I 20 migliori documentari del 2015

Nel mettere insieme la nostra copertura Best of the Year, l'elenco dei documentari è stato probabilmente il più sconcertato tra lo staff di The Playlist, che dimostra quanto sia forte il panorama dei doc in questo momento, ed è stato negli ultimi anni. Le email sono state sia veloci che furiose e le guerre di Google Doc sono state accese (abbiamo perso molti bravi soldati là fuori) mentre i membri del team discutevano appassionatamente per i loro favoriti o contro quelli che credevamo fossero sopravvalutati. Documentari noti quest'anno hanno prodotto imbarazzo della ricchezza, con film di Joshua Oppenheimer, Michael Moore, Alex Gibney, Asif Kapadia e molto altro ancora pubblicato nel 2015. Anche se quest'anno non c'è stato solo un ovvio breakout, ciò significa che l'amore è stato diffuso e ci ha dato la possibilità di immergerci davvero in profondità. All'ultimo minuto, siamo riusciti a perfezionare l'elenco di 20 dei migliori documentari dell'anno.



È interessante vedere come la copertura di fine anno sia correlata alle strategie di distribuzione e diffusione dei documentari. Molte di queste selezioni sulla nostra lista sono uscite all'inizio dell'anno, debuttando in festival come Sundance e Cannes. La filosofia in quanto tale sembra essere che i documenti necessitino di un po 'più di passaparola per indurre le persone a guardare, e quindi un tempo più lungo per percolare sul mercato o su Netflix e VOD. Pertanto, c'è un bel po 'di sovrapposizione con la nostra lista dei migliori documentari dell'anno fino ad ora, anche se abbiamo impiegato del tempo per recuperare il ritardo con molte pubblicazioni di punta della seconda metà del 2015.

Questo elenco mostra film con storie e soggetti diversi, dalle guerre di droga alle cadute di fama; da storie piccole e intime a quelle che guardano a sistemi di potere straordinariamente grandi. Ognuno di questi film ci ha fatto vedere qualcosa del mondo in modo diverso, rendendoci pazzi, tristi, gioiosi e contemplativi. Molti di questi film parlano di artisti e media, i modi in cui artisti e pensatori hanno plasmato il mondo. Pensiamo che molti di questi film abbiano il potenziale per farlo.



custodi della scena post credito della galassia

20. 'The Hunting Ground' rdquo;



Nessun film ci ha fatto arrabbiare quest'anno come 'The Hunting Ground.' Che intendiamo interamente come un complimento: questo sguardo rigoroso all'epidemia di stupro nel campus ha lo scopo di renderti furioso come compiacenza, sessismo istituzionale e mancanza di dovere di cura nell'istruzione superiore e ha successo. Una specie di compagna di sorta Kirby DickIl film precedente “;La guerra invisibile, ”; che si concentrava sul settore militare, 'The Hunting Ground'. è di ampia portata ma strettamente focalizzato sul tema, esame di un numero di giovani donne aggredite da colleghi studenti e completamente deluse dalle istituzioni volte a proteggerle, con Harvard, l'Università della Carolina del Nord e lo Stato della Florida (dove ora -NFL stella Jameis Winston è stato nominato in un caso presentato nel film) tutti mostrati essere marcatamente istituzionali quando si tratta di questo argomento (uno studente dice che le è stato detto dalle autorità del college che l'ammissione scritta di colpa che ha ottenuto dall'uomo che l'ha violentata era “; prova che mi ha amato. 'Le sue intenzioni sono senza dubbio più vicine al giornalismo di advocacy che a qualsiasi altra cosa, ma è comunque un caso assolutamente convincente per quanto la risposta delle istruzione superiori distorta, rotta e generalmente fottuta a questo inaccettabile stato di cose sia.

19. “; Heart Of A Dog ”;
Artista, musicista e compositore di parole miste Laurie Anderson ha sempre dimostrato una curiosa riflessione sull'arte e sugli argomenti che desiderava affrontare. Se molti artisti rilasciano dichiarazioni, Anderson lo fa in modo contemplativo: domande sollevate e domande lasciate a ponderare piuttosto che a una risposta definitiva. Che rende “; Heart Of A Dog, ”; la sua adorabile e accogliente meditazione sulla vita e sulla morte è stata una delle più grandi hit delle sue preoccupazioni e dei suoi metodi collettivi. Anderson stabilisce connessioni gentili con la condizione umana e lo stato attuale dell'umanità esplorando la vita e la morte del suo fedele cane, l'effetto penombra dell'11 settembre, il temperamento del sospetto politico e la sfiducia nelle sue ricadute, la sua infanzia ricordata per metà e Di Più. Un po 'astratto e sicuramente impressionista, con una magnifica partitura di gossamer per dipingere i colori musicali del sogno che pervadono il tono dei documentari, 'Heart Of A Dog'. funziona come catarsi attraverso lo storytelling. Anderson condivide il suo dolore: il film è anche dedicato al suo defunto marito Lou Reed, anche se a malapena è menzionato a parte una canzone dei titoli di coda, ma il film non è mai cupo. Nel condividere la sua storia, la sua educazione, le nostre calamità condivise e le morti che hanno avvolto la sua vita, Anderson illumina gli angoli della vita con una radiosità sublime. [La nostra recensione]

lucy liu luke cage

18. 'Preghiera del profeta' Preda '.

