Come il cast di 'Fargo' della seconda stagione ha ottenuto il proprio lavoro e la gioia che hanno trovato in loro


Non c'è molta neve sul terreno ad aprile a Calgary, ma 'Fargo' è rotolato con esso. Sostituire il Canada con l'America del Midwest è uno dei pochissimi compromessi che il dramma FX fa. Entrando ora nella sua seconda stagione, la serie ispirata al classico film di Coen Brothers è diventata un perfetto esempio di come prendere un tono e costruire un franchise; qualcosa di cui tutti i soggetti coinvolti sono abbastanza consapevoli. (E, in alcuni casi, nervoso per aver rovinato tutto.)





LEGGI TUTTO: Recensione: La stagione 2 di 'Fargo' evolve oltre i tropici dell'antieroe (e trova il suo sorriso)

Durante una visita sul set, mentre la seconda stagione era ancora in produzione, Indiewire ha parlato con i membri chiave del cast Ted Danson, Patrick Wilson, Kirsten Dunst, Jeffrey Donovan, Ann Cusack e Cristin Milioti, oltre allo showrunner Noah Hawley. Di seguito, rivelano com'è diventare parte del mondo di 'Fargo', dalla violenza all'umorismo agli accenti.



Come hanno ottenuto il lavoro

NOAH HAWLEY [showrunner]: È un grande ensemble, anche di più rispetto allo scorso anno. Ci sono alcuni giocatori importanti in una storia molto grande, quindi non puoi davvero misurarne l'importanza dal conteggio delle pagine all'ora. A volte, un personaggio in un'ora avrà meno da fare rispetto a un altro personaggio in un'ora, quindi è necessario mettersi al telefono e dire 'Ecco dove stai andando ed ecco il viaggio che stai facendo', e sentili e basta.



A volte dirai che un'offerta è soggetta a una riunione o una conversazione, e questo vale tanto per loro quanto per te. Sapevo che Patrick Wilson era il ragazzo per il ruolo, ma ho avuto un paio di conversazioni con lui. Parte di ciò sono attori che non sono abituati a lavorare in televisione. Stai cercando di dire loro qual è il ruolo. Sono abituati a leggere l'intera storia ma hai dato loro una o due ore. Quindi devi spiegare loro dove va e cosa fa il loro personaggio.

JEFFREY DONOVAN ['Dodd Gerhardt']: Quando lo stavo guardando, non c'era ancora una seconda stagione. E nessuno ha parlato di una seconda stagione. E poi, una volta finito lo spettacolo, penso che sia stato come due settimane dopo, ho ricevuto una telefonata del tipo: 'Noah vuole Skype con te'. Ero tipo, 'Noah Hawley? Okay … ”E siamo saliti su Skype e abbiamo parlato per un'ora e abbiamo parlato dello show e di come fosse“ Burn Notice ”. Non sapevo che fosse un mio fan di una serie che ho fatto dieci anni fa chiamato 'Touching Evil'. Era la mia prima serie, ed era a Vancouver. E dice: 'Sono stato un tuo fan da quando ho toccato il male.' 'Ed ero tipo,' toccando il male? ' Quando siamo usciti dal telefono, ho avuto l'offerta di giocare a Dodd.

HAWLEY: Inizialmente ho lavorato con Jeffrey Donovan. Era uscito dal comando di 'Burn Notice', e sono entrato in Skype con lui non conoscendolo davvero come attore e non sapendo dove lo volessi necessariamente. E più tempo trascorrevo con lui, avevo solo l'istinto di poter interpretare il figlio maggiore di questa famiglia criminale. A molti livelli, lo considereresti un cattivo, ma in realtà è solo un personaggio potente e rialzista. Era qualcosa che non gli avrei offerto se non avessi trascorso quel tempo con lui.

