I 17 migliori film indie del 2017 (finora)

Guarda la galleria
21 foto

Sì, lo sappiamo: è un po 'prematuro mettere insieme un elenco dei migliori film dell'anno in cui è rimasto così tanto. Dobbiamo ancora vedere molte nuove interessanti opere di importanti autori come Christopher Nolan ('Dunkerque'), Alexander Payne ('Ridimensionamento') e Guillermo del Toro ('La forma dell'acqua'), per non parlare dei colpi pesanti spettacoli prodotti in studio come 'Blade Runner 2049' e 'Star Wars: The Last Jedi'. Ma quegli ultimi due non si sarebbero nemmeno qualificati per questa lista dei migliori film indipendenti dell'anno, e avranno un sacco di tempo di accendere i riflettori.



Fortunatamente, abbiamo trovato molti film da tutto il mondo da festeggiare e, sebbene non siano state tutte sensazioni al botteghino, forniscono prove schiaccianti che la forma d'arte sta prosperando bene nella seconda decade del nuovo millennio e mostra nessun segno di rallentamento.

PER SAPERNE DI PIÙ: le 20 indie di maggiore incasso del 2017 (una lista corrente)



Vale la pena riconoscere che, escludendo le produzioni in studio, stiamo mettendo da parte molti film di qualità in un anno eccezionale per Hollywood. 'Logan', 'Wonder Woman', 'Baby Driver' e 'War of the Planet of the Apes' sono tutte prove promettenti che la creatività può ancora prosperare all'interno dei confini del sistema commerciale. Ma di nuovo, probabilmente hai già sentito parlare di quei film e sai dove trovarli.



Per ora, vorremmo celebrare il Giorno dell'Indipendenza con questi 17 titoli indipendenti che sono stati rilasciati in qualche modo negli ultimi sette mesi. Alcuni si sono comportati bene in tutto il paese e potrebbero continuare a rimanere in conversazione durante la stagione dei premi; altri sono stati tristemente sottovalutati. Inutile dire che ti consigliamo di vederli tutti.

17. 'Restare verticale'.

“Soggiorno verticale”

LEGGI TUTTO: Rivoluzione sessuale: la Francia 'Alain Guiraudie' Staying Vertical ’; e perché non venderà mai

Non è mai del tutto chiaro quando rimani in verticale, rdquo; Il seguito del regista francese Alain Guiraudie a 'Stranger By the Lake', 'ranger' passa all'allegoria. Potrebbe essere il momento in cui il regista Leo (Damien Bonnard) si ritrova senza casa, vagando per le strade della città mentre trasporta il suo bambino, e viene spogliato nudo da un branco di senzatetto. O potrebbe accadere prima, quando Leo vaga attraverso una palude, nascondendosi dal suo agente, che richiede una sceneggiatura in ritardo. O potrebbe essere lo scatto prolungato del sesso gay impostato sul rock classico, in cui Leo scopa letteralmente un ragazzo a morte. Ma la cosa più folle di Staying Vertical ”; è che queste scene aderiscono a una certa logica interna.

Il film non vola mai abbastanza lontano dalle rotaie tanto quanto si sposta da una parte all'altra sullo stesso percorso accattivante, con il risultato più notevole è che i pezzi enigmatici si incastrano insieme. Soprattutto, il film segue un percorso onirico mentre ritrae i travagli di un uomo alle prese per trovare stabilità nella vita; perso nella sua confusione, diventiamo partner in questa ricerca, mentre la sua storia ipnotica diventa universale. —Eric Kohn

16. “; Donald Cried ”;

'Paperino pianto'

Anche se puoi tornare a casa, non è sempre una buona idea. Kris Avedisian ha scritto, diretto e interpretato il personaggio del titolo nel suo primo lungometraggio, un giro malinconico nella commedia degli amici in cui gli amici sono estranei e la commedia è nera come la pece. Lo stesso Donald è il tipo di ragazzo che ti fa sentire male per non voler stare con te: un ragazzo abbastanza simpatico che non è mai cresciuto del tutto, ha bisogno di energia per uscire e probabilmente prenderebbe un proiettile per te. Sulla pagina e sullo schermo, Avedisian inchioda la caratterizzazione. Questo è il tipo di dramma premuroso e sobrio di cui il mondo indie ha bisogno di più, nonché un segno di grandi cose che provengono dall'avedisiano. —Michael Nordine

15. 'Non mi sento più a casa in questo mondo.'

'Non mi sento più a casa in questo mondo.'

