Lucy Boynton manca 'Bohemian Rhapsody', ma 'Non tanto le riprese'

Lucy Boynton



Evan Agostini / Invision / AP / Shutterstock

Sono passati quasi otto mesi da quando 'Bohemian Rhapsody' ha collezionato quattro Oscar agli Academy Awards del 2019 - perdendo il premio per il miglior film al 'Libro verde'. È difficile dire quale dei due film controversi che hanno vinto il primo premio di Hollywood avrebbe fatto arrabbiare più persone - sebbene le quattro vittorie per 'Bohemian Rhapsody' siano state abbastanza sconcertanti per molti. (Soprattutto la sua vittoria da grattacapo per il miglior montaggio.) Dalla difesa della sessualità di Freddie Mercury alla degradazione del regista Bryan Singer, la star di successo Lucy Boynton è stata messa alla prova promuovendo il film biografico sul defunto frontman 'Queen' , che è stato impantanato in controversie molto prima degli Oscar.



'È difficile, perché più ti allontani da esso, più [certi] momenti spiccano e poi tutto [altro] tutti i tipi di sfocature', ha detto Boynton durante una recente intervista. 'Quindi non riesco a vederlo così chiaramente come quando stavamo effettivamente girando, e in un certo senso sento com'era allora.'



i cuccioli si schiantano a Natale

Anche se 20th Century Fox non è stato in grado di rimuovere legalmente il nome di Bryan Singer dal progetto, il regista è stato licenziato dal progetto tra accuse di aggressione sessuale, oltre a notizie di giorni di riprese perse, comportamento 'irregolare' sul set e testa a testa con la stella Rami Malek . Mentre Boynton rimane concentrata sugli aspetti positivi dell'esperienza, allude al comportamento di Singer.

'Sempre più, l'intera esperienza cinematografica è colorata dal cast e da quelle persone con cui siamo ancora tutti in contatto', ha detto. 'Voglio dire, il fatto che abbiamo piena & Bohemian Rhapsody ’; riunioni - meno una - con la stessa frequenza con cui parliamo di volumi, per il materiale in cui tutti hanno creduto in modo così autentico, tutto ciò che ognuno ci ha messo e che è stato un incontro di quelle persone e quel cast. Sono così profondamente nostalgico per l'inizio di quest'anno e per quel periodo - non tanto per le riprese - ma quell'esperienza condivisa con quegli umani. '

Una volta che Singer fu ufficialmente rimosso, il produttore e regista Dexter Fletcher intervenne per completare il progetto. Nonostante gli scatti ripetitivi e visivamente confusi (che portano almeno una persona a definire il film una 'lezione di perfezionamento'), Boynton non ha fatto altro che elogiare il modo in cui il film si è finalmente unito.

'Dexter Fletcher e Denis O Sullivan erano nella sala di montaggio, per fortuna, e quelle persone di cui mi fido con il mio lavoro assolutamente, innegabilmente', ha detto Boynton. “Se fosse stato leggermente diverso, sarebbe stato diverso. Ma la maggior parte delle mie cose è stata diretta da Dexter. E Dennis O 'Sullivan ... ha tenuto un dialogo così aperto con noi durante il montaggio che non avevo mai sperimentato prima. Sembrava [come] un processo collaborativo, e nulla veniva nascosto o preso da nessuno. '

Il processo non convenzionale ha comportato il ruolo di Malek nel processo di modifica. '[Fletcher] e Rami stavano conversando di più, e Rami avrebbe sicuramente pesato', ha detto. “[Fletcher] ci ha tenuti al passo con ciò che stava cambiando e perché, o come sentivano che il tono di una scena stava emergendo più di quanto pensassero. Quando siamo andati a fare i pickup, non ci sono state sorprese. Avevamo tutti una comprensione molto uniforme di ciò che stava accadendo e perché - e questo è davvero raro. ”

Il suo esordio rockbusta non sta rallentando un po 'la sua carriera. L'attrice britannica può attualmente essere vista nel nuovo spettacolo Netflix di Ryan Murphy “The Politician”, la satira politica dell'arco con Ben Platt, Jessica Lange e Zoey Deutch. Per quanto riguarda il suo rapporto con Malek (i due hanno iniziato a frequentarsi durante le riprese e sono stati un oggetto da allora), Boynton è ansiosa di mantenere la sua vita personale separata dalla sua vita professionale - almeno per ora.

è tilda swinton gay

'Non credo', ha detto, quando le è stato chiesto se avesse intenzione di lavorare di nuovo con Malek. 'Forse un giorno. Voglio dire, mi piacerebbe dirigerlo in qualcosa un giorno. Ma adesso è abbastanza difficile tenere separati quei mondi, quindi non mi dispiacerebbe ancora un po 'di tempo per farlo. '(Mentre si dirigeva verso l'ascensore, raddoppiò per chiarire che non intendeva dire che non avrebbe voluto mai lavorare di nuovo con lui.)



Articoli Più

Categoria

Revisione

Caratteristiche

Notizia

Televisione

Kit Di Strumenti

Film

Festival

Recensioni

Premi

Botteghino

Interviste

Cliccabili

Elenchi

Videogiochi

Podcast

Contenuto Del Marchio

Premiazione Della Stagione Dei Premi

Camion Del Film

Influencers