20 film di fantascienza Oddball degli anni '70

Da qualche parte tra il 1968 “;2001: Odissea nello spazio”; e il 1977 “;Guerre stellari, ”; qualcosa è successo nella cultura. I narratori di storie, forse ispirati alla fuga dalla controcultura hippy, alla guerra ancora trascinante in Vietnam e alla disillusione post Watergate, iniziarono a guardare al futuro in un modo un po 'più oscuro e più idiosincratico di quanto non fosse mai stato prima , spostando l'attenzione su temi ricorrenti di disastro ambientale, utopie impazzite e fine di tutte le cose.

Il risultato è uno dei periodi più caratteristici e autonomi dei film di fantascienza nella storia del cinema, uno in cui i film si sono dimostrati più strani, più distintivi e più sgargianti di quasi ogni altro momento. Uno di questi esempi, Michael Crichton'Curioso ibrido western / sci-fi'Westworld, 'Colpisce Blu-ray per la prima volta questa settimana e celebra quest'anno il suo 40 ° anniversario. E così abbiamo pensato che fosse una buona occasione per perdere 20 dei nostri film di fantascienza degli anni '70 preferiti, o in alcuni casi meno preferiti. Dai un'occhiata al nostro elenco qui sotto e facci sapere i tuoi preferiti nella sezione commenti qui sotto.

“The Andromeda Strain” (1971)
Assolutamente il modello del film fantascientifico contenuto - ci sono pochissime attenzioni per gli occhi in mostra, incluso il cast senza star che interpreta i rari scienziati del film che sembrano scienziati - 'La varietà Andromeda”Segna il primo adattamento cinematografico di un romanzo di medico-romanziere e cineasta Michael Crichton, l'autore che in seguito ci avrebbe portato i mondi di 'Jurassic Park, ''congo, ''Sfera' e 'Sequenza temporale'Tra gli altri (e che compariranno più volte altrove in questo elenco). E mentre c'è una minaccia aliena al lavoro nel film, è letteralmente minuscola, anche se non meno pericolosa per le sue dimensioni. Il film, diretto in modo efficiente dal veterano camaleontico Robert Wise ( 'La caccia, ''Il suono della musica“) Prende il via quando un satellite del governo che trasporta un microscopico organismo alieno si schianta in una città del New Mexico, uccidendo in modo orribile tutti i suoi abitanti tranne due, un vecchio e un bambino. I sopravvissuti vengono portati in una struttura sotterranea segreta dove un team di scienziati si è preparato per questo tipo di eventualità tentando di scoprire cosa è successo e come fermarlo. Mentre il film di Wise non include molto in termini di spettacolo (al di là di un impressionante design di produzione di Vita Boris, che ha ottenuto una nomination all'Oscar per i suoi problemi), non è meno avvincente, anche se è secco in alcuni punti. E il background di Crichton in medicina mostra che, a parte le origini aliene dell'organismo, l'intera cosa è terribilmente plausibile, almeno fino a quando non si trasforma in un film disastroso nelle sue fasi finali.



documentario per la scuola serale

“The Black Hole” (1979)
Mentre ora quasi completamente dimenticato, nonostante alcuni discorsi inattivi Joseph Kosinski ( 'Tron: Legacy') Adattare un grande remake del budget,'Il buco nero'È una vera stranezza fantascientifica, per una serie di ragioni. Innanzitutto - è stato diretto da Gary Nelson, un regista il cui contributo più notevole alla forma d'arte sembra essere il Jodie Foster versione di 'Venerdì Freaky. ”In secondo luogo, è stato il film più costoso mai prodotto da Disney fino a quel momento e il suo primo a portare un rating PG. È stato anche, forse soprattutto, qualcosa di una svolta tecnologica, in particolare quando si è trattato della sequenza generata dal computer che ha dato il via al film (all'epoca era il più lungo della storia). I cineasti hanno anche sviluppato una tecnologia che consentirebbe di 'fare una panoramica' su un dipinto opaco fisso, dopo che gli è stato negato l'uso di attrezzature simili da Luce industriale e magia. Il film, che parla di una squadra di astronavi sul bordo precario della massa a gravità titolare, è anche abbastanza strano - segue un simile motivo 'stazione spaziale abbandonata' che 'alieno'Condividerebbe quello stesso anno - e ha un cast stellare che include uno spry Maximilian Schell, Anthony Perkins (che viene ucciso dai robot nella migliore scena del film), Robert Forster, Yvette Mimieux e Ernest Borgnine. Il design di produzione (di Peter Ellenshaw e John B. Mansbridge), inoltre, lascia davvero a bocca aperta, così come la colonna sonora, del compositore di Bond John Barry (quel tema principale uccide). È anche abbastanza esistenziale (leggi: lento), con nozioni metafisicamente intricate di paradiso e inferno sparse tra i robot telepatici. Mentre è diventato il 21 ° film di maggior incasso del 1979, per il film più costoso della Disney fino ad oggi, non è stata una grande vittoria. All'epoca anche i critici erano molto confusi, ma è un fatto strano per l'azienda, vale la pena provarlo da solo.