PER SAPERNE DI PIÙ: 'Non mi sento più a casa in questo mondo'. Recensione: Melanie Lynskey è una frustrata vigile nel debutto alla regia Delightfully Dark di Macon Blair

Che cazzo c'è di sbagliato nelle persone? Quella domanda, che si sente più urgente di giorno in giorno, è al cuore tristemente cupo di Macon Blair 'Non mi sento più a casa in questo mondo.' una moralità isterica e iper-violenta per i nostri tempi incasinati. Con la brillante Melanie Lynskey nei panni di un'assistente infermiera stanca e una Elijah Wood meravigliosamente sconvolta nei panni della strana coda di topo che la ispira a combattere contro lo status quo, il primo lungometraggio di Blair è un inferno di un debutto alla regia.

Parti uguali ”; Rovina blu ”; e “; Raising Arizona, ”; il film prende la modalità visivamente concisa del vigilantismo che Blair ha perfezionato con il collaboratore di lunga data Jeremy Saulnier e abbassa la posta in gioco quanto basta in modo che le stesse note possano essere suonate per risate di pancia occasionali. Ogni buon film del 2017 è destinato a essere pensato come un riflesso dell'America di Trump, o una lente attraverso la quale vederlo, ma non mi sento a casa in questo mondo. è l'unico finora che inchioda la frustrazione di vivere realmente in esso. —David Ehrlich

data di uscita del film 2016

'La moglie dello Zookeeper'

Anne Marie Fox

14. 'La moglie dello Zookeeper'

PER SAPERNE DI PIÙ: The Zookeeper's Wife ’; Il regista Niki Caro ha un piano per combattere Gender Gap di Hollywood

Il dramma storico basato sui fatti di Niki Caro è un rubacuori di primissimo ordine, ancorato da una minimizzata interpretazione di Jessica Chastain e da una serie di strabilianti colpi di scena drammatici che strapperanno le lacrime anche al cuore più duro. Basato sull'omonimo romanzo di Diane Ackerman, Chastain recita nel film nel ruolo dell'eroina della seconda guerra mondiale Antonina Zabinski, che ha rischiato tutto per nascondere centinaia di cittadini ebrei nello zoo della sua famiglia durante la guerra. Il film di Caro non tira pugni quando si tratta di cose difficili, tra cui un raid aereo del primo atto che devasta gli animali dello zoo di Zabinskis e una svolta agghiacciante di Daniel Bruhl che spinge Antonina a fini terrificanti, ma il risultato è ricco e il film è un avvincente ingresso nel cinema dell'Olocausto. —Kate Erbland

13. 'Before I Fall'

'Prima che io cada'

Basato sul romanzo dello stesso autore Lauren Oliver, Before I Fall ”; potrebbe essere descritto come 'ldquo; ‘ Groundhog Day ’; per adolescenti, ”; un dramma di ripetizione che si concentra sul famoso liceo Samantha Kingston (la star di breakout Zoey Deutch, che aggiunge sia spike che fascino al ruolo), che si ritrova intrappolata in un terrificante ciclo temporale che la vede morire al mattino presto la mattina di febbraio 13, solo per svegliarsi di nuovo il 12 febbraio.

Costretta a rivivere più volte l'ultimo giorno della sua vita, Sam scorre ciclicamente tutte le fasi del dolore, prima di rendersi conto di ciò che deve fare per rompere l'incantesimo (avviso spoiler: non è facile). È un concetto grandioso, ma il regista Ry Russo-Young porta la sua sensibilità indipendente indiscussa nel dramma, e il risultato è un film fantasy basato sulla realtà. Deutch realizza un'altra prestazione stellare, aggiungendo strato su strato a Sam mentre i giorni passano. 'Before I Fall' può sembrare che sia solo per il set più giovane, ma ci sono delle vere verità qui - e delle vere capacità cinematografiche. to-

12. 'L'ornitologo'.

'L'ornitologo'

Festival del film di Locarno

Strabiliante nel miglior modo possibile, 'L'ornitologo'. potrebbe non funzionare per tutti, ma coloro che vogliono abbracciare i suoi ingredienti sconcertanti troveranno una soluzione gratificante: un'ulteriore conferma di un vero artista cinematografico. Il quinto lungometraggio narrativo di João Pedro Rodrigues in Portogallo continua la prospettiva di ricerca dell'anima e la narrativa inventiva di 'The Last Time I Saw Macao'. e 'morire come un uomo', ”; ma raggiunge un territorio ancora più ambizioso con risultati altrettanto confondenti e illuminanti.