notizie più viste

Amy BergNegli ultimi tempi è stato un inferno: il suo doc di abuso sessuale di Hollywood “;Un segreto aperto”; è stato rilasciato l'anno scorso, il suo debutto nella fiction, il sottovalutato “;Ogni cosa segreta, ”; quest'anno e il suo ben accolto dottor Janis Joplin “;Little Girl Blue”; ha colpito il circuito del festival quest'anno. Il momento clou, e forse il suo miglior film dalla svolta “;Liberaci dal male, ”; è la bruciante predicazione del profeta, la preda che esamina il ripugnante Warren Jeffs e la folle setta mormone che guidava. Basato specificamente su Sam Browerlibro con lo stesso nome e interconnessione con Jon Krakauer’; s potente “;Sotto lo stendardo del cielo”; (entrambi gli autori compaiono nel film), è uno sguardo avvincente a Jeffs, che ha diretto la Chiesa fondamentalista di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni, prendendo dozzine di mogli e maltrattando sessualmente molti, compresi i bambini, accumulando un'enorme ricchezza anche quando è finito nella lista dei più ricercati dell'FBI. Le riprese in archivio e le registrazioni di Jeff mostrano una figura così inquietante che lo respingi in un film come un criminale troppo evidente, tuttavia Berg è efficace nel mostrare lo strano carisma che lo ha reso così potente e così ignorato dal mondo esterno per così a lungo, e la paura che poteva indurre nel suo gregge. Come una sorta di chiusura di una trilogia sull'abuso sessuale istituzionale, questo si abbina facilmente, se non supera, ai suoi predecessori. [La nostra recensione]

17. “; Seymour: An Introduction ”;
Se mai avessi un momento in cui hai pensato Ethan Hawke potrebbe essere un colpo grosso di Hollywood, quell'idea verrebbe immediatamente disabitata vedendo il suo terzo sforzo registico e il suo debutto nel documentario, 'Seymour: An Introduction,' rdquo; che riguarda l'ex pianista e compositore diventato insegnante Seymour Bernstein (anche se come autore, drammaturgo, regista e attore, dovresti sapere che Hawke è ormai un vero affare). In questo film riverente e realizzato con amore, Hawke chiama Bernstein, che ha smesso di esibirsi per insegnare, un mentore ed è facile capire perché. L'artista ottantenne perspicace e sensibile è una ricchezza di conoscenza e ispirazione, e l'intima tenerezza e comprensione che il documento di Hawke trasmette esprime la bellezza e l'onore di trasmettere la conoscenza. ‘ Un'introduzione ’; racconta le storie toccanti della vita di Bernstein, oltre alle sue filosofie su arte, artigianato e tecnica, e le sue convinzioni sincere sono una guida per vivere la vita e integrare la ricerca artistica nell'esistenza quotidiana.

16. 'The Seven Five'.

Oltre quaranta anni dopo “;Serpico, ”; sembra che non ci sia molto altro da dire sul film poliziotto corrotto. Ma con 'I sette cinque', ”; Tiller Russell ha trovato una nuova prospettiva di vita nel genere, trovando una storia di vita vera che è straordinaria e piena di carattere come qualsiasi cosa Sidney Lumet o Martin Scorsese mi sono alzato. Ambientato nel 75 ° distretto di East Brooklyn, per lo più nella New York pre-Guiliani alla fine degli anni '80 e all'inizio degli anni '90, la figura centrale è Michael Dowd, poi un giovane poliziotto a malapena ventenne che iniziò con buone intenzioni ma ben presto si ritrovò a compromettere i suoi valori sempre di più, finendo per lavorare come guardia del corpo per gli spacciatori e presumibilmente complottando per rapire una donna per i cartelli della droga. Russell racconta la storia con disinvoltura attraverso un mix di grafica, filmati d'archivio e, soprattutto, interviste con quasi tutte le figure chiave, dai poliziotti che hanno informato i loro colleghi al signore della droga domenicano Adam Diaz, per cui Dowd ha finito per lavorare. Ogni intervistatore che parla in modo duro e inaspettatamente divertente si sente come se fosse uscito da un HBO dramma, e Russell è attento a dare a tutti il ​​loro POV senza appoggiarli. Il film si muove anche come un thriller, anche quando il cineasta lascia cadere un colpo di grazia narrativo a fine partita, saltando indietro nel tempo per rivelare un segreto che ha tenuto indietro.



Articoli Più

Categoria

Revisione

Caratteristiche

Notizia

Televisione

Kit Di Strumenti

Film

Festival

Recensioni

Premi

Botteghino

Interviste

Cliccabili

Elenchi

Videogiochi

Podcast

Contenuto Del Marchio

Premiazione Della Stagione Dei Premi

Camion Del Film

Influencers