“A Boy And His Dog” (1975)
L.Q. Jones, un personaggio famoso attore di dozzine di western, sellato come regista con un giovane Don Johnson, Harlan Ellison, Ray Manzarek (sì, il tastierista sfacciato / nerd di Le porte), il cane di “;The Brady Bunch”; e membri del Firesign Theatre per questa strana storia post-apocalittica di telepatia, stupro e popcorn. Johnson e il suo cucciolo irsuto vagano nel deserto, in cerca di cibo e amore. Il cane che parla telepaticamente, Blood (adorabile, a proposito), è fondamentalmente responsabile e porta Johnson a fare sesso facile in cambio di cibo. È un po 'come “;Knight Rider”; a parte il fatto che si tratta di un cane invece che di un'auto e non stanno rompendo i contrabbandieri, ma sono spazzini non così scrupolosi. Alla fine la coppia viene attirata in una città sotterranea dove gli uomini vengono sterilizzati e Jason Robards indossa una vernice bianca. Incredibilmente, una volta entrato nel solco del bizzarro film (esso fa avere un dialogo spiritoso) in realtà funziona un po '. Questo è di dominio pubblico, quindi puoi guardare il film per intero su qualsiasi sito di streaming video senza sentirti in colpa. Anche Ray Manzarek ha contribuito con la musica al film Tim McIntire e Jaime Mendoza-Nava.

“Dark Star” (1974)
Immagina di prendere tutto il terrore e l'orrore di “;alieno”; e sostituendolo con un'atmosfera loquace, più stoner e questo è, praticamente, quello che ottieni con “;Stella nera. ”; Scritto, interpretato e curato da “;alieno”; co-creatore E O'Bannon e diretto da John Carpenter, “;Stella nera”; è un film di cani shaggy che parla di un equipaggio a basso costo che rompe la gobba nello spazio, distruggendo i pianeti di The Man. La nave in continua disfunzione dei lavoratori dell'equipaggio dello spazio (senza carta igienica) deve affrontare ostacoli crescenti, come una fastidiosa mascotte aliena (in realtà solo un pallone da spiaggia dipinto) che non andrà dove gli viene detto e la sensibilità bellicosa di uno dei loro omicidi del mondo bombe. Il finale della foto mostra gli hippy con lo spazio barbuto che cercano di calmare questo dispositivo di attivazione termostellare fuori di testa 'rdquo; attraverso un dialogo di filosofia post-laurea piuttosto pesante. Mentre i film successivi del regista come “;La cosa”; e “;Fuga da New York”; con loro memorabili finali, pochi film nel canone di Carpenter possono essere paragonati alla morte di massa generata dal robotico dubbio cartesiano. La prima colonna sonora del sintetizzatore di Carpenter migliora solo.

“; Demon Seed ”; (1977)
I pervertiti di fantascienza adorano parlare di robot sessuali, ma nessuno vuole affrontare i pericoli dello stupro robotico. In questo adattamento stranamente efficace di Dean Koontz'“;Demon Seed”; di Donald Cammell (il co-direttore spesso dimenticato, con Nicolas Roeg, di 'Prestazione') Julie Christie non è solo violata, è impregnata di un'intelligenza artificiale che suo marito (Fritz Weaver) creato (Robert Vaughn co-stars). Il programma per computer Proteus IV contiene la somma di tutte le conoscenze umane, quindi sai che non finirà bene. Nel classico modo fantascientifico, Proteus cerca di testare i suoi limiti, specialmente dopo che è stato relegato in semplici faccende attorno al luogo Weaver / Christie. Proteus si rifiuta di chiudere, i bunker nel seminterrato e si trasforma in una forma sorprendentemente agghiacciante che ricorda un po 'i condotti d'oro del condizionamento che si contorcono come un serpente di Rubik. Storywise, “; Demon Seed ”; è spazzatura, ma è trattata così seriamente e il design (non solo il cattivo, ma i laboratori scientifici e i primi computer) sono così eleganti che non si può fare a meno di essere risucchiati.