Un favorito in alcune sette cinefili irriducibili, Rodrigues merita di trovare alcuni nuovi fan con questa straordinaria stranezza. Il film descrive il viaggio omerico di un moderno ornitologo di nome Fernando (Paul Hamy) che inspiegabilmente si trasforma in un venerato santo cattolico dopo essersi perso nei boschi. I dettagli del suo viaggio sono difficili da descrivere e persino più strani da sperimentare, ma questo è un film bellissimo e inquietante che farà parlare gli spettatori mentre cercano il significato nelle sue profondità enigmatiche. -Una

11. &Idd; I Am Michael ”;

'Io sono Michael'

Brainstorm Media

Esistono due modi di vedere 'I Am Michael', 'rdquo; il provocatorio primo lungometraggio del regista Justin Kelly: è o un tragico ritratto dell'ex attivista per i diritti dei gay Michael Glatze, che ha rinunciato alla sua omosessualità nel 2007 e alla fine l'ha denunciato come un peccato, oppure è uno sguardo emozionante a un uomo in conflitto che affronta il problema la sua crisi di fede. Quella prospettiva stuzzicante a tempo indeterminato è la chiave dell'effetto sottile del film. Ancorato da una prestazione straordinariamente convincente di James Franco nel ruolo principale, 'Io sono Michael'. riesce a esplorare la storia di Glatze senza condannarlo, anche se mette in primo piano la natura inquietante del suo percorso.

È un affascinante esempio di narrazione ambigua che in qualche modo prende le due parti contemporaneamente. (Questo potrebbe spiegare perché il film del 2015 abbia impiegato così tanto tempo per trovare la distribuzione.) 'Io sono Michael'. ci lascia con il suggerimento inquietante che, indipendentemente dai veri sentimenti di Glatze, è intrappolato dal coraggio delle sue convinzioni. -Una

Julian Assange in 'Rischio'

Praxis Films

10. 'Rischio'

PER SAPERNE DI PIÙ: ‘ Risk ’; Intraprende Julian Assange: The Dramatic Story Behind Laura Poitras ’; Follow-up Oscar

La cineasta peripatetica Laura Poitras non avrebbe mai immaginato che 'Rischio', 'rdquo; il suo seguito al impegnativo documentario Edward Snowden, vincitore dell'Oscar, 'Citizenfour', 'rdquo; presenterebbe un'altra serie di sfide scoraggianti. Questa volta per sei anni si è avvicinata al personale con il controverso fondatore di WikiLeaks Julian Assange, che assume travestimenti, brucia documenti e finisce per nascondersi presso l'ambasciata ecuadoriana a Londra, dove è intervistato, esilarante, da Lady Gaga. Se Poitras lo stava glamour, non dura a lungo.

Dopo il debutto di 25 minuti al New York Film Festival nel 2015, Poitras e i suoi redattori hanno strutturato il film attorno a una lunga intervista centrale in cui Assange rivela la sua filosofia mutevole, che ha recitato a Cannes in Directors Fortnight 2016. Non ci è voluto molto. perché quella versione tornasse nella sala di montaggio e Poitras continuasse a mettersi al passo con le notizie in costante evoluzione, incluso il ruolo di Assange nell'elezione di Donald Trump, scaricando documenti hackerati dal Comitato Nazionale Democratico, probabilmente agendo per volere della Russia. Ne è valsa la pena aspettare e dovrebbe essere un grande contendente documentario agli Oscar. 'Anna Thompson.'

9. 'The Beguiled' rdquo;

'The Beguiled'

Spietatamente spinto dal romanzo omonimo del 1966 di Thomas P. Cullinan (e non rifatto dall'adattamento di Don Siegel che per primo portò la sua storia sullo schermo), 'The Beguiled'. è un potboiler lurido, soffocante e incredibilmente divertente che non trova Sofia Coppola che lascia la sua zona di comfort tanto quanto ridipingerla con un nuovo strato di rottame soft-core. Ambientata in un seminario femminile della Virginia intorno al 1864, la storia inizia con il più giovane degli studenti che incontra un soldato dell'Unione ferito (Colin Farrell). Riportandolo a casa per la custodia e lasciandolo in balia della severa direttrice del seminario (Nicole Kidman), la ragazza trasforma la sua casa in una serra di desiderio represso.

