seguono' è ambientato in una chiesa di gestione dei serpenti nel cuore degli Appalachi, dove un predicatore squilibrato (Walton Goggins) ha letto un po 'troppo in un versetto della Bibbia che suggerisce che le persone dovrebbero tenere i serpenti nelle loro mani per testare l'amore di Dio. Sorpresa sorpresa, che non funziona così bene, poiché un serpente a sonagli affonda le sue zanne velenose in una comunità che è già stata avvelenata dal dubbio e dall'eresia. & Me, Earl and the Dying Girl ”; l'attore Thomas Mann interpreta un giovane non credente, mentre il cast stellato è completato da Olivia Colman e Jim Gaffigan nei panni dei genitori del ragazzo e Alice Engler come la ragazza più devota che ama. Un thriller strettamente attorcigliato che è aggrovigliato in questioni di amore e fede, 'Quelli che seguono' è stato un grande successo a Sundance, e potrebbe diventare uno dei successi più inattesi del dormiglione quando The Orchard lo distribuirà in sala a giugno. -DE

'L'addio', 12 luglio

'L'addio'

A24

Chiunque abbia una grande famiglia cinese che risale a diverse generazioni probabilmente apprezzerà molto quello che è stato descritto nei teneri dettagli in 'L'addio', ' il secondo commovente e discreto film del regista Lulu Wang. Per tutti gli altri, le prestazioni di Awkwafina sono un gateway formidabile. Il rapper-diventato-attrice ’; la migliore interpretazione si allontana bruscamente dai suoi ruoli di supporto per un ritratto sobrio e assolutamente credibile delle frustrazioni interculturali. Come cinese-americana alle prese con il tradizionalismo del suo passato e il suo impatto sul futuro, è un motore avvincente per lo sguardo introspettivo del film in una riunione di famiglia davvero insolita. Basato su un episodio del 2016 di This American Life ”; tratto dalle esperienze di Wang, 'L'addio' è incentrato su Billi, una scrittrice newyorkese disoccupata che apprende dai suoi genitori che la sua amata nonna - cioè la sua 'Nai Nai'; (Zhao Shuzhen) - ha un cancro terminale. Mentre questa premessa avrebbe potuto dare vita ad un bizzarro dramma, l'approccio contenuto di Wang invece produce una straordinaria immersione a fuoco lento nella vita del suo personaggio, mentre lotta con le emozioni contrastanti di lealtà e risentimento che la definiscono vita adulta. È una finestra straordinaria sull'identità americana asiatica a cui sicuramente il pubblico futuro si riferirà, e una gradita introduzione a un regista che è appena iniziato. -Una

'Sword of Trust', 12 luglio

Un decennio dopo aver consolidato il suo approccio pieno di improvvisazione con “; Humpday, ”; Lynn Shelton ha espresso un'altra accattivante disavventura su persone annoiate e malinconiche costrette a scommettere su una proposta sconsiderata. Come i migliori film di Shelton, Sword of Trust ”; opera come un piccolo ensemble a causa del resto del suo cast. Essenzialmente a quattro bracci, la storia ruota attorno alla coppia di Birmingham Cynthia (Jillian Bell) e Mary (Michaela Watkins), che ereditano una spada sudicia dall'esercito confederato lasciato alle spalle dal defunto nonno di Cynthia. La sua lettera lega l'oggetto a un'organizzazione ombra più di un secolo convinta che il Sud abbia vinto la guerra, e la coppia confusa decide di portare l'oggetto in un banco dei pegni. C'è dove trovano Mel (Maron), un manager dispeptico non convinto dal retroscena ma disposto a offrire un misero $ 400 - fino a quando un po 'di ricerche su Internet con il suo assistente drogato Nathaniel (un tipo di fannullone molto divertente interpretato da Jon Bass) scopre un tutta la rete di pazzi razzisti disposti a pagare prezzi scandalosi proprio per quell'oggetto. Dopo alcune discussioni meschine e trattative goffe, Mel accetta di dividere il bottino con i suoi clienti reticenti, dando vita a una squadra ingombrante mentre si preparano ad affrontare una serie bizzarra di caricature del Sud. -la

'L'usignolo', 2 agosto

'L'usignolo'

