Gli elementi essenziali: 5 film di John Schlesinger da non perdere

Non è un nome a cui molti giovani cineasti fanno riferimento in questi giorni, ma il regista britannico John Schlesinger ha gestito tranquillamente una carriera che dura da cinque decenni, con un piccolo pugno di classici a suo nome. Un ex attore, Schlesinger è passato ai documentari alla fine degli anni '50, laureandosi in lungometraggi subito dopo, e ha lavorato in modo abbastanza prolifico fino al 2000 '.La prossima cosa migliore”; (certamente una fine piuttosto ignominiosa di una grande carriera), un film uscito solo pochi mesi prima di morire per un colpo apoplettico.



Questa settimana segna il nono anniversario della sua morte, il 25 luglio 2003, e con la recente notizia che il suo “;domenica sanguinosa domenica”; sta ottenendo il Criterio trattamento, mi è sembrato un buon momento per superare le acclamate foto di Hollywood che tutti conoscono - “;Midnight Cowboy, ”; “;Maratona”; - e guarda alcuni dei lavori del regista che vanno meno celebrati in questi giorni. Un maestro narratore visivo, Schlesinger è stato in grado di parlare di volumi con la sua macchina fotografica, leggendo tra le righe delle sue sceneggiature. L'uomo che ha creato Julie Christie una stella ha lavorato più volte con molti degli stessi attori e ha tirato fuori spettacoli naturalistici e sfumati mettendo sempre al primo posto il personaggio, e come uno dei pochi registi apertamente gay a Hollywood, è stato responsabile di alcuni dei look più lungimiranti della sessualità della loro era. Ecco alcuni dei nostri preferiti che dovresti cercare o rivedere nel periodo che precede l'uscita di Criterion di 'Sunday Bloody Sunday'. in ottobre.

magnolias tom cruise

“Billy Liar” (1963)
Avendo vinto il Leone d'oro a Venezia per il documentario “Capolinea'E l'orso d'oro a Berlino per il suo debutto nella fiction “Un tipo di amore'In anni consecutivi, Schlesinger ha avuto molto da vivere con il suo terzo film. Fortunatamente, ha realizzato 'Billy Liar, 'Una voce fondamentale nel movimento' British New Wave 'che è un po 'più strano e più divertente di alcuni dei suoi contemporanei. Basato sia sul romanzo di Keith Waterhouse e il gioco di Waterhouse e Willis Hall, il film segue William 'Billy' Fisher (Tom Courtenay, per cui era subentrato Albert Finney nella commedia del West End), un impiegato di un becchino in un villaggio nello Yorkshire che è anche bugiardo compulsivo, indulgendo in fantasie di fama e fuga. Non tanto Angry Young Man quanto Restless And Petulant Young Man, Billy è già fidanzato con due ragazze, ma si innamora di un terzo, Liz spontaneo e di buon umore (Julie Christie nel suo ruolo di breakout, e rivendicando con forza il titolo di donna più bella della storia dell'umanità), e inizia a diventare più serio riguardo ai suoi piani per andare a Londra come sceneggiatore televisivo. Il film è un po 'più affascinante e leggero di alcuni dei suoi contemporanei nella New Wave britannica (a volte sembra un precursore di 'La laurea'- non è una sorpresa Dustin Hoffman ha scelto Courtenay come protagonista nel suo imminente lavoro di regista 'Quartetto“), Ma il senso di un'era che cambia - edifici abbattuti intorno a Billy, il volto della sua casa che sta per cambiare per sempre - ossessiona il film, e Billy ha certamente in lui la vena ribelle degli anni '60. Potrebbe essere una parte inimmaginabile, ma Courtenay, in una performance davvero meravigliosa, ci tiene quasi dalla sua parte. E quando non riesce a salire sul treno per Londra con Liz alla fine, ancora mentendo a lei e, in una certa misura, a se stesso, il nostro cuore non si spezza solo per lui, ma capiamo anche che potrebbe prepararsi a crescere , stare a casa per sistemare la vita che già ha e non scappare per trovarne una nuova. Il film è stato dimenticato negli Stati Uniti per molto tempo, ma a Criterio il rilascio lo ha aiutato a vincere l'acclamazione che merita da tempo.



“Darling” (1965)
Tom Courtenay potrebbe essere stata la stella di “;Billy Liar, ”; ma Julie Christie se ne andò con il film, facendo semplicemente oscillare la borsetta proprio su quel treno per Londra dove la prendiamo (apparentemente) in “;tesoro. ”; Non è lo stesso personaggio, ma lo stesso tipo di personaggio, uno che ha affascinato Schlesinger; la moderna donna indipendente, sessualmente libera e resistente alle norme del matrimonio ma trattenuta da una società che non si è abbastanza evoluta per contenerla. Schlesinger e Christie raggiunsero quella simbiotica relazione regista-stella, in cui era semplicemente un'estensione naturale della sua persona e la catturò magnificamente. Christie è magnetica come la modella Diana Scott, alla deriva da e verso uomini diversi nella Londra degli anni '60, ed è stata meritatamente premiata con un Oscar come migliore attrice per il film. Schlesinger è stato nominato come miglior regista e cattura all'epoca l'energia unica di Londra in un elegante bianco e nero, una fotocamera liscia ma cinetica che vede tutti gli aspetti del mondo di Diana, senza mai giudicare, ma senza mai allontanarsi da alcuni dei brutti verità nella sua vita spesso glamour. Diana finisce congelata in una prigione a suo disegno, e il personaggio alla fine del film è piuttosto deprimente rispetto al folletto libero e negligente che era una volta, ma Schlesinger chiarisce che è la società che imprigiona davvero Diana nonostante il scelte con cui deve convivere. “; caro ”; ha continuato il mondo che è stato costruito in 'Billy Liar'. e Schlesinger ha dimostrato il suo talento e la sua brillantezza assoluta con una fotocamera con il suo terzo lungometraggio.



“Lontano dalla folla impazzita” (1967)
Dopo Julie Christie ha vinto il suo Oscar interpretando un modello dallo spirito libero del momento in 'tesoro, 'Schlesinger l'ha lanciata in questo pezzo d'epoca, un adattamento di Thomas Hardy romanzo con temi decisamente moderni di sesso, amore e matrimonio. Christie interpreta Bathsheba, una donna indipendente volitiva che eredita una proprietà agricola e decide di gestirla da sola. Rifiuta i pretendenti come il pastore terroso e robusto Gabriel (Alan Bates) e il vecchio proprietario terriero Boldwood (Peter Finch, ottimo anche in “;domenica sanguinosa domenica”;) perché non le ama veramente e non può sposarsi senza amore. Diventa estasiata dal sexy e furbo militare Troy (Timbro Terence) che la seduce, la sposa e poi non scherza, finge la propria morte e si unisce al circo per porre fine alla loro unione tempestosa. È un film meraviglioso, che raffigura sontuosamente la campagna rurale inglese, ma la macchina fotografica di Schlesinger fa molto di più che catturare la sua bellezza naturale; interpreta il materiale, commentandolo visivamente e creando uno sguardo soggettivo nel mondo di Bathsheba (aiutato in minima parte dalla cinematografia di Nicolas Roeg). Sia che si tratti di una sequenza psichedelica di Troia che la seduce con il suo gioco di spade (smettila di ridacchiare dietro ...) o di una semplice panoramica di un carillon, parla a volume della stazione di Bathsheba e del suo stato mentale. 'Darling' di Schlesinger è finito congelato sulla copertina di una rivista, bloccato in un matrimonio nel mondo moderno, e in 'Madding Crowd', questi temi riappaiono, la donna libera intrappolata nell'ambra di un matrimonio tradizionale, amore e il sesso è molto più complicato e pieno di pericoli di quanto sembri. Il regista ha trapiantato la persona di Christie che ha già contribuito a stabilire in questo pezzo d'epoca per fare il suo commento su sesso e matrimonio nei tempi moderni. È uno sprite appassionato e dai capelli selvaggi in questo film, e lo riempie del suo unico potere femminile. Schlesinger aveva chiaramente una passione per le donne forti e non è più chiaro che in 'Lontano dalla folla impazzita'. Le dita incrociate per una versione Blu-ray di questo splendido classico sottovalutato presto.

hotel vicino al fiume

“Sunday Bloody Sunday” (1971)
Mentre noto come il famigerato incidente di tiro di manifestanti civili irlandesi disarmati dall'esercito britannico che ha generato il famoso U2 canzone, John Schlesinger è arrivato al titolo un anno prima con il suo controverso (e socialmente rivoluzionario) dramma amoroso del triangolo amoroso. Nominato per quattro Oscar - Attore, attrice, regista e sceneggiatura originale - Schlesinger è sempre stato conosciuto per aver esplorato la complessità delle relazioni umane e con 'domenica sanguinosa domenica', Ha aiutato a introdurre l'argomento tabù della bisessualità nel mainstream. Peter Finch stelle (in una parte originariamente prevista per Alan Bates e ha suonato per le prime due settimane di riprese di Ian Bannen, che è stato licenziato a causa del suo nervosismo per aver baciato un altro uomo) come medico ebreo che ha una relazione aperta con lo spirito libero e bohemien dell'artista Bob Elkin (Murray Head). Il problema per il personaggio di Daniel Hirsh di Finch è che Elkin ha anche una relazione senza impegni con Alex Greville (Glenda Jackson) e il dramma psicologico oscilla tra le gelosie, le insicurezze e i dolori che si verificano quando si tenta di navigare in un triangolo così complicato. Schlesinger non saggiamente pubblicizza né la sessualità né 'Sunday Bloody Sunday'. avrebbe potuto essere essenzialmente una storia d'amore su tre persone di qualsiasi orientamento sessuale. In effetti, considerato che ha quarant'anni, è straordinario che sia stato in grado di trattare il personaggio di Finch in modo così pratico, anche se ovviamente meno quando si tiene conto delle inclinazioni sessuali del regista. Non vediamo l'ora di Criterio edizione di ottobre molto, non da ultimo un'altra occasione per dare un'occhiata a un quattordicenne Daniel Day-Lewis, che fa il suo debutto sullo schermo nel film.

“Cold Comfort Farm” (1995)
Per la maggior parte, Schlesinger perse il suo mojo poco dopo gli anni '70; alcuni film decenti, come il dramma della guerra fredda “Il falco e il pupazzo di neve'Ha seguito, ma poco che meritava di sedersi accanto al suo miglior lavoro. Tuttavia, il regista ha realizzato alcuni fantastici drammi TV nel Regno Unito, in particolare un adattamento di Alan Bennett'S 'Una domanda di attribuzione' e 'Un inglese all'estero, 'E una piccola foto si distingue in particolare, in parte perché ha ottenuto un rilascio teatrale negli Stati Uniti -'Cold Comfort Farm. ”Schlesinger era stato un fan di Stella Gibbons'1933 romanzo comico, una parodia di scrittori come D.H. Lawrence e Thomas Hardy (ci sono sicuramente echi di 'Madding Crowd' nel film) per decenni, e il BBC / Thames Television l'adattamento è stato perfettamente programmato, a un certo punto Merchant-Ivory e i loro knock-off hanno dominato l'industria. La trama potrebbe essere di uno di quei film: l'orfana Flora Poste (allora 21enne Kate Beckinsale, in uno dei suoi primi ruoli) è rimasta con solo £ 100 all'anno per il suo mantenimento e spera di trovare un posto dove vivere con i parenti. A quanto pare, l'unico posto disponibile è con gli Starkadder arretrati, che possiedono la fattoria più orribile del mondo in campagna. Sono un gruppo felice e Flora ottimista si propone di risolvere i loro vari problemi, dal figlio più giovane (Rufus Sewell) desiderio di essere nei film, alla profonda depressione della madre (Eileen Atkins). È sempre divertente e gloriosamente divertente, anche se non hai familiarità con i libri che sta prendendo in giro e Schlesinger si sente rinvigorito dal materiale; porta un'atmosfera quasi gotica nella fattoria e dirige con l'energia di un uomo molto più giovane. È un film profondamente giocoso, che si estende al cast, ognuno dei quali sembra divertirsi Ian McKellen 's predicatore di fuoco e zolfo a Stephen FryIntellettuale intellettuale amato. Forse, il più impressionante in retrospettiva, è Beckinsale, che prende una parte difficile e la fa salire; è difficile conciliare la promessa mostrata qui con la successiva carriera di colpire i vampiri in faccia. Una gemma davvero sottovalutata.

- Katie Walsh, Oliver Lyttelton, RP



Articoli Più

Categoria

Revisione

Caratteristiche

Notizia

Televisione

Kit Di Strumenti

Film

Festival

Recensioni

Premi

Botteghino

Interviste

Cliccabili

Elenchi

Videogiochi

Podcast

Contenuto Del Marchio

Premiazione Della Stagione Dei Premi

Camion Del Film

Influencers