'Logan’s Run' (1976)
Un remake di 'Logan's Run'È uno dei progetti più elusivi di Hollywood. È stato in lavorazione per oltre un decennio, compresi i cineasti Bryan Singer (che è arrivato alla pre-produzione nel 2006), Carl Erik Rinsch, Joseph Kosinski e Nicolas Winding Refn, per non parlare di quello che sembra una dozzina di sceneggiatori che vanno e vengono, senza che il film si avvicini mai di più alla realizzazione. Ma c'è probabilmente un motivo per cui continua a essere sviluppato; la premessa ha il perfetto mix di grande concept e mediocre, datata esecuzione per la prima volta. Basato sul romanzo di William F. Nolan e George Clayton Johnson, è ambientato nel 2274, dove l'ultimo dell'umanità vive in una città a cupola sigillata gestita da un computer. È una vita spensierata per gli abitanti, ma con una sola cattura: a 30 anni, gli abitanti interni sono vaporizzati, con la promessa che rinasceranno. Logan 5 (Michael York) è un Sandman, il cui compito è quello di rintracciare coloro che si rifiutano di accettare il rituale del Carosello quando raggiungono il grande 3-0, ma cade sotto l'incantesimo di un bellissimo Runner (Jenny Agutter, che trascorre gran parte del film indossando praticamente nulla), e presto esce per far crollare l'intera racchetta. Il concetto di un mondo di nient'altro che gioventù è un assassino, ma il film (da 'Intorno al mondo in 80 giorni'Aiutante Michael Anderson) non ne trarrà mai il massimo vantaggio, preferendo essere un film di inseguimento abbastanza standard, con solo un tipico eccellente Peter Ustinov (come un veterano Runner che vive fuori dalla cupola) dando un senso di come sarebbe davvero. I set e il fantastico ambiente fantascientifico sono innegabilmente impressionanti (anche quando è datato e divertente), ma il cinema non è mai all'altezza della sfida. Inoltre, il film si sta impegnando nella sua impostazione di fantascienza di apertura (a volte sciocca), ma diventa sempre più lento e noioso quando i personaggi raggiungono il 'mondo reale'. (Ustinov può solo aiutare così tanto). Forse soprattutto, York è chiaramente troppo vecchia per il ruolo così com'è. Questo è un caso in cui un remake potrebbe essere in grado di migliorare l'originale.

“The Man Who Fell to Earth” (1976)
Siamo così sicuri che Ziggy Stardust non sia basato sulla realtà? David Bowie fa un lavoro abbastanza convincente in Nicolas RoegIl classico fantascientifico surrealista del ruolo di un alieno incagliato intrappolato sulla Terra e costretto a diventare un magnate della tecnologia per ricostruire la sua astronave e inviare risorse al suo pianeta morente. Bowie " s “; Thomas Jerome Newton ”; tuttavia, si perde negli eccessi dell'epoca (come, per coincidenza, aveva così tanti dei migliori registi, musicisti e attori del periodo) i suoi vizi alla fine ingoiarono le sue ambizioni e ne offuscarono la concentrazione. A poco a poco la sua curiosità nativa si trasforma in un insaziabile appetito per l'alcol, la televisione e l'esplorazione fetishistica della sua pansessualità aliena (cue una delle scene di sesso più incasinate per colpire lo schermo) mentre lentamente, in modo ipnotico tipicamente roegiano, cade da grazia. Con un grande supporto da parte di Buck Henry, Rip Torn, Candy Clark e perfino il comandante dell'Apollo 13 Jim Lovell in un cameo, il turno di Bowie, nella sua prima interpretazione da protagonista, è così intenso da sembrare piuttosto definitivo, sebbene sorprendentemente non sia stato il primo a essere considerato per il ruolo. Questo onore va al romanziere / regista in ritardo Michael Crichton che, secondo Roeg, aveva l'altezza necessaria, perché immaginava che se gli alieni scendessero sulla Terra, sarebbero in realtà piuttosto alti. Roeg 's adattamento del Walter Tevis il romanzo può essere sorprendentemente insulare considerando le implicazioni globali dell'immagine, ma il suo tono lunatico, da incubo e le sequenze allucinatorie girano 'L'uomo che è caduto sulla terra'. in un'esperienza ipnotica che induce la trance oltre il tuo genere medio 'esperimento'.

“No Blade Of Grass” (1970)
“; Una visione di caos e distruzione che potrebbe avverarsi. Forse sta succedendo ora! ”; Quindi avvisa il trailer di “;Nessun filo d'erba, ”; Cornel Wilde'Il quadro di sfruttamento della società della divisione britannica. Girato qualche anno dopo il capolavoro di sopravvivenza di Wilde “;The Naked Prey, ”; &ndquo; Nessun filo d'erba ”; raddoppia la lotta tra uomo e natura, con un virus che attacca l'approvvigionamento di cibo, facendo precipitare il mondo nell'anarchia e nel cannibalismo. Una benda sull'occhio Nigel Davenport guida la sua famiglia dall'implodere di Londra in campagna, che crede follemente più sicuro. Lì corre contro le bande di motociclisti e gli stupratori. Essendo britannici, tuttavia, sono almeno ben parlati nelle loro minacce. &ndquo; Nessun filo d'erba ”; è un bel mix di “;Il giorno dei trifidi, ”; “;Mad Max, ”; panico ambientale e paranoia antigovernativa (ci stanno nascondendo i fatti, naturalmente.) Le paterfamilie da duro di Davenport sono una cosa normale per Hollywood, ma l'essenza britannica di questo film è sufficiente per mantenerla unica.