DONOVAN: In realtà ho chiesto a Noah perché mi ha scelto come Dodd e lui ha detto: 'Non lo so. Sei appena uscito con un senso di potere. Penso che Dodd esca con un senso di potere, e ho pensato che tu abbia le braciole per trovare l'umorismo in esso. ”Giocare pesante con l'umorismo è difficile.

walking dead stagione 9 episodio 10

KIRSTEN DUNST ['Peggy Blomquist']: Ho rivisitato 'Fargo' il film, e ovviamente avevo visto lo spettacolo e avevo letto due dei [nuovi] script prima di farlo. Ma è stato un ruolo così grandioso, anche quelle due sceneggiature, è stato semplicemente: 'Dove sta andando questo personaggio, e sarà molto divertente da interpretare'.

CRISTIN MILIOTI ['Betsy Solverson']: Mi ha chiamato per interpretare Betsy e abbiamo parlato a lungo e ha spiegato chi fosse questa donna. All'epoca non c'erano molti script, quindi avevo molte domande e abbiamo parlato al telefono una notte per circa un'ora. E mi ha davvero venduto su di esso, e poi ho visto lo spettacolo. Non avevo visto lo spettacolo prima della chiamata e penso che se l'avessi visto, sarei stato troppo spaventato per fare domande. Quindi andava bene. L'ho visto in due giorni. Nel momento in cui sono uscito dal telefono con lui, ho pensato: 'Lo farò'. Proprio come se mi avessi assolutamente preso a bordo, e poi ho avuto il vantaggio di guardarlo nello show ed ero tipo ' oh, questa è la cosa migliore di sempre. ”

HAWLEY: A volte sai più specificamente dove qualcuno si inserirà in un ruolo. Nick Offerman, ho pensato a lui per questo ruolo e ci siamo seduti insieme e, come scritto nelle prime due ore, era solo un colore locale. Gli ho detto: 'No, ho un piano per te nella storia.' Si tratta solo di sentire le persone fuori e ottenere un senso di chimica.

rick and morty 307

Miliou: Una delle cose principali che mi ha venduto è stato il modo in cui ha continuato a parlare del ruolo di Molly [interpretato da Alison Tolman nella Stagione 1]. Continuava a parlarne come questa donna forte sulla falsariga di Marge Gunderson, e il film è tra i miei film preferiti di tutti i tempi. Quel personaggio di Marge è uno dei miei personaggi preferiti di tutti i tempi. E stava parlando della donna forte. E come voleva che questo personaggio fosse una donna forte, intelligente e intelligente. Indipendentemente dal periodo di tempo, indipendentemente dalla regione, e anche quello mi ha davvero parlato. È così importante e raro, in termini di ruoli per le donne.

Come rendere divertente il dramma

TED DANSON ['Hank Larsson']: Gioca al dramma. Sii sincero. Gioca con la serietà e la serietà di ciò che stai dicendo - che a volte non è la cosa più intelligente del mondo da dire - e ti senti divertente. Non devi giocare niente di divertente qui. Devi solo giocarci con molta serietà. Non stiamo raccontando barzellette. L'umorismo è sulla pagina. È stato scritto per noi.

PATRICK WILSON ['Lou Solverson']: Essendo un ragazzo di teatro molto prima che facessi film, mi sento sempre come se la cosa fosse la commedia. Il mio compito è raccontare la storia. Non provo a scuotere la barca perché so che Noah ha una buona padronanza del tono. Detto questo, ci sono alcuni momenti in cui pensi: 'Potrei colpirlo comicamente, vuoi che io lo giochi, vuoi che io faccia lo scherzo '>

DONOVAN: Sono stato sorpreso, non perché stavo cercando di interpretare qualsiasi umorismo, ma ho avuto molte risate nel mio ruolo. E non è una risata, è stata una battuta divertente. È più come se ridi di lui perché sai quanto è stupido. C'è una scena in cui sto cercando di dare consigli a mia figlia, ed è probabilmente il peggior consiglio che un padre possa mai dare a sua figlia, e aspettare che tu lo ascolti.

Questa è la prima barba di Ted Danson

DANSON: Noah, quando abbiamo parlato per la prima volta, ha detto: 'Faresti crescere la barba'> 'Pensavo di riuscire a uccidere più persone'

ANN CUSACK ['Il giudice']: Sono un pacifista totale e mi occupo del movimento per la pace, ma questa è la mia unica cosa. Ogni volta che riesco a fare qualsiasi tipo di combattimento sul palcoscenico o sparare, mi eccito così tanto.

