'20th Century Women' Review: Annette Bening, Greta Gerwig ed Elle Fanning Star nel miglior film di Mike Mills

'Donne del XX secolo'



A24

Guarda la galleria
22 foto

Se c'è una cosa che la storia ci insegna più e più volte, è che il passato ci fa sentire esperti e il futuro ci fa sembrare sciocchi - pensiamo di sapere dove stiamo andando perché sappiamo dove siamo sono stato. Ma spesso non funziona così. Alla fine della giornata, il mondo è qualcosa che devi sperimentare da solo, anche se può prendere un film come '20th Century Women'. per chiarire ciò.



Per citare una fotografa dai capelli magenta di nome Abbie (Greta Gerwig), che probabilmente non ha mai sospettato di aver trascorso l'estate del 1979 a trascinarsi tra la pensione californiana dove alloggia e l'ospedale dove viene curata per il cancro cervicale: “; Qualunque cosa immagini che la tua vita sarà come, sappi che la tua vita non sarà niente del genere. ”;



oreos game of thrones

È uno dei tanti, molti momenti in questo film limpido, leggero e ben ricordato in cui i tuoi pensieri potrebbero spostarsi sulla scena in 'Mad Men'. quando il dirigente pubblicitario Bertram Cooper consegna un elogio estemporaneo per il segretario che è morto alla sua scrivania: “È nata nel 1898 in una stalla. È morta al trentasettesimo piano di un grattacielo. È un'astronauta '.

Dorothea Fields (Annette Bening) non riesce mai a raggiungere la stratosfera, ma ciò non rende il suo volo meno straordinario. È venuta in questo mondo poco prima della Grande Depressione e ha sempre sognato di essere una aviatrix come Amelia Earhart. Quando la incontriamo, l'anno è il 1979, e lei non è una pilota, ma la proprietaria di una pensione traballante di Santa Barbara dove alleva suo figlio di 14 anni con l'aiuto di tre inquilini semipermanenti. Per il suo compleanno, si sporge sulla torta sciatta che lei ha preparato per la sua festa a sorpresa e sospira silenziosamente il suo ultimo viaggio intorno al sole: 'Okay, ce l'ho fatta.'

Più tardi, molto prima della fine delle donne del 20 ° secolo densamente stratificate, ”; ci viene detto esattamente dove e quando Dorothea morirà, le informazioni fornite con la stessa leggerezza esistenziale che si riversa in ogni angolo oscuro di Mike Mills ’; Abbraccio di cuore di grande memoria e agrodolce di un libro di memorie, di gran lunga il più commovente e maturo dei quattro film che ha realizzato fino ad oggi.

con film d'artista



I mulini potrebbero non aver concepito '20th Century Women'. come compagna del 2010 'Principianti', Principianti, ma questo è letteralmente quello che ha fatto - quel film è stato una riflessione tragica e tragica sul pericolo della morte di suo padre, mentre questo applica un approccio simile (se più sfumato ed espansivo) al primo di sua madre vita. Entrambe queste fantasticherie autobiografiche sono preoccupate da quanto possa essere difficile per le persone relazionarsi con i loro genitori, in particolare quando il divario di età è abbastanza ampio da inghiottire qualsiasi sovrapposizione culturale. Entrambi sguazzano in quello che Mills ’; “; Principianti ”; stand-in descrive come 'la tristezza per la quale i nostri genitori non hanno avuto tempo e la felicità che non abbiamo mai visto con loro' ed entrambi sono cosparsi di affettuose affezioni postmoderne che dovrebbero essere molto più stucchevoli di loro. Ma questo è divertentee non solo dolce.

E dove “; Principianti ”; si è impigliato nel suo costante salto tra la lotta contro il cancro e le macerie che 'si sono lasciate alle spalle', 20th Century Women ”; focalizza la sua attenzione su una singola estate idilliaca e tende a resistere a quell'unico momento perfetto in cui tutto sembrava che sarebbe durato per sempre. Questo è il film raro che è redento dalla sua nostalgia incontrollata.

La prima cosa che Dorothea dice alla sua unica figlia è che la vita è grande e sconosciuta, ”; ma quelle parole tornano a morderla quando Jamie (la nuova arrivata Lucas Jade Zumann, così brava a infilare l'ago tra una spugna e una lavagna bianca) si trasforma in un'adolescente e vuole vedere di persona. È un bravo ragazzo, ma sta cambiando. Ha degli amici idioti, ora, il tipo che ti convince che sarebbe così bello giocare a divertenti giochi di asfissia. Ha scoperto il punk, che sta appena facendo capolino dal sottosuolo. Ha anche scoperto una nuova tensione quando Julie (Elle Fanning), la ragazza precoce e sessualmente progressista della porta accanto, sale le impalcature fino alla finestra della sua camera da letto ogni notte e si infila nel letto come sempre. Più Jamie diventa vecchio, meno sua madre sente di conoscerlo (e viceversa).

