Rassegna della stagione 3 di 'The Affair': il dramma di Showtime è ancora intrigante, nonostante il suo personaggio peggiore

Ruth Wilson, Joshua Jackson, Maura Tierney e Dominic West in 'The Affair'.



Steven Lippman / SHOWTIME

quando si perde nello spazio stagione 2 viene fuori

Poiché 'The Affair' non è uno spettacolo che ha un approccio delicato alla discussione o alla rappresentazione del sesso, il modo più semplice per avvicinarsi alla complessa serie drammatica di relazioni di Showtime della terza stagione è questo: Vuoi scopare Noah Soloway? Perché se la risposta è no, potresti avere difficoltà con la nuova stagione.



La serie ha sempre funzionato in gran parte come un dramma d'insieme, guidato da Dominic West e Ruth Wilson nei panni di Noah e Alison, due persone che hanno fatto esplodere i rispettivi matrimoni per la nuova passione. Ma mentre la prima stagione ha bilanciato in modo molto formale i cambiamenti dello spettacolo in punti di vista tra Noah e Alison (cambiando occasionalmente l'ordine in cui li abbiamo visti), in molti modi lo spettacolo si è sempre sentito stranamente guidato da Noah in particolare.



E questo ci porta alla questione centrale degli episodi resi disponibili ai critici prima della premiere della stagione 3. Con tre episodi da valutare, teoricamente 'The Affair' dovrebbe presentarci con un vasto assortimento di prospettive ... Eppure, tutto torna a Noah.

Parte della ragione di ciò è che nella stagione 3, siamo ufficialmente liberi dalla struttura del flashback che era una delle maggiori sfaccettature delle stagioni 1 e 2. Non è più lo spettacolo ossessionato dalla domanda su chi ha ucciso Scotty Lockhart, il fratello di Alison -law e custode di molti segreti. (Beh, il pubblico almeno sa chi lo ha ucciso; solo tre personaggi dello show sono in loop.) Invece, siamo a pochi anni dalla morte di Scotty e dalla convinzione di Noah per la sua morte; Noah si sta goffamente reintegrando nella società, mentre Helen, Alison e Cole affrontano le conseguenze di ciò che la sua incarcerazione ha fatto alle loro vite.

Esatto, è un sacco di Noah, specialmente quando aggiungi Juliette (Irene Jacob), una professoressa francese libertina che quasi immediatamente crea un legame con lui. In totale, Noah si concentra su un episodio e mezzo (dei primi tre episodi) e apprendiamo moltissimo su ciò che ha sofferto dopo aver confessato falsamente un omicidio alla fine della stagione 2. La prigione, a quanto pare, non è è un divertente 'ritiro dello scrittore' (dato che Noah cerca di dipingerlo ad un certo punto) soprattutto grazie a Gunther la guardia (Brendan Fraser, appena riconoscibile dalla sua star del cinema degli anni '90 per essere sorprendente).

L'impatto di Gunther sulla terza stagione rimane ancora un elemento non quantificabile, ma sembra indicare che 'The Affair' sente che ha bisogno di un cattivo ben definito per funzionare come narrativa. Ciò è coerente con le stagioni passate: lo spettacolo è sempre esistito in gran parte come un dramma sulle relazioni, ma è stato anche fortemente affidato all'elemento del mistero dell'omicidio a livello superficiale per far avanzare la trama. E un grande momento nel primo episodio della stagione 3 sembra indicare che lo showrunner Sarah Treem e il suo staff ne sono più che consapevoli; la premiere ci spinge verso un nuovo mistero che mantiene la posta in gioco dello spettacolo nel regno della vita o della morte.

mercato nero michael k williams

E se non fosse così '> streaming ora su YouTube e varie piattaforme online.

Rimani aggiornato sulle ultime notizie TV! Iscriviti alla nostra newsletter via e-mail TV qui.



Articoli Più

Categoria

Revisione

Caratteristiche

Notizia

Televisione

Kit Di Strumenti

Film

Festival

Recensioni

Premi

Botteghino

Interviste

Cliccabili

Elenchi

Videogiochi

Podcast

Contenuto Del Marchio

Premiazione Della Stagione Dei Premi

Camion Del Film

Influencers