DONOVAN: Ho chiesto a mia moglie perché le piace guardare i Kardashian. Io non. Dice: 'Perché non ho un dramma nella mia vita, posso vederlo sullo schermo e ridere del loro dramma'. E questo ti eleva perché poi vai, 'Sono distaccato da quel dramma'. E penso in alcuni modi in cui guardiamo qualcosa ed è difficile o scomodo e ridiamo - penso che ci distacchi da quello. Ci sentiamo al sicuro, ma possiamo vedere qualcosa di pericoloso.

CUSACK: Conosco il modo in cui preparano le cose, iniziano la stagione con una specie di morte orribile, massacro, follia, e poi tutto si sviluppa da lì. È una specie del genio di Noah e della scrittura: non sai come si svolgerà, ed è davvero grandioso.

sei il peggior episodio 1 della stagione 5

WILSON: È una cosa molto 'Fargo'. Il peso che dà a Bill Macy [il film originale], cercando di tagliarlo prima che accada. Questa è l'intera lotta. Entrambi credono nel bene dell'umanità e vogliono che la loro famiglia viva in un mondo in cui va bene. Non è solo 'ci sono questi crimini atroci che accadono in una piccola città', voglio dire, è un dato di fatto.

Dunst: Pensavo di riuscire a uccidere più persone, a dire il vero. Ne sono rimasto un po 'deluso.

“A Pedigree of Cinematic Gold”

DONOVAN: La prima cosa che devi ricordare a te stesso è che si tratta di un pedigree d'oro cinematografico. È un tono di fratello Coen e non c'è nessun tono di fratello Coen. Solo i fratelli Coen lo hanno inventato. Ed è un tono molto specifico che se lo manchi, è una parodia o è una farsa. Quindi sai che stai entrando e vuoi rispettarlo. E ci sono cose complesse su cui lavori che sono solo noiose di cui parlare e troppo lunghe per parlare, ma tu vuoi aderire a questo ed essere fedele ad esso. E vuoi realizzare ciò che Noah immagina per il tuo personaggio, quindi parli molto con lui al riguardo. E infine, che è un credito per lui, ti lascia libero. Dice: 'Mostrami chi è Dodd'. E apri la bocca e dici le tue battute e lui va, [pollice in alto]. E vai, 'Davvero, ti piace '>

WILSON: Prima ancora di averlo ottenuto, ho davvero [ride] guardando molti film dei fratelli Coen, in particolare 'Fargo', 'Burn After Reading' e 'Lebowski'. Conosco certamente quei film come il palmo della mia mano, che è fantastico. Adoro quei film. Adoro questo mondo. Sono molto affascinato dal tentativo di colpire quel tono.

DONOVAN: Stavo guardando il primo episodio con un piccolo dubbio negli occhi. Ero tipo, no, non lo faranno. E poi quando Martin Freeman prende quel martello a palla e colpisce la moglie in testa, e lei ha questo aspetto di shock, e pensi per un secondo che lo urlerà. Pensi che sarà 'come osi colpirmi in quel modo?' E poi vedi questo piccolo rivolo di sangue. E poi lo vede e non lo dice, ma è come 'Cazzo santo, davvero ...' Sono andato, oh l'hanno fatto. Hanno portato l'umorismo a un omicidio tutto in una esplosione di un momento della vita. È così difficile da fare. Ti sto dicendo, questa è la cosa impossibile da fare. E fu allora che sapevo che questa serie sarebbe stata grandiosa, e lo è stata. Da allora in poi, sono stato agganciato.

Miliou: Ho una tale fiducia. Questo spettacolo è così bello e scritto così bene, c'è questa meravigliosa fiducia che emerge dove è come, 'beh, ce l'hanno.' A volte come attore devi fare dei salti mortali per far funzionare le cose. E puoi percepirlo quando sta accadendo, pensi come, 'okay, devo vendere questa linea, come posso venderla?' E questo non succede mai qui. Se stiamo parlando di me come persona, come Cristin, intendo dire che ero intimidito. Il mio primo giorno sul set è stato proprio come un blackout, un attacco di panico. [ride] Ma sai che sono completamente affidabile per loro e la loro visione.