LEGGI TUTTO: La Bibbia IndieWire del NYFF 2016: ogni recensione, intervista e notizia dal festival

candidati nominati

'Non hai bisogno di un uomo per sollevare un uomo' allowfullscreen = 'true'>

'Donne del XX secolo'

Inutile dire che il potenziale di tutto ciò per innescare assurdità che guardano l'ombelico è pazzesco, soprattutto perché Mills - per sua abitudine - resiste ostinatamente a tutto ciò che potrebbe assomigliare a una trama. " 20th Century Women ”; è più un film antropologico che un racconto, più interessato a scolpire una tasca del tempo in un palazzo della memoria piuttosto che forzare i suoi personaggi verso realizzazioni non acquisite. Per una volta, tutte le preziose fioriture - i voiceover duellanti, la colonna sonora scintillante del synth, le linee ondulate di colore che scorrono dietro tutte le auto - si sentono effettivamente al servizio di qualcosa di più grande di loro. Parlano con i personaggi, che sono tutti così riccamente disegnati, e si concentrano attraverso l'obiettivo colorato di rosa attraverso il quale il film ricorda il loro tempo insieme.

Allo stesso modo, il bordo cristallino del dialogo del film (che altrimenti potrebbe essere stato troppo nitido per essere sopportabile), contribuisce alla sensazione di un idillio perduto facendo sentire ogni linea così acutamente perfetta e profonda da poter essere ripiegata nella sua Momento discreto e suono nelle orecchie di Jamie per il resto della sua vita.

Il bambino haynes veleno

Alcuni momenti non aumentano il loro peso, e alcuni sembrano quasi confusi come i personaggi che inciampano in loro (un po 'a tavola che coinvolge la parola 'mestruazioni' è un viaggio bizzarro nella versione meno solubile e più Sundance di questo film ), ma Mills ’; il cast lo tiene sempre insieme. La cosa migliore della performance di Bening è il modo in cui consente a Dorothea di soccombere alla distanza tra se stessa e suo figlio - è dura e contrariata, e di conseguenza la sua dinamica con Jamie sembra davvero reale. Si amano, ma non saranno mai amici; possono essere collegati dal sangue, ma provengono anche da mondi così diversi che è difficile immaginare come appartengano alla stessa specie. Quindi, mentre Dorothea è più l'anima di questo film di quanto non sia una delle sue caratteristiche distintive, e Bening non ci mostra molto di ciò che non abbiamo mai visto prima di lei (più come un collage accuratamente organizzato delle sue interpretazioni in American Beauty ”; ; e 'The Kids Are All Right', la sua interpretazione rende il film un servizio necessario.

Gerwig e Fanning si divertono un mondo. Entrambi sono sempre buoni, ma nessuno dei due è mai stato migliore; proteggono ferocemente l'intera dimensione dei loro personaggi, irradiando abbastanza luce perché Jamie li ricordi per il resto della sua vita, ma non gli permettono mai di sentirsi come se gli stessero semplicemente accadendo. Con il loro aiuto, '20th Century Women' diventa una celebrazione inequivocabile delle donne come pioniere, protettrici e modelli di ruolo inestimabili per i giovani. E così - dal titolo ingombrante del suo film alla sua sconfinata ripresa finale - Mills ci invita a chiederci se le persone sono definite dai loro tempi, o se i tempi sono definiti dalla loro gente. Chiedersi cosa significhi essere un brav'uomo, e se quella definizione è cambiata da quando ha iniziato a diventare una cosa sola nell'estate del 1979. Soprattutto, crea uno spazio per farci meravigliare la traiettoria della nostra vita, commemorare il luoghi in cui si incrociano e si meravigliano inconsapevolmente del pensiero di dove potrebbero portarci dopo.

Grado: A-

'20th Century Women' è presentato in anteprima al New York Film Festival. Si aprirà nei cinema il 25 dicembre.

Rimani aggiornato sugli ultimi film e sulle ultime notizie TV! Iscriviti alla nostra newsletter via email qui.



Articoli Più

Categoria

Revisione

Caratteristiche

Notizia

Televisione

Kit Di Strumenti

Film

Festival

Recensioni

Premi

Botteghino

Interviste

Cliccabili

Elenchi

Videogiochi

Podcast

Contenuto Del Marchio

Premiazione Della Stagione Dei Premi

Camion Del Film

Influencers