Oscar 2020: le nostre selezioni di nomination finali, classificate per ogni categoria

Prima di 'C'era una volta a Hollywood'



Sony

La corsa agli Oscar del 2020 si ridurrà a quattro film famosi. Non solo l'Accademia non ha bisogno di un conduttore all'Oscar, ancora una volta, ma più grossolani che mai si contenderanno punti per il voto finale all'Oscar che sarà rivelato il 13 gennaio. film a cui tengono davvero.



seconda stagione 6 ep 5

Due successi globali, $ 1 miliardo di dollari di Todd Phillips 'Joker', Joker (Warner Bros.) e “Once Upon a Time in Hollywood” (Sony) di Quentin Tarantino sono in lizza per diverse categorie tra cui Miglior film, con il mio conteggio, 9 e 12 nomination probabili ciascuna. Lo sceneggiatore e regista Phillips ha preso le sue costolette comiche e le ha applicate a un film drammatico con un'esibizione avvincente di Phoenix al suo interno. Ma per quanto impeccabilmente realizzato come il film, il mix sgraziato di mito di origine DC e realismo sociale ha mancato le nomination ai SAG e ai DGA. E il film sostiene uno specchio della nostra società che fa rabbrividire alcune persone.



Accumulando fino a 12 nomination sarà 'Once Upon a Time in Hollywood' di Tarantino, che ricrea amorevolmente un periodo da showbiz di cowboy, uomini virili e pazzi hippy. Celebra il potere delle star del cinema, mentre Tarantino interpreta Leonardo DiCaprio ('Django Unchained ”;) e Brad Pitt (' ldquo; Bastardi senza gloria ”;) sono divertenti, toccanti e spesso brillanti come la stella occidentale del passato Rick Dalton (che cerca di recuperare il suo mojo), e il suo fedele pilota e stuntman Cliff Booth, che sembra favoloso senza camicia e può ancora comandare il suo pitbull terrier mentre fa scattare il cervello, insieme a Margot Robbie nel ruolo della dolce attrice emergente Sharon Tate, sposata con il regista Roman Polanski. L'Accademia abbraccia e comprende questo film: si tratta di loro.

I diritti di vantarsi possono ancora concludersi con il candidato al miglior film di Netflix, l'epica saga di gangster del periodo epico di Martin Scorsese 'The Irishman', che vantava un rilascio limitato di arthouse insieme a una sontuosa campagna promozionale ed è stato ampiamente visto sulla piattaforma di streaming globale. Potrebbero ottenere 10 annuizioni. Ma mentre Scorsese e il suo venerabile cast sono venerati, c'è ancora resistenza alla vittoria dello streamer come miglior film.

La satira nazista dell'autore neozelandese Taika Waititi 'Jojo Rabbit' (Fox Searchlight) è scoppiata al Toronto International Film Festival con il premio del pubblico vinto da molti vincitori del Best Picture, da 'Slumdog Millionaire' a 'Green Book'. È un forte successo d'autore con recensioni contrastanti, il che è insolito. Ma a giudicare dalla sua perfetta interpretazione della Gilda, il film è supportato in tutti i settori e potrebbe ottenere cinque nomination.

Anche a caccia c'è la nomination all'Oscar coreano da record 'Parasite' (Neon) di quest'anno, che ha totalizzato 130 milioni di dollari in tutto il mondo fino ad oggi, e ha vinto un Golden Globe in lingua straniera, ma dovrebbe ottenere sette nomination. In realtà, 'Parasite' è su una traiettoria così ascendente che potrebbe rubare il miglior regista o addirittura il miglior film dall'attuale preferito Tarantino. Con il 20% dell'Accademia ora internazionale, questo ha un colpo in alcune grandi vittorie.

'L'irlandese'

Netflix

Quattro di questi film - 'The Irishman', 'Jojo Rabbit', 'Once Upon a Time in Hollywood' e 'Parasite' - hanno punteggi quasi perfetti per le nomination alla gilda, mostrando un forte sostegno da parte di attori e artisti, tra cui SAG Ensemble, DGA , PGA e WGA annuiscono (Tarantino non è idoneo). Sia 'Joker', la cui stella Joaquin Phoenix potrebbe vincere il miglior attore, sia il film di guerra one-take '1917' di Sam Mendes mancavano al SAG Ensemble; probabilmente, il rilascio tardivo di '1917' potrebbe aver perso alcuni voti SAG iniziali. Anche senza recitare annuisce, potrebbe ottenere sette nomination.

Il numero di nomination non significa sempre molto quando si tratta di vincere il miglior film: 'Green Book' ha vinto con quattro e senza un cenno del SAG Ensemble.

