Bagliore 'Moonlight': creare il colore audace e il contrasto del paesaggio emotivo di Barry Jenkins

Immagine esclusiva 'Moonlight'



Per gentile concessione di Color Collective e A24

l'ultimo jedi dietro le quinte
Guarda la galleria
9 foto

C'è una intrinseca tensione visiva nello sguardo di 'Moonlight' di Barry Jenkin Ambientato nelle dure realtà di Liberty City, una sezione impoverita di Miami dove è cresciuto Jenkins e il co-sceneggiatore Tarell McCraney, il quartiere pieno di sole è pieno di pastelli luminosi colori e rigogliosi alberi verdi tropicali ed erba.



'Tarell definisce Miami un' bellissimo incubo 'e penso che ciò che abbiamo fatto sia dipingere questo incubo con bellissimi toni', ha detto Jenkins a IndieWire in un recente podcast. 'Volevamo abbracciare la tensione di quella bellezza, giustapposta alle cose molto oscure che stanno accadendo ai personaggi della storia.'



PER SAPERNE DI PIÙ: Podmaker Toolkit del regista: & Moonlight ’; Il regista Barry Jenkins rivela il modo non convenzionale di lanciare i suoi tre protagonisti (episodio 10)

Sin dall'inizio, Jenkins e il direttore della fotografia James Laxton hanno discusso di voler allontanarsi da un documentario, o uno sguardo realista, che ci si aspetta da indie americane che affrontano questioni sociali come 'Moonlight'. Volevano un sentimento onirico che ha immerso il pubblico in il mondo del protagonista Chirone, ma era anche radicato nel colore e nella luce di Miami.

Mentre molti cineasti giocano in modo sicuro nell'esporre le tonalità della pelle scura, specialmente in condizioni di luce intensa, Laxton ha costruito il suo sguardo in giro estraendo colori ricchi e belli dai volti degli attori mentre esegue ancora uno dei progetti di illuminazione più audaci dell'anno.

Immagine esclusiva 'Moonlight'

Per gentile concessione di Color Collective e A24

Test dei limiti di contrasto

Per catturare Miami, Laxton sapeva che avrebbe voluto che la pelle degli attori avesse un grande splendore, in modo che il pubblico potesse sentire il sole che batteva su di loro. Costruendo questo, ha deciso che avrebbe spinto davvero il rapporto di contrasto praticamente in ogni scena, utilizzando uno schema di illuminazione a sorgente singola senza luce di riempimento, in modo che la luce cadesse nell'ombra e scolpisse i volti dei personaggi.

'Quando ho visto quelle prime immagini delle riprese di prova, ho subito capito che James e Barry ci stavano davvero provando e questo sarebbe stato un film visivamente aggressivo', ha detto il colorista Alex Bickel, che ha lavorato su una serie di indie stilizzate, come ' Kumiko, Il cacciatore di tesori ',' Rovina blu 'e' Indignazione '.' Barry certamente non stava giocando al sicuro con la storia e non voleva giocare al sicuro con la grafica. Mi ha emozionato. '

Lavorare con il colorista durante la pre-produzione ha dato a Laxton la sicurezza di quanto potesse spingere il contrasto sul set e assicurarsi comunque che ci fossero dettagli e colori intensi, specialmente sui toni della pelle scura del cast quando i loro volti erano in ombra.

'L'idea per noi sul set, a livello di base, è quella di creare un'esposizione che ti consenta di entrare nel DI [Digital Intermediate] con qualcuno come Alex e avere spazio per prendere decisioni sui colori in post', ha dichiarato Laxton. 'Questo è vero per ogni film, ma in particolare' Moonlight ', in cui [c'erano] maggiori opportunità di perdere i dettagli in parti potenzialmente sottoesposte del fotogramma.'

Creazione del grado colore

Un'immagine non elaborata dalla fotocamera rispetto all'immagine finale a colori che appare nel film.

Per gentile concessione di Color Collective e A24

All'inizio della pre-produzione Jenkins e Laxton hanno condiviso le foto con Bickel per esprimere ciò che stavano cercando dalla qualità della luce che volevano.

