Recensione di 'Mifune: The Last Samurai': un documentario dolorosamente sicuro su una delle star più esplosive del cinema

“Mifune: The Last Samurai”

Nel corso della sua leggendaria carriera di attore, Toshiro Mifune è stato un samurai, un cane randagio e un magnate delle scarpe. Era una musa ispiratrice di uno dei più grandi cineasti del XX secolo, un faro per il cinema giapponese e un ululato ambasciatore per l'intero paese e la sua cultura. Era una forza selvaggia della natura che apprezzava la combustione del controllo, una folata folata di vento la cui energia solo pochi preziosi collaboratori sapevano sfruttare. Era persino, secondo sua figlia, quasi Obi-Wan Kenobi.

L'unica cosa che Toshiro Mifune non era nemmeno capace di essere - era noioso. Almeno non sullo schermo. Almeno non fino ad ora.



premiere stagione 8 di arciere

Una biografia sottile, noiosa e numerica che non riesce a catturare il suo spirito irrefrenabile del soggetto o a contestualizzare correttamente la sua importanza, Steven Okazaki 'Mifune: The Last Samurai'. potrebbe aver creato una solida funzione bonus su un DVD della Criterion Collection, ma sembra troppo debole per sopravvivere da solo. È difficile immaginare per chi potrebbe essere il film: il lavoro di Fans of Mifune raccoglierà poco prezioso da una narrazione così asciutta della sua storia di vita, mentre chi non ha familiarità con l'attore sarebbe saggio incontrarlo da solo termini e guardare uno dei suoi film, invece. L'appeal crudo del ragazzo rimane perfettamente evidente.

Narrosamente narrato da Keanu Reeves, 'L'ultimo samurai'. inizia con una breve storia del film giapponese e dei suoi generi, suggerendo un ambito che Okazaki non può sperare di sostenere durante un documento che dura appena 80 minuti. E mentre è divertente vedere frammenti di filmati dei primi silenzi di chanbara (1926 'Chokon' sembra particolarmente fantastico), né Okazaki né la sua impressionante collezione di teste parlanti hanno la possibilità di esplorare come Mifune è stata informata da - o sovvertito - archetipi preesistenti.

Reeves ci dice che Mifune ha reinventato l'eroe del cinema moderno, ”; ma non riuscirai ad apprezzare appieno il perché a meno che tu non abbia visto alcuni dei 16 film che ha realizzato con Akira Kurosawa. Snippet di “; Rashomon, ”; 'Seven Samurai', ”; “; Yojimbo, ”; e molti altri sono coinvolti nel mix come ci si potrebbe aspettare, ma nessuna di queste brevi clip mostra come si potrebbe vedere una delle esibizioni di Mifune 100 volte e ancora non avere idea di cosa potrebbe fare dopo.

Parte del problema è che è troppo facile essere abbagliati dai dettagli della bizzarra traiettoria di Mifune, iniziata in Cina (dove i suoi genitori lavoravano come missionari), ha portato a un periodo di stallo nell'esercito imperiale giapponese durante la seconda guerra mondiale e poi a un concerto come assistente cameraman alla Toho Productions. Mifune è diventato un attore solo quando i suoi amici hanno presentato la sua foto a un concorso di casting su una scena. “; il suo viaggio fu completamente inaspettato, ”; Reeves intona, 'ma ha fatto ogni passo come se fosse destinato a essere.'

LEGGI TUTTO: Martin Scorsese canta le lodi di Toshiro Mifune

I destini possono essere affascinanti, specialmente col senno di poi, ma Okazaki non dà mai vita a Mifune. Assente il tipo di materiale dinamico di origine che si è elettrificato lo scorso anno 'stupefacente' Ascolta Me Marlon, 'rdquo; il regista non può fare altro che fare affidamento su fotografie d'archivio e sulle testimonianze agiografiche dei bambini e dei colleghi di Mifune. Fortunatamente, Okazaki è troppo scrupoloso e laborioso per non trovare qualche bocconcino interessante. Un intervistato racconta in modo memorabile come Mifune avrebbe dato da mangiare a sukiyaki ai piloti kamikaze prima dei loro ultimi voli, dicendo loro di riservare i loro pensieri morenti alle loro madri. Più tardi, Martin Scorsese riflette su come le collaborazioni tra registi e loro attori possano inasprirsi o esaurirsi nel tempo, l'autore americano traccia un parallelo inespresso alla sua sbiadita collaborazione con Robert De Niro.

Ma ogni volta che 'L'ultimo samurai' si rivolge direttamente a Mifune, Okazaki si allontana da qualsiasi cosa possa complicare le nostre impressioni sul suo protagonista. C'è un breve accenno alle affinità dell'attore per le auto e l'alcool (e come spesso gli piaceva inseguire entrambe le passioni allo stesso tempo), ma è stato spazzato via come tante altre parti della sua vita e sostituito con aria morta.

Pochi film così corti sembrano così tesi, il che è particolarmente bizzarro considerando che lo scrittore accreditato Stuart Galbraith IV una volta ha scritto un'epica avvincente di 1.000 pagine sul rapporto di lavoro tra Kurosawa e Mifune, 'L'imperatore e il lupo'. Forse qualcuno là fuori ha appena visto “; Drunken Angel ”; e non capisce perfettamente che si sono imbattuti in una delle stelle più abbaglianti e volatili del cinema. Per loro, The Last Samurai ”; potrebbe essere la chiave di un mondo che tutti devono vedere da soli. Per tutti gli altri, è il raro film di Mifune che non vale la pena cercare.

Grado: C-

'Mifune: The Last Samurai' si aprirà nei cinema il 25 novembre.

Rimani aggiornato sugli ultimi film e sulle ultime notizie TV! Iscriviti alla nostra newsletter via email qui.

Articoli Più

Categoria

Revisione

Caratteristiche

Notizia

Televisione

Kit Di Strumenti

Film

Festival

Recensioni

Premi

Botteghino

Interviste

Cliccabili

Elenchi

Videogiochi

Podcast

Contenuto Del Marchio

Premiazione Della Stagione Dei Premi

Camion Del Film

Influencers