Le registe e compagne di vita Noah Baumbach e Greta Gerwig sono in lizza per le nomination con i loro film 'Marriage Story' (Netflix) e 'Little Women' (Sony), che vantano entrambi un supporto maggiore da scrittori e attori che dagli artigiani. La star di “Marriage Story” Adam Driver è contro Phoenix come miglior attore, mentre Saoirse Ronan e Florence Pugh potrebbero ottenere nomination come sorelle di marzo Jo e Amy in “Piccole donne”. Oppure no. Entrambi i film dovrebbero finire con le nomination per la sceneggiatura, rispettivamente per Original e Adapted. 'Marriage Story' potrebbe finire con un massimo di sette e 'Piccole donne' con un minimo di tre slot Oscar.

'1917'

Universal Pictures

Sia '1917' che 'Ford v Ferrari' godono di un notevole sostegno da parte dell'artigianato, ma il film di guerra nominato da Mendes alla DGA vanta più gravitas rispetto all'intrattenimento di auto da corsa ben eseguito ma ingannevolmente semplice di James Mangold, che potrebbe segnare sei punti.

I film con il supporto primario degli attori includono “Judy” (Roadside Attractions), la cui star vincitrice del Globe Renée Zellweger si sfiderà per la migliore attrice contro Charlize Theron, star del candidato al SAG Ensemble “Bombshell”, che potrebbe segnare tre nomination; il film indipendente “The Farewell” (A24), con Awkwafina e Zhao Shuzhen, che potrebbero ottenere quattro nomination; “Rocketman” (Paramount), con il musical vincitore del Globe Taron Egerton nei panni del vistoso Elton John, che ha vinto il Globe come miglior canzone; e il successo al botteghino “Harriet” (Focus Features), con la cantante e attrice britannica Cynthia Erivo.

Oltre ai primi cinque contendenti per il miglior film, il campo potrebbe contenere fino a 10 nominati, a seconda di quanto siano votati gli appassionati quest'anno. Mentre l'inclusione è ancora un fattore forte con un organo di voto sempre più diversificato, solo la candidata alla regia femminile Gerwig ('Lady Bird') è un lungometraggio per un posto come miglior regista quest'anno - e si confronta con Baumbach per il quinto posto. Potrebbero bussare a vicenda.

Solo il 32% degli elettori dell'Accademia, tuttavia, sono donne. Quindi potremmo anche vedere il dominante contingente bianco-maschio dell'Accademia verso 'L'irlandese', 'Joker' e 'C'era una volta a Hollywood'.

Storicamente, le statistiche rivelano che la maggior parte dei film ha bisogno di una nomination al SAG Ensemble per vincere, ma i vincitori del SAG non corrispondono sempre alle vincite come Miglior film. L'anno scorso il vincitore dell'Ensemble è stato il film 'Pantera nera' della Marvel, preceduto da 'Tre cartelloni pubblicitari fuori dal riflusso, Missouri' e 'Figure nascoste' di Searchlight '. Le rare eccezioni alla regola sono il vincitore del miglior film del 2019 'Green Book', che come 'The Shape of Water', mancava di una nomination al SAG Ensemble ma vinceva comunque. Candidati per il miglior film “The Favorite”, The Revenant ”; e 'La La Land' hanno anche perso le nomination ai SAG Ensemble.

'Parassita'

vma 2016 spettacolo completo online

Neon

Nella corsa al cinema straniero, tre protagonisti sono il vincitore della Parme 'Parasite' di Neon, 'Les Miserables' di Amazon e 'Pain and Glory' di Sony Pictures Classics, che potrebbe anche ottenere un posto come miglior attore per il vincitore di Cannes Antonio Banderas. Gli altri due nominati sono probabilmente il film salutato da Mati Diop a Cannes 'Atlantics' (Senegal) e il dramma di sopravvivenza dell'olocausto in Ungheria 'Quelli che sono rimasti', o forse, il documentario macedone di Neon 'Honeyland'.

Nella corsa al documentario, la saga della fabbrica cinese-americana di Netflix “American Factory”, il profilo apicoltore macedone di Neon “Honeyland” e l'impresa archivistica “Apollo 11” e l'esposizione della Cina di Amazon “One Child Nation” dovrebbero sbarcare alle slot. Dei due straordinari film siriani in lizza, il vincitore dell'IDA “For Sama” (Channel 4 e PBS) ha attirato più attenzione di “The Cave” (NatGeo).

Ecco le mie ultime previsioni sugli Oscar, in ordine di probabilità di vittoria. Impariamo i risultati all'alba del 13 gennaio.