'Quindi, a partire dal filmato di prova, ho potuto vedere il rapporto di illuminazione e il design che stanno implementando, e il mio lavoro è progettare gradi che possano ottenere l'impatto emotivo che stanno cercando', ha detto Bickel.

LEGGI TUTTO: 'Moonlight': come il punteggio di Nicholas Britell equilibra la poesia e l'hip-hop meridionale

Con 'Moonlight', Bickel ha pensato all'immagine in tre passaggi distinti: crea un bel colore spesso estraendo le informazioni dai toni medi, aggiungi il blu ai neri e stuzzica le luci in modo che ci sia un bagliore bianco sopra Immagine.

Bickel si meraviglia del modo in cui la luce di Laxton cade nell'ombra, modellando i volti dei personaggi, ma che ci sono ancora così tanti dettagli.

'Quando fai un giorno esterno e il tuo voto avrà un livello di contrasto davvero elevato, è difficile non finire con un sacco di nero e un sacco di bianco', ha detto Bickel. '[Con questo film] c'è una così grande presenza sul tono della pelle. Non è mai tagliato dove non puoi entrare per estrarre i dettagli '.

Lavorando a stretto contatto con Jenkins e Laxton, Bickel avrebbe sperimentato i voti per ottenere la tavolozza dei colori e l'aspetto che corrispondevano alla qualità emotiva di ciò che la DP e il regista desideravano. La prima immagine che il trio sentì di aver inchiodato fu questa immagine di Juan (Mahershala Ali).

Un'immagine non elaborata dalla fotocamera rispetto all'immagine finale a colori che appare nel film.

Per gentile concessione di Color Corrective e A24

'Questa foto ha tutto su' Moonlight ',' ha detto Laxton. “Ha le nostre lussureggianti palme tropicali sullo sfondo con il cielo blu brillante che raggiunge il picco. Grande saturazione. Ha quella lucentezza di Miami sulla sua pelle e la pelle di Mahershala ha questo colore incredibile e ancora relativamente scura su un lato. Incapsula il modo in cui volevamo che il film apparisse '.

il signore degli anelli non sono un uomo

Bickel aggiunge che questa immagine è diventata così importante per i tre collaboratori che ci tornerebbero costantemente, usandola come pietra di paragone per come dovrebbe apparire il resto del film.

Emulazione di tre diversi tipi di film

Lavorando con lo scienziato del colore Bill Feightner, Bickel è stato in grado di sviluppare LUT [formule matematiche che modificano le immagini] in modo che il colore in un film risponda in modo simile a come sarebbe se fosse girato su un film specifico. Per 'Moonlight', che è raccontato in tre capitoli distinti, è stata presa la decisione che ogni capitolo avrebbe emulato un diverso film, dando a ciascuno il proprio aspetto.

LEGGI TUTTO: ‘ Moonlight ’; e ‘ Luke Cage ’; Breakout Mahershala Ali sul potere di diversi ruoli

Il primo capitolo è stato impostato per emulare il film di Fuji, che secondo Bickel è un po 'più caldo e mette in risalto molta consistenza nel tono della pelle. Il terzo capitolo utilizzava un calcio di kodak modificato, che secondo Bickel è meno 'frenato' e fornisce più pop e luminosità all'immagine.

Un'immagine non elaborata dalla fotocamera rispetto all'immagine finale a colori che appare nel film.

Per gentile concessione di Color Collective e A24

Il capitolo più distinto di 'Moonlight' è il secondo, che Bickel attribuisce al vecchio film Agfa che doveva rispecchiare. Lo stock di film tedesco in pensione da tempo era noto per l'aggiunta di un ciano ai punti salienti delle immagini, che è ciò che dà alla sezione centrale di “Moonlight” la sua tonalità blu-verdastra. Questo può essere visto nell'immagine sopra di Naomie Harris.

Rimani aggiornato sugli ultimi film e sulle ultime notizie TV! Iscriviti alla nostra newsletter via email qui.



Articoli Più

Categoria

Revisione

Caratteristiche

Notizia

Televisione

Kit Di Strumenti

Film

Festival

Recensioni

Premi

Botteghino

Interviste

Cliccabili

Elenchi

Videogiochi

Podcast

Contenuto Del Marchio

Premiazione Della Stagione Dei Premi

Camion Del Film

Influencers