Recensione di 'The Adderall Diaries': James Franco recita in un film drammatico senza alti


È sempre interessante quando uno scrittore non ama un film che è stato adattato dal suo libro, e tanto più interessante quando il libro in questione è un libro di memorie. Eppure, è quasi del tutto irrilevante che l'autore di 'The Adderall Diaries' Stephen Elliott sia un critico schietto del film che Pamela Romanowsky ha tratto dalla sua storia autobiografica del 2009 con lo stesso nome. Il che non vuol dire che la sincera rimozione di Elliott non sollevi un certo numero di punti salienti - al contrario, la sua recensione parla in modo lucido e senza disprezzo dei motivi per cui questo film è un fallimento così inerte.





Il fatto è che è difficile preoccuparsi se 'The Adderall Diaries' sia vagamente basato su una storia vera, perché così poco sembra vero - non impreciso, ma falso. Anche se Elliott ha ricevuto una pesante busta paga per la firma dei diritti, e anche se il protagonista di Romanowsky prende in prestito il suo nome, questo non è un film su di lui. Questo non è un film su chiunque.

Un film drammatico di 81 minuti che fatica a trovare la sua attenzione, 'The Adderall Diaries' inizia con una citazione dal libro di Elliott che inquadra il film come un'indagine sulla natura delle narrazioni personali. 'Comprendiamo il mondo da come recuperiamo i ricordi, riordiniamo le informazioni in storie per giustificare ciò che proviamo'. Quell'assioma allarmante e facile si diffonde nella foschia del video casalingo, mentre Romanowsky introduce il suo eroe frugando nei suoi anni da meraviglia - guardiamo mentre suo padre violento (Ed Harris) caglia un'infanzia perfetta da immagine nella roba di un'adolescenza misantropica.



Passato al presente, dove la trasandata sensazione letteraria Stephen Elliott (James Franco, natch) ha riproposto con successo i suoi crescenti dolori come foraggio per un libro di memorie. Mentre l'agente perdonatore infinito di Stephen (Cynthia Nixon) medita sul suo cliente un enorme progresso per il suo secondo libro, i frammenti del suo esordio rivoluzionario vengono narrati ad alta voce. 'Siamo diventati esperti nei settori della masturbazione, della vodka a buon mercato e delle decisioni sbagliate', Stephen fa un drone sulle riprese del suo sé più giovane (la stella di 'One and Two', Timothee Chalamet) che si diverte con un amico delinquente. Inutile dire che arriva come una sorta di sollievo quando Stephen abbandona i suoi piani di nascita per un sequel in favore di un'altra storia - una storia portata alla sua attenzione da Wilmer Valderrama, che svanisce prontamente dal film dopo aver messo in moto la trama.




L'imprenditore di tecnologia di nome Hans Reiser (Christian Slater) è sotto processo per l'omicidio di sua moglie, e Stephen si ritrova attirato in aula per motivi che non riesce a capire. Alla fine, la parentela tra i due uomini si rivela ampia e banale come qualsiasi altra cosa nel film ('La convalida è una droga infernale', riflette Hans), ma punta verso una verità generale: tutto ciò che scriviamo, tutto ciò che pensa, e tutto ciò che noi siamo viene filtrato attraverso la nostra esperienza. Stephen vede il processo come un'opportunità per scrivere su qualcosa di nuovo, ma attraverso esso trova solo una nuova prospettiva da cui scrivere su se stesso.

… O almeno così ci viene detto. È difficile vedere come Stephen capisca una comprensione così profonda dalla manciata di conversazioni asinine che ha con Hans. L'intero filo narrativo sembra ridondante all'ombra della sua implacabile carriera letteraria, che va di merda quando suo padre (presumibilmente morto) si intromette nel mezzo di una lettura pubblica. L'interruzione espone Stephen come una frode, e la frode espone Stephen come un deficiente. Il vero Stephen Elliott potrebbe non essere pertinente a questo film, ma non vale nulla che non sia Stephen Bicchiere.


I punti della trama nel film sono così confusi che i vari filamenti di tessuto connettivo che corrono tra loro alla fine diventano l'unico mezzo per tenere traccia. Stephen fa scivolare la sua moto per le strade di Manhattan prima dell'alba come se stesse provando per uno dei neon noir di Nicolas Winding Refn. Stephen seduce un giornalista sexy del New York Times (Amber Heard) in modo che abbia qualcuno che lo asfissia a letto. Stephen mangia frittelle che sono modellate a forma di contaminazione del suo amico. E sì, Stephen una volta prende un cocktail di droga che include Adderall, ma non viene fatto alcuno sforzo per esplorare il ruolo dell'omonima anfetamina nella sua vita, o perché è diventato abbastanza sexy da incastrarsi nel titolo di un libro altrimenti non correlato.

Per un ragazzo che è presumibilmente dipendente dalle cose, Stephen difficilmente può sostenere il proprio interesse per qualcosa, per non parlare del nostro. In effetti, sembra spesso che sia sul punto di addormentarsi. Franco pubblica molte delle sue battute come se le stesse leggendo per la prima volta, lasciando Harris relativamente vibrante a cogliere le cannucce. Non esiste un'unica scena che funzioni; non c'è un'unica scena che tiene insieme.

revisione del progetto coniglio bianco

I film che affrontano la memoria come atto narrativo si trovano invariabilmente nello spazio tra realtà e finzione, uno spazio che non appartiene a nessuno dei due ma che chiarisce entrambi. Elliott, nella sua critica a questo film, ha scritto che 'Un buon libro di memorie si legge come un romanzo poliziesco in cui il protagonista cerca incessantemente, onestamente, la verità'. Romanowsky ha realizzato un romanzo poliziesco frammentato in cui il suo protagonista fugge da esso. Forse sarebbe ok se il film non seguisse l'esempio. Di rado la storia della soggettività è stata così solipsistica: 'The Adderall Diaries' non è altro che se stesso. Non è finzione, è contraffazione. Non è adattamento, è cancellazione.

Grado: D


'The Adderall Diaries' aprirà nei cinema e su richiesta questo venerdì.



justvps.com

Articoli Più

Categoria

Revisione

Caratteristiche

Notizia

Televisione

Kit Di Strumenti

Film

Festival

Recensioni

Premi

Botteghino

Interviste

Cliccabili

Elenchi

Videogiochi

Podcast

Contenuto Del Marchio

Premiazione Della Stagione Dei Premi

Camion Del Film

Influencers