Non solo questo è il film più divertente e convenzionalmente divertente che Coppola abbia mai realizzato (mentre interpreta anche i battiti del suo personaggio per risate delicatamente sadiche), ma 'The Beguiled'. presenta anche un turno di dinamite dalla frequente musa Kirsten Dunst, la cui interpretazione di una Belle del Sud profondamente conflittuale diventa il nucleo emotivo della storia. Quando Coppola svela il suo inquietante colpo finale e lo lascia indugiare per un minuto, il suo nuovo film selvaggiamente elettrizzante ha reso una cosa molto chiara: anche le donne più anziane e possedute hanno sempre avuto bisogni, ma gli uomini dovrebbero stare attenti a chi scopare con. -DE

8. &Coldal; Colossal ”;

'Colossale'

Cate Cameron

Anne Hathaway è una specie di mostro nel film kinda-kaiju di Nacho Vigalondo, che inizia come una commedia romantica prima di rivelare le sue sfumature più scure. Da Seul a un sobborgo americano senza nome, lo scrittore / regista fa seguito a 'Extraterrestrial'. offre una nuova interpretazione del dramma del mettere insieme la tua merda, in cui prendere decisioni sbagliate in una notte da ubriachi equivale a distruggere diversi isolati e uccidere qualche centinaio di persone (succede al meglio di noi). Ci vuole un alto numero di corpi per raggiungere l'altro lato, ma Hathaway, il mostro e noi stiamo tutti meglio quando lo facciamo. -MN

7. “; A Quiet Passion ”;

“Una passione quieta”

Da un lato, è difficile credere che nessuno avesse mai fatto un film su Emily Dickinson prima. D'altra parte, provi a fare un emozionante biopic su una vergine solitaria che ha trascorso la maggior parte della sua vita rinchiusa nella sua famiglia Amherst (dove ha sofferto di attacchi angoscianti della malattia di Bright e si è rifiutata di salutare chiunque venisse a chiamare per lei). Per la grande Terence Davies, tuttavia, le cose che hanno reso Emily Dickinson così scoraggiante per gli altri registi sono le cose che l'hanno resa assolutamente irresistibile.

Laddove altre persone potrebbero aver visto una storia senza alcun conflitto, le voci lontane, Still Lives ”; il cineasta ha riconosciuto l'esperienza di Dickinson per tutto il suo piacere e tutto il suo dolore, per tutta la sua piccola dimensione fuori misura, per tutta la sua solitudine e sensibilità. Si riconosceva in lei, e così facendo riconosceva anche che la sua vita sarebbe diventata la cosa del grande cinema, perché la sua vita aveva sempre avuto. Di conseguenza, 'A Quiet Passion' rdquo; potrebbe essere solo il film più autobiografico che Davies abbia mai realizzato. Eppure, nonostante la sua natura confessionale, la performance di Cynthia Nixon, stimolante, umana, profondamente incustodita, fa sembrare il film come se stesse prendendo vita davanti ai tuoi occhi, raccontando la storia di Dickinson come se non potesse mai appartenere a nessun altro ma sua. -DE

6. 'Personal Shopper' rdquo;

'Personal shopper'

Non dovresti davvero sapere nulla di Personal Shopper ”; oltre al fatto che Kristen Stewart invia messaggi di testo a quello che potrebbe essere o non essere un fantasma. Se lo fai, stai certo che Olivier Assayas ’; la seconda collaborazione con K-Stew si diletta sia nell'haute couture che nella caccia ai fantasmi, a volte appoggiandosi alla propria stupidità piuttosto che scapparsene spaventata. “; Personal Shopper ”; pone anche una domanda che dobbiamo affrontare tutti alla fine, spazio extra prima del punto interrogativo e tutto: ”; vivo o morto? ”; -MN

5. 'Gatto'

'Gatto'

La documentarista per la prima volta Ceyda Torun conosce il talento cinematografico quando lo vede, motivo per cui il suo film d'esordio, 'Kedi', è incentrato sui gatti, un gruppo di star emergenti che saltano praticamente dal grande schermo e in grembo al pubblico. L'offerta distribuita dall'oscilloscopio della cineasta si concentra sull'esclusiva popolazione felina della sua città natale di Istanbul, una città antica ma duratura che vanta decine di simpatici gatti di strada.

La caratteristica di Torun riguarda sia i gatti carismatici - un branco di gattini che si intrufolano in un condominio, un normale ristorante che immagina carni costose, un tizio subdolo che ama apparire casualmente negli appartamenti - e i vecchi umani normali che li adorano. 'Kedi' porta la vita sincera al legame unico che i gatti hanno con varie persone che fanno del loro meglio per renderli felici, dando vita a un orologio piacevole che è tanto soddisfacente per gli amanti degli animali quanto lo è un fan felino occasionale. to-

Questo articolo continua nella pagina successiva.



justvps.com

Articoli Più

Categoria

Revisione

Caratteristiche

Notizia

Televisione

Kit Di Strumenti

Film

Festival

Recensioni

Premi

Botteghino

Interviste

Cliccabili

Elenchi

Videogiochi

Podcast

Contenuto Del Marchio

Premiazione Della Stagione Dei Premi

Camion Del Film

Influencers