Film IFC

Acclamati registi affrontano spesso la sfida di grandi aspettative per i loro secondi film, ma Jennifer Kent si unisce ai ranghi di registi del secondo anno i cui nuovi film si espandono al loro debutto in modi sorprendentemente ambiziosi. Traccia il suo percorso in 'L'Usignolo', ”; un viaggio selvaggio che avrebbe potuto non valere la pena del viaggio se la sua guida non fosse così esperta nel navigare nell'oscurità. Ambientato nel 1825 in Tasmania, vede Aisling Franciosi come un detenuto irlandese che vive sotto il pollice di un ufficiale britannico (Sam Claflin) che desidera solo due cose nella vita: essere promosso capitano e rendere questa donna infelice per il proprio divertimento. Lo fa non solo costringendola a cantare per lui - Franciosi Clare è l'uccello canoro del titolo - ma costringendosi a lei quando gli chiede di mantenere finalmente una promessa di vecchia data per liberarla dai suoi legami. Non c'è nulla di catartico negli sforzi di Clare per scartare la giustizia, con una tragedia che si unisce semplicemente ad un'altra; più aumenta il conteggio dei corpi, più somma zero diventa tutto. Questo non è il tipo divertente di dramma di vendetta, e alla fine non sembra quasi un film di vendetta - Kent si preoccupa tanto della situazione degli indigeni australiani quanto di Clare. -MN

'The Kitchen', 9 agosto

'La cucina'

Warner Bros.

Il World Trade Center ”; e “; Straight Outta Compton ”; lo sceneggiatore si avvicina alla regia con un adattamento a stella del fumetto di Ollie Powers. Con Elisabeth Moss, Tiffany Haddish e Melissa McCarthy come una variegata squadra di aspiranti criminali che sono costretti a subentrare nei loro mariti ’; impero di mafia negli anni '70 a New York. Sembra un po 'come la gemma nascosta di quest'anno 'Vedove', ma il film di Berloff promette di offrire una storia simile con molte altre risate, e le prime notizie sostengono che Berloff abbia afferrato il concerto di regia dopo aver scritto la sceneggiatura perché ha offerto un nuovo vantaggio alla storia. to-

'Blinded By the Light', 14 agosto

'Accecato dalla luce'

Nick Wall

Una gloriosa e quasi finemente pura storia di maturità su una repressa adolescente pakistana britannica nel 1987 a Luton la cui mente esplode quando scopre un poeta americano freddo di nome Bruce Springsteen, Gurinder Chadha è accecato dalla luce. è un film fuori dal tempo come la musica ha il sapore del suo protagonista sedicenne. Trasuda la serietà di un musical di Bollywood, abbraccia i familiari tropi immigrati di un mondo meno diasporico, ed elettrizza i suoi personaggi sottili come la carta ma profondamente amabili con un ottimismo che è così raro nell'Inghilterra di Thatcher come lo è in Trump. America.

E Chadha non è minimamente dispiaciuta per questo, né per quanto in modo trasparente combina il caldo attrito interculturale del suo proprio 'Bend it Like Beckham'. con l'esuberanza di “; Sing Street ”; prima di trasformarli entrambi con il profondo potere del Boss stesso (Springsteen le diede il permesso di usare la sua musica non appena lesse la sceneggiatura). “; accecato dalla luce ”; è il tipo di colpevole folla innocente che farà piangere alcune persone un fiume di lacrime e altri alzano gli occhi dietro la testa; probabilmente farà sì che molte persone facciano entrambe le cose. Ma se hai anche il minimo connessione emotiva con la musica di Springsteen - se hai mai trovato la salvezza in una canzone rock, o hai desiderato disperatamente di poter cambiare i vestiti, i capelli, il viso - questo rullo di vapore di un film ti appiattirà se ti piace o no. -DE



Articoli Più

Categoria

Revisione

Caratteristiche

Notizia

Televisione

Kit Di Strumenti

Film

Festival

Recensioni

Premi

Botteghino

Interviste

Cliccabili

Elenchi

Videogiochi

Podcast

Contenuto Del Marchio

Premiazione Della Stagione Dei Premi

Camion Del Film

Influencers