cose strane sorella

“The Omega Man” (1971)
Abbiamo sempre sostenuto che Hollywood dovrebbe rifare i brutti film con buone premesse e per una volta hanno ascoltato. Warner Bros''Sono leggenda'È un remake degli anni '60 post-apocalittici,'Omega Man, 'Ma se hai pensato al Will Smith il film è zoppo, in genere foraggio tentpolo vuoto, non hai visto l'originale. Certo, non sono quasi nulla l'uno con l'altro solo condividendo una premessa di base, ma ci sono poche gioie anche ironiche nel Boris sagalversione diretta. Protagonisti Charlton Heston come scienziato militare (sai, quel tipo che dà anche il calcio), le narrazioni di base sono le stesse: l'esercito americano Il colonnello Robert Neville, M.D (Heston) è l'ultimo uomo in piedi sulla terra. Ambientato nel 1977, una malattia ha spazzato via gran parte del pianeta e lo ha lasciato un guscio vuoto di corpi morti che lascia Neville tonnellate di merda libera per saccheggiare come 'l'ultimo uomo in piedi' di fatto (o almeno così pensa). Tuttavia, mentre il Francis Lawrence la versione vide quelli infettati dal virus diventare tipi di zombi sovrumani che escono solo di notte, la versione degli anni '60 li vede trasformati in sub-umani albini con cappuccio nero e capelli bianchi che esprimono retorica sull'abbandono dei 'vecchi modi' della scienza, della modernità , elettricità, ecc., a favore di vivere nell'ombra con nient'altro che torce e odio per tutti gli umani che rimangono. In breve, gli antagonisti del film sono comici goofballs, con lucidi mantelli neri il cui obiettivo nella vita è uccidere Charlton Heston. In sostanza, i 'mostri' del film sono super datati e super sciocchi e quindi non spaventosi, o gran parte delle minacce. Heston fa squadra con una donna afro-militante nera di jive-talkin, ma è ironicamente convincente quanto il film va oltre il suo concetto interessante. Solo per fanatici della fantascienza degli anni '70 o fan di Charlton Heston (membri della NRA?).

'Fase IV' (1974)
L'unico film diretto da Saul Bass, il geniale graphic designer dietro sequenze di crediti per Alfred Hitchcock, Otto Preminger e Martin Scorsese, tra gli altri, 'Fase IV'È stato un disastro molto diffuso al momento del rilascio e, quando visto ora, è per lo più visto come un disordine campale dalla folla ironica (è stato descritto su'Mystery Science Theater 3000,' per esempio). Ma mentre è tutt'altro che un successo, è un film affascinante, molto meglio di quanto la sua reputazione suggerisca, che fa desiderare che Bass abbia avuto più possibilità di dirigere. Ambientato, diversamente dalla maggior parte di questi film, al giorno d'oggi (essenzialmente), coinvolge un gruppo di scienziati (in particolare Nigel Davenport e Michael Murphy) indagando su eventi strani tra la popolazione di formiche, che sembrano essersi evoluti, hanno sviluppato una mente alveare e stanno apparentemente costruendo strani edifici nel deserto. È chiaramente una buona idea, e non aiuta molto il fatto che Bass la tratti con una faccia seria, con i suoi attori in qualche modo in difficoltà. Ma una volta superata la premessa della formica senziente, in realtà è abbastanza stimolante, e Bass dirige l'inferno da esso, da sequenze di formiche enormemente impressionanti (catturate dal fotografo naturalista Ken Middleham), a modifiche inquietanti e instabili. È diventato un classico di culto per le ragioni sbagliate, ma al giorno d'oggi merita una rivalutazione più diretta.

“; Quintet ”; (1979)
La carriera eclettica e irregolare di Robert Altman ho visto il regista affrontare praticamente ogni genere sotto il sole (western, noir e film gangster degli anni '30, misteri, film di gumshoe dick) meno forse un film d'azione diretto. Ma Altman non è mai stato molto interessato al genere, ponendo sempre l'accento su un comportamento e un'interazione più umani, quindi non è una sorpresa il suo sfortunato tentativo di fantascienza con 'Quintetto'Non ha funzionato esattamente. Ambientato in un futuro post-apocalittico invernale in cui una nuova era glaciale ha devastato la Terra, il 'Quintetto' è protagonista Paul Newman (collaborerebbero solo due volte - entrambe le collaborazioni erano tutt'altro che stellari) nei panni di un uomo di nome Essex, un sopravvissuto in una desolata terra sterile e gelata, che viene attirato in un misterioso gioco chiamato 'Quintetto' dopo essere stato attaccato e quasi ucciso da un giocatore d'azzardo . Il gioco, a quanto pare, è una specie di gioco di ruolo, ma se vieni ucciso nel gioco, verrai ucciso anche nella vita reale. (Qualcuno ha caricato un PDF delle 'regole' del gioco, parte del materiale promozionale, online. Leggetele qui.) Mentre Altman fa un ottimo lavoro nel sostenere un'atmosfera e un umore di terribile imprevedibilità (anche se probabilmente questo significa solo imbrattare la fotocamera con vaselina vaga per tutto il tempo), ci sono tratti lunghi, silenziosi, probabilmente angoscianti di 'Quintetto' in cui non succede nulla (pubblicato due anni dopo 'Guerre stellari, 'E lo stesso anno di'alieno, 'Puoi capire perché anche i fan del genere non rispondono). Protagonista di alcune fantastiche star internazionali che probabilmente si sono chieste cosa stessero facendo in questo film (Fernando Rey, Vittorio Gassman, Bibi Andersson), 'Quintet' è innegabilmente un affascinante passo avanti nella filmografia di Altman e un precursore di cose più ampiamente accettate come 'Battaglia reale' e 'I giochi della fame'. Anche la performance di Newman è strettamente avvolta, tutti nervi selvaggi e istinto crudo. Peccato per il ritmo languido della calotta polare. Bonus punti stranamente futuristici vanno al luogo delle riprese del film: il sito della Fiera mondiale 67 di Montreal Expo 67.

casey affleck constance wu

“; Rollerball ”; (1975)
Roller derby ultraviolento ... questa è un'idea infernale per un'immagine di sfruttamento. Ma, aspetta, questo film è davvero ... qualcosa di più? Protagonisti James Popular al culmine della sua fama e diretto da Norman Jewison (“;Nel calore della notte, ”; “;The Cincinnati Kid, ”; e successivamente “;La storia di un soldato”; e “;pazzoide”;) è evidente dalle note di apertura di Toccata e Fuga di Bach in re minore che “;Rollerball”; ha aspirazioni più nobili degli shock di un guanto a spillo futuristico in faccia. Mentre gli sport estremi sono rdquo; l'azione è brutale, c'è anche un notevole sviluppo del mondo in mostra. Le nazioni sono state sostituite da società specifiche per i beni (il nostro team è Energy,) i computer manipolatori detengono tutti i registri storici e la società è tenuta sotto controllo con il pane e i circhi di uno sport complesso e sanguinoso basato sui pattini (ehi, perché no?) Una sequenza centrale caratterizzata da una festa dissoluta e un lanciafiamme funziona quasi come un gioco in un atto, e l'architettura modernista accuratamente incorniciata conferisce a tutto un'atmosfera lugubre e sanitaria. Ovviamente, fino a quando l'individualista Jonathan E (Caan) rifiuta di ridurre la sua naturale inclinazione verso l'eccellenza: tutta la distopia inventata crolla sotto la potenza della sua viscosa abilità di pattinaggio a rotelle. Se stai cercando una clip di tutti i migliori brutali 'Rollerball' rdquo; momenti, perché non guardare quello impostato sulla melodia di AC / DC'Hells Bells', Hells Bells, ”; giusto?

“Silent Running” (1972)
Douglas Trumbull è uno dei più famosi artisti di effetti visivi del pianeta. Ha creato il VFX per Stanley Kubrick'S '2001: Odissea nello spazio, 'Aiutato con'Guerre stellari,'E i suoi titoli di effetti speciali sono lunghi e profondi ('Incontri ravvicinati del terzo tipo, ''Star Trek: il film, ''Blade Runner, ''L'albero della vita“) Con una profondità di quasi sei decenni (di recente ha realizzato spettacolari effetti macrobiologici e effetti visivi per Shane Carruth'S 'Colore a monte“). Ma come regista da solo? Hmmm, non così tanto. Ambientato in un lontano, lontano futuro, la Terra è diventata una terra desolata inospitale dove non crescono piantagioni o alimenti naturali. La SS Valley Forge è in missione spaziale dove sta crescendo 4 foreste lussureggianti in gigantesche cupole geodetiche contenenti alcuni degli esemplari botanici rimasti sul pianeta. Lo scienziato botanico croccante Freeman Lowell (Bruce Dern) è felice di occuparsi della sua foresta di conigli, alberi, vegetazione e aquile fino a quando arriva una direttiva dalla Terra che dice a tutti a bordo di abbandonare il progetto e tornare a casa toute suite. Profondamente sconvolto, avendo trascorso otto anni a occuparsi di queste cupole, i ribelli Lowell, alla fine scatta, uccidendo uno degli ufficiali a bordo e poi sabotano gli altri uomini incaricati di far saltare in aria i geodomi. Dirottando il mercantile e fingendo la sua morte per ottenere il comando della missione terrestre dalle sue spalle, Lowell diventa un tipo di scienziato pazzo che ribattezza due robot simili a R2 a bordo come Huey e Dewey e insegna loro a giocare a carte e come piantare piante (no, veramente). Abbastanza ridicolo fin dall'inizio, 'Silent Running' diventa solo più sciocco e ridicolo man mano che la discesa di Lowell nella follia continua. Un film di fantascienza ecologico ovviamente (il messaggio è sottile come un martello pneumatico), purtroppo ci sono circa due grandi momenti nel film e uno di questi è la sequenza del titolo su una fotografia macro incredibilmente bella ed espressiva di vegetazione, fiori e creature anfibie (il resto del film sembra illuminato come il 'Buck Rogers' Televisore). Forse l'elemento migliore / peggiore involontariamente divertente del film sono le canzoni folk dello spazio hippie-dippie di Joan Baez (guarda uno particolarmente divertente qui). Mentre 'Silent Running' non è molto buono, c'è un sacco di valore ironico ironico oltre a essere stranamente guardabile, per tutte le sue ridicole qualità.

“Solaris” (1972)
Il seguito di Tarkovsky a 'Andrei Rublev'È raramente menzionato in una frase senza la parola'2001'Spuntando allo stesso tempo. Ma, oltre a essere un film di fantascienza meditativo, spirituale, meditativo, basato su un romanzo di uno dei grandi del genere (scrittore polacco Stanislaw Lem), hanno poco in comune: come ha sottolineato una volta J. Hoberman in The Village Voice, il film assomiglia di più a un altro caro tesoro, Alfred Hitchcock'S 'Vertigine. ”Non ci sono gadget o CGI da trovare, solo persone, nella storia di Kelvin, uno psicologo inviato per indagare su eventi bizzarri in una stazione spaziale che orbita attorno al pianeta oceanico Solaris, solo per essere accolto lì da una manifestazione del suo ritardo moglie, che si è uccisa anni prima. Nonostante tutta la sua temibile reputazione e il suo tempo di esecuzione, è una semplice storia di dolore e di amore perduto, anche se speziato con questioni fantascientifiche di identità e natura dell'umanità. Hari, la moglie di Kelvin, è costruita con neutroni, ma ha tutti i ricordi, i pensieri e i sentimenti della sua controparte defunta - non la rende altrettanto umana? È una storia devastante (il secondo tentativo di suicidio di Hari è davvero straziante), e probabilmente la storia più sentita di Tarkovsky. C'è un argomento da sostenere Steven SoderberghIl remake del 2002 è il film superiore - a quasi metà della lunghezza, è un film più stretto, più concentrato, che non perde nulla di veramente essenziale - ma ridurre l'originale sarebbe una follia: come in tutto il suo lavoro, il i momenti migliori, come l'apertura languida, legata alla Terra o la straordinaria sequenza a gravità zero, sono quasi trascendenti. Soderbergh avrebbe poi affermato che stava adattando il romanzo, non rifacendo il film “;Solaris, ”; e confrontò l'immagine di Tarkovsky con una 'sequoia', 'rdquo; mentre il suo era “; un piccolo bonsai. ”;

“Soylent Green” (1973)
Tiriamo fuori questo modo. Sì, Soylent Green è la gente, qualcosa che molto tempo fa si è unito a 'Psicopatico' e 'Pianeta delle scimmie'Come famosi colpi di scena probabilmente rovinati per te da battute su'I Simpson'Molto prima che tu vedessi il film. Anche se in retrospettiva, anche il trailer originale accenna alla sua svolta piuttosto pesantemente. Basato su Harry Harrison'Romanzo'Fare spazio! Fare spazio!', Il film è ambientato in una New York del 2022 fatiscente e enormemente sovrappopolata (qualcosa che sembra stranamente plausibile man mano che si avvicina di più), dove la popolazione affamata passa su un misterioso alimento noto come Soylent Green. Ma quando un direttore della Soylent Corporation (il grande Joseph Cotten) viene assassinato, il poliziotto del NYPD Robert Thorn (Charlton Heston) viene messo sul caso, scoprendolo, con il suo amico 'biblioteca umana' Sol Roth (la performance finale di Edward G. Robinson), una cospirazione di vasta portata con il segreto sconvolgente che gran parte del pianeta è stato inconsapevolmente trasformato in cannibali. Come molte di queste scelte, Richard FleischerIl film è una specie di miscuglio. Il tema del disastro ambientale, della sovrappopolazione e della sciagura corporativa sono altrettanto risonanti, se non di più, di quanto non fossero quarant'anni fa, ma l'aspetto del film non è datato particolarmente bene. C'è una bella interpretazione di Robinson (che morì dodici giorni dopo aver terminato le riprese e raccontato a Heston del suo cancro terminale poco prima di girare la sua scena di morte per ottenere una performance migliore dalla sua co-star), ma Heston è un po 'vuoto ardesia in testa. E mentre la sua fusione di fantascienza e 'Vista parallasse“Il thriller paranoico in stile è intelligente, la sceneggiatura (di Stanley R. Greenberg, che altrimenti ha pochi crediti importanti) è piuttosto mediocre. Non è un orologio doloroso in alcun modo, ma con il segreto del film così ampiamente conosciuto ormai, quasi non necessario.