La migliore immagine
" C'era una volta a Hollywood ”; (Sony)
“; Parasite ”; (Neon)
“; L'irlandese ”; (Netflix)
“; Jojo Rabbit ”; (Fox Searchlight)
“; 1917 ”; (Universale)
“; Joker ”; (Warner Bros.)
“; Storia del matrimonio ”; (Netflix)
“; Piccole donne ”; (Sony)
“; Ford v Ferrari ”; (Disney / Fox)
" L'addio ”; (A24)

Miglior regista
Bong Joon Ho (“; Parasite ”;)
Quentin Tarantino (“; C'era una volta a Hollywood ”;)
Martin Scorsese (“; The Irishman ”;)
Sam Mendes (“; 1917 ”;)
Taika Waititi (“; Jojo Rabbit ”;)

Miglior attore
Adam Driver ('Storia del matrimonio')
Joaquin Phoenix ('Joker')
Leonardo DiCaprio (“C'era una volta a Hollywood”)
Antonio Banderas ('Pain and Glory')
Christian Bale (“; Ford v Ferrari ”;)

Migliore attrice
Renee Zellweger (“; Judy ”;)
Charlize Theron (“; Bombshell ”;)
Scarlett Johansson (“; Marriage Story ”;)
Cynthia Erivo ('Harriet')
Awkwafina ('L'addio')

Miglior attore non protagonista
Brad Pitt ('C'era una volta a Hollywood')
Tom Hanks ('Una bella giornata nel vicinato')
Al Pacino ('L'irlandese')
Joe Pesci ('L'irlandese')
Song Kang Ho ('Parasite')

Miglior attrice non protagonista
Laura Dern ('Storia del matrimonio')
Scarlett Johansson ('Jojo Rabbit')
Florence Pugh (“Piccole donne”)
Margot Robbie ('Bomba magica')
Zhao Shuzhen ('L'addio')

Miglior sceneggiatura adattata
Taika Waititi ('Jojo Rabbit')
Steve Zaillian ('L'irlandese')
Anthony McCarten ('I due papi')
Greta Gerwig ('Piccole donne')
Todd Phillips e Scott Silver ('Joker')

Migliore sceneggiatura originale
Noah Baumbach ('Storia del matrimonio')
Quentin Tarantino (“C'era una volta a Hollywood”)
Bong Joon Ho e Han Jin Won ('Parassita')
Pedro Almodovar ('Pain and Glory')
Lulu Wang ('L'addio')

Migliore caratteristica animata
“; ho perso il mio corpo ”;
'Toy Story 4'
“; Frozen II ”;
'Come addestrare il tuo drago: il mondo nascosto'
'Collegamento mancante'

Miglior cortometraggio animato
“; Hair Love ”;
“; Kitbull ”;
“; Mind My Mind ”;
“; The Physics of Sorrow ”;
“; Suor ”;

Miglior cortometraggio live action
'Fratellanza'
“I vicini ’; Finestra'
'Una sorella'
“Piccole mani”
'Profugo'

Migliore fotografia
Roger Deakins (“; 1917 ”;)
Robert Richardson (" C'era una volta a Hollywood ”;)
Lawrence Sher (“; Joker ”;)
Rodrigo Prieto (“; The Irishman ”;)
Phedon Papamichael (“; Ford v Ferrari ”;)

I migliori costumi
Ariane Phillips ('C'era una volta a Hollywood')
Ruth E. Carter ('Dolemite Is My Name')
Julian Day ('Rocketman')
Mark Bridges ('Joker')
Sandy Powell e Christopher Peterson ('The Irishman')

Miglior documentario
'Fabbrica americana'
'Per Sama'
“Honeyland”
'Apollo 11'
'One Child Nation'

Miglior cortometraggio documentario
'Fire in Paradise' (Netflix)
“; Imparare a pattinare in una Warzone (se sei una ragazza) ”; (Lifetime Films, A&E IndieFilms)
'Life Overtakes Me' (Netflix)
'Stay Close' (New York Times Op-Docs)
'Walk Run Cha-Cha' (New York Times Op-Docs)

Miglior montaggio
'L'irlandese'
“C'era una volta a Hollywood”
'Ford v Ferrari'
'Parassita'
'Storia del matrimonio'

Miglior film straniero
“Parasite” (Corea del Sud)
“Pain and Glory” (Spagna)
“Les Miserables” (Francia)
'Quelli che sono rimasti' (Ungheria)
'Atlantics' (Senegal)

Il miglior trucco e acconciatura
'Bomba'
'Uomo razzo'
'Burlone'
“C'era una volta a Hollywood”
'Dolemite è il mio nome'

Miglior design di produzione
Dennis Gassner (“; 1917 ”;)
Barbara Ling (“; C'era una volta a Hollywood ”;)
Lee Ha Jun (“; Parasite ”;)
Mark Friedberg (“; Joker ”;)
Bob Shaw (“; The Irishman ”;)

Miglior punteggio originale
Hildur Guðdóttir ('Joker')
Thomas Newman ('1917')
Michael Giacchino ('Jojo Rabbit')
Randy Newman ('Storia del matrimