'Esci': Jordan Peele rivela il vero significato dietro il luogo sommerso

'Esci'



'Get Out' di Jordan Peele sta già volgendo al termine la stagione dei premi. Non solo il film è il raro film horror che sta colpendo un accordo con elettori di premi e gruppi critici, ma sta anche seguendo le orme di 'The Silence of the Lambs', essendo un grande contendente all'Oscar pubblicato a febbraio. Il debutto alla regia di Peele gli è valso gli onori dei Gotham Awards, del National Board of Review e del New York Film Critics Circle, e il regista si sta impegnando a fondo nel circuito per ricordare agli elettori quanto sia realmente attuale 'Get Out'.

Peele si è recentemente unito a Greta Gerwig, Darren Aronofsky, Sean Baker, Kathryn Bigelow, Guillermo del Toro, Greta Gerwig e Angelina Jolie per la tavola rotonda dei registi del Los Angeles Times, e ha trascorso una notevole quantità di tempo a fare luce su uno dei suoi film parti più iconiche: The Sunken Place. Peele aveva twittato a marzo che il Sunken Place era un simbolo per gli 'emarginati'.



The Sunken Place significa che siamo emarginati. Non importa quanto duramente gridiamo, il sistema ci mette a tacere.



- Jordan Peele (@JordanPeele) 17 marzo 2017

rick and morty s3 ep9

'Non importa quanto duramente gridiamo, il sistema ci mette a tacere', ha scritto Peele. Ora il regista ha rivelato più significato del malefico purgatorio del film, dicendo al Los Angeles Times che il Sunken Place era il suo modo di commentare la mancanza di rappresentanza nera nel film e nel genere horror, in cui i personaggi neri sono spesso i primi essere assassinato. I pensieri di Peele sul Luogo sommerso sono i seguenti:

Sai quando andrai a dormire e ti senti come se stessi per cadere, quindi ti svegli? E se non ti svegliassi mai? Dove caderesti? E questa è stata per me l'idea più straziante. E mentre scrivo diventa chiaro che il posto sommerso è questa metafora del sistema che sta sopprimendo la libertà dei neri, di molti estranei, di molte minoranze. Ci sono molti posti affondati diversi. Ma questo è diventato in particolare una metafora del complesso carcerario-industriale, la mancanza di rappresentanza dei neri nei film, nel genere. La ragione per cui Chris nel film sta cadendo in questo posto, essendo costretto a guardare questo schermo, non importa quanto forte urli allo schermo che non riesce a far passare l'agenzia. Non è rappresentato. E questa, per me, è stata questa metafora per il pubblico horror nero, una base di fan molto fedele che viene a questi film, e noi siamo quelli che moriranno per primi. Quindi il film per me è diventato quasi una rappresentazione nel genere, in se stesso, in un modo strano.

“Get Out” ha recentemente vinto a Peele i migliori premi per il primo film alla NBR e al NYFCC. Il film è ora disponibile per lo streaming su HBO GO.



Articoli Più

Categoria

Revisione

Caratteristiche

Notizia

Televisione

Kit Di Strumenti

Film

Festival

Recensioni

Premi

Botteghino

Interviste

Cliccabili

Elenchi

Videogiochi

Podcast

Contenuto Del Marchio

Premiazione Della Stagione Dei Premi

Camion Del Film

Influencers