“Stalker” (1979)
Mentre “;Solaris”; è probabilmente Andrei TarkovskyIl film più famoso per le sue associazioni di genere e il remake del 2002, l'ambientazione post-apocalittica di “;Molestatore”; contiene altrettante trappole di genere, ma ha probabilmente più successo (lo stesso regista ha affermato altrettanto). Ambientato in un mondo che sembra essere una Russia post-nucleare (ma questo è solo vagamente implicito), il film narra di un viaggio di due uomini nella Zona - uno strano, mistico, luogo abbandonato sorvegliato da filo spinato e soldati, che ospita una stanza che presumibilmente contiene l'utopia opaca di quelle più profonde speranze e sogni. Non limitata dalle leggi della fisica e contenente inesplicabile e invisibile pericoloso, la Zona può essere navigata solo con l'aiuto di uno Stalker - un individuo con speciali doti mentali che rischia la prigione del governo per aver portato i disperati o i curiosi in questa area proibita . Contro i desideri di sua moglie, un particolare Stalker accompagna uno scrittore in una crisi esistenziale e uno scienziato silenzioso nella zona, dove, mentre i tre uomini scendono a spirale nelle profondità dell'edificio, ognuno di loro affronta morale, psicologico, esistenziale, filosofico e anche domande e conflitti fisici. Enigmatico e misterioso come una qualsiasi delle foto di Tarkovsky, come in 'Solaris', ' i vaghi elementi fantascientifici gli danno abbastanza narrativa per renderlo uno dei suoi quadri più avvincenti, eppure non scende mai a compromessi con i temi metafisici e spirituali che perseguitano tutto il suo lavoro. Contrassegnato dal design tattile del suono, dalle splendide tonalità seppia monocromatiche marroni e da un'atmosfera fatiscente sia decaduta che bagnata, è quasi un miracolo che 'Stalker'. si è verificato, considerando che Tarkovsky ha lavorato per un anno intero girando sequenze all'aperto con un diverso direttore della fotografia, registrando filmati che alla fine ha bruciato. Si potrebbe sostenere che il quadro è un cuore simile a un viaggio oscuro verso l'ignoto, sebbene un quadro molto più surreale e metafisico di Joseph ConradLa storia di sempre.

maisie williams ed sheeran

“The Terminal Man” (1974)
Un po 'nello stampo di 'La varietà Andromeda'Nella sua scienza del mondo reale assumere elementi leggermente fantastici,'The Terminal Man'Visto Michael CrichtonLa fiction ritorna sullo schermo cinque anni dopo il film precedente, con risultati ancora più contrastanti. Il debutto a Hollywood di “Prendi Carter'Aiutante Mike Hodges, il film è interpretato da un intrigante contro-tipo George Segal come Harry Benson, un geniale programmatore di computer che soffre di convulsioni che lo fanno agire violentemente, portando alla morte di due persone. Si offre volontario per avere un piccolo computer impiantato in lui che ha lo scopo di controllare questi comportamenti, ma in realtà, gli piace essere calmato così tanto che inizia a istigare convulsioni più violente per sperimentarlo più spesso. Scarsamente ricevuto al momento del rilascio (Hodges feude con Warner Bros rispetto al taglio finale), il film è effettivamente invecchiato meglio di molti in questa lista: la direzione di Hodges dimostra ancora una volta perché è piuttosto sottovalutato, Segal offre una delle sue esibizioni più atipiche e impressionanti, e il tono basso e premuroso dà una svolta molto diversa a il genere cyborg che abbiamo visto generalmente altrove. Il film si esaurisce fino alla fine, ed è decisamente imperfetto, ma è una specie di gemma nascosta di questa era di fantascienza. Secondo quanto riferito, era anche uno dei preferiti di Terrence Malick. Il regista, il cui 'Badlands'Ha debuttato lo stesso anno, è stato spostato per scrivere una lettera a Hodges per dire quanto gli sarebbe piaciuto.

“THX 1138” (1971)
Il George Lucas che ha diretto il 'Guerre stellari'Prequels è quasi irriconoscibile come il regista che ha realizzato'THX 1138, 'La fantascienza desolata, sterile, eppure profondamente sentita, che ha segnato il suo debutto cinematografico e che potrebbe ancora rappresentare il suo miglior film. Rilasciato come 'la storia d'amore girata sul posto nel 21 ° secolo', recita Robert Duvall come il personaggio del titolo, un abitante di una città futuristica che, come gli altri, è tenuto in uno stato di intorpidimento conforme da droghe che alterano la mente, da autorità che hanno anche vietato il sesso e l'amore tra di loro. Il suo compagno di stanza, LUH 3417 (Maggie McOmie) smette di prendere le sue medicine e scambia anche THX, e la coppia improvvisamente si ritrova emozione e si innamora a vicenda, qualcosa che li porta all'attenzione dei loro sovrani. Mentre il film potrebbe sforzarsi sotto il peso dei suoi IMPORTANTI METAFORI, predice anche con insistenza le generazioni intorpidite del Prozac a venire, e la storia è soddisfacente e potente, anche grazie alla costruzione del mondo che è impressionante come qualsiasi cosa Lucas abbia fatto con “Star Guerre. ”E la sua direzione - modernista, offensiva, ispirata - ricorda che le sue capacità di regista possono spesso essere sottovalutate. Evita il Director's Cut del 2008, che nel vero stile di Lucas, aggiunge CGI non necessari e non molto altro. Ma guarda la versione originale ed è un promemoria che se Lucas tornerà mai a film più avanguardisti, come promesso da tempo, sarà un evento molto più eccitante di 'Episodio VII. '