DONOVAN: [La parte più difficile del concerto è stata] non deludere Noah. È andato là fuori e ha preso un'altalena per le recinzioni nella prima stagione. Ha cercato di fare l'impossibile, di trasformare i fratelli Coen in uno show televisivo per dieci episodi. E poi lo ha fatto e poi tutti lo hanno applaudito e tutti hanno dubitato di lui e gli hanno ancora premiato. Non vuoi semplicemente entrare qui e deluderlo perché è così bello, quello che ha fatto la prima stagione. Non vuoi deluderlo. Questa è la sfida. La recitazione è ciò che facciamo e il dialetto è ciò che fai e cerchi di trovare l'umorismo, prova a trovare il tono, è quello che fai come attore. Ma mettere tutto insieme in modo che Noah salga i pollici, è tutto ciò che speri davvero.

WILSON: È meraviglioso per gli attori masticare questo materiale. Potrei sedermi e fare una scena 100 volte e trovarci diverse cose. Non mi sono mai sentito come se avessi fatto una scena ed ero tipo 'Fantastico! Non c'è altro che io possa fare '. Se mi daranno un'altra idea, ne prenderò un'altra.

DONOVAN: Mi sento come se fossi stato invitato al gioco all-star e le prime due scelte all-star fossero malate e poi ho avuto modo di giocare. Perché mi guardo intorno e sono come, dio, guarda chi è in terza base, guarda chi lancia, guarda chi è il primo, oh mio dio. Sono un po 'un fan sfegatato in questo momento con Jean e Ted e Patrick e Jesse e Kirsten. Spero che tu riesca a superare lo shock rapidamente e poi ti immergi.

Le gioie dell'accento

Miliou: È così divertente. Così divertente, non riesco a smettere di farlo anche nella mia vita reale.

DONOVAN: [Dodd] ha uno degli accenti. Non è carino il Minnesota, questo è certo. È più masticato e sputato Fargo. Lui e sua figlia [Simone] hanno gli accenti più spessi, quindi io e Rachel Heller. È un'attrice canadese fenomenale. Lei interpreta mia figlia, e noi abbiamo il più grosso perché siamo i più duri dei Gerhardts. E la mamma [Floyd, interpretata da Jean Smart] ha il minimo perché è la più istruita, e poi Bear [Angus Sampson] è nel bel mezzo del semplice essere intelligibile.

Quentin Tarantino Harvey Weinstein

Dunst: Ho dovuto entrare nel solco. Avevo già fatto l'accento, per 'Drop Dead Gorgeous', che era decisamente al di sopra di quello che stiamo facendo. Ma non è un accento difficile per me affondare. Mia nonna, è deceduta, ma era del Minnesota, e viene da una fattoria, con una famiglia di dieci persone. Quindi, metà della mia famiglia è del Minnesota. Quindi è in me un po '. Ho trascorso le estati in Minnesota e sono stato fuori nella fattoria.

DANSON: Dici ripetutamente le parole e dici: 'È interessante. Guarda a cosa sto pensando e parlando, guarda come mi sto esprimendo '. E poi metti in primo piano il dialetto, che è così specifico e così interessante. È divertente? Ti fa fermare e ascoltare. Ed è molto serio, sincero e molto ben intenzionato, solo il dialetto ti fa sentire così. Quindi metti insieme tutti quelli e poi cerchi di essere bravo quanto la scrittura. E questo è quello che fai. Cerchi solo di essere bravo come la scrittura. Quando scrivere è davvero buono, ti fa provare ad andare su di esso, invece di tirarti giù. Ti fa raggiungere qualunque cosa sia.

PER SAPERNE DI PIÙ: Kirsten Dunst su Picking TV over Movies, e su come vorrebbe aver ucciso più persone nella seconda stagione di 'Fargo'



Articoli Più

Categoria

Revisione

Caratteristiche

Notizia

Televisione

Kit Di Strumenti

Film

Festival

Recensioni

Premi

Botteghino

Interviste

Cliccabili

Elenchi

Videogiochi

Podcast

Contenuto Del Marchio

Premiazione Della Stagione Dei Premi

Camion Del Film

Influencers