“Westworld” (1973)
A volte, in un futuro non lontano, l'ultima moda per l'industria dei viaggi sono le vacanze a tema. E no, non stiamo parlando di navi da crociera piene di escrementi, è il futuro e quindi interi mondi possono essere replicati dall'uso della robotica high-tech e realistica. E così la compagnia Delos sta approfittando del loro nuovo resort per vacanze a tre livelli che promette repliche di tre epoche di storia, il selvaggio West (Westworld), il Medioevo europeo (mondo medievale) e l'impero romano (mondo romano). James Brolin e Richard Benjamin interpreta due scapoli che prendono un po 'di ricerca e sviluppo nel Westworld. Il whisky scorre, le puttane sono disposte e i pistoleri realistici sono programmati per assicurarsi che perderanno al primo segno di un pareggio. Tuttavia, gli scienziati che lavorano intorno al resort iniziano a notare circuiti problematici e un robot (interpretato da un super inquietante Yul Brynner) inizia a funzionare male e poi si ribella completamente - è l'originale implacabile Terminator, molto più spaventoso di Arnie o Robert Patrick, semplicemente perché sembra molto più simile a un cowboy pedofilo. Presto tutti i mondi vengono gettati nel caos quando i simbionti iniziano a uccidere gli ospiti con grande dispiacere degli scienziati dietro la tenda, incapaci di invocare un arresto totale nel resort. Diretto e scritto dall'autore Michael Crichton - la gente tende a dimenticare di essere l'autore dei bestseller che vedi negli aeroporti, è stato un regista di discreto successo negli anni '70 e '80 - 'Westworld' è un concetto sciocco e datato, ma coinvolgente e guardabile, che a volte è molto più di quanto alcune follie di questa era non possano vantare.

“Zardoz” (1974)
Mentre John BoormanLa carriera non è mai stata del tutto impeccabile, l'uomo che ha consegnato un classico del crimine decostruito (“;Punto vuoto”;) e un orribile thriller che farebbe per i profondi boschi del sud cosa “;fauci”; fatto per l'acqua (“;Liberazione”;), John Boorman sarebbe inciampato duro con questo amato cult, ma esilarantemente strano, sesto lungometraggio, “;Zardoz. ”; Cosa fa Boorman con la cache bianca della carta guadagnata dal successo che era “;Liberazione” ;? Lo soffia su un film di fantascienza che inizia con un prologo a testa fluttuante di un narratore di maghi, prima che una gigantesca testa di dio di pietra scenda su un pianeta di selvaggi, proceda a vomitare fucili e dice ai sterminatori pagani ”; per andare avanti e distruggere tutti i peon 'brutali' rdquo; sulla Terra (la divinità di Stonehenge dà loro anche questa perla di saggezza: 'la pistola è buona. Il pene è cattivo'). Ambientato nella Terra post-apocalittica del 2293 d.C., Zardoz ”; si concentra su uno sterminatore irsuto e baffuto di Zapatta (Sean Connery) che si intrufola nella suddetta Divinità e viene accidentalmente inviato al Vortice, un regno che ospita una cabala segreta di divinità immortali conosciute come Eternali (capeggiata da regina dei ghiacci Charlotte Rampling) che stanno sfruttando le masse con questo fraudolento 'Zardoz'. Divinità testa fluttuante e tattica spaventosa. “;mago di Oz'In stile', l'eroe di petto torace e trasandato di Connery si mette in mostra per rivelare il loro grande schema. Scritto, prodotto e diretto da Boorman, questa foto era in realtà un suo progetto per animali domestici, e avrebbe potuto farlo finire in prigione del regista permanente se non fosse stato per il successo del film.Excalibur”; nel 1981. Certamente, le immagini caleidoscopiche, le ambiziose trame metafisiche e la fine bizzarra dell'ultimo atto sono profondamente impressionanti - come se Kubrick avesse lasciato cadere un po 'di LSD - ma alla fine, 'Zardoz', rdquo; mentre ironicamente divertente, è indiscutibile disordinato; un furto con la testa e spesso involontariamente divertente. Tuttavia, è anche un classico del campo totale e per molti versi, un must-watch.

Menzioni d'onore: C'è ancora molto altro da estrarre dal decennio, ma c'è solo così tanto tempo per scavare in tutto. “Futureworld, 'Il sequel di' Westworld ', vale la pena rintracciare puramente per motivi di curiosità; “Invasion Of The Body Snatchers'È un classico a tutto tondo, e come tale non meritava del tutto lo status di' dispari '. Altri film che abbiamo dato in giro ma che non abbiamo avuto la possibilità di includere 'Mattatoio Cinque, ''Trog'Protagonista Joan Crawford, 'La cosa con due teste' con Ray Milland (il film di fantascienza degli anni '70 sembrava essere una casa familiare per le star di Hollywood dell'era classica), Woody Allen'S 'traversina'(Eccellente, ma strano per diversi motivi),'Rocky Horror Picture Show' e 'Il Stepford Wives. '

Qualcos'altro che abbiamo perso? Qualcosa di sopravvalutato o sottovalutato qui? Suono spento di seguito. - Rodrigo Perez, Oliver Lyttelton, Jordan Hoffman, Drew Taylor

Articoli Più

Categoria

Revisione

Caratteristiche

Notizia

Televisione

Kit Di Strumenti

Film

Festival

Recensioni

Premi

Botteghino

Interviste

Cliccabili

Elenchi

Videogiochi

Podcast

Contenuto Del Marchio

Premiazione Della Stagione Dei Premi

Camion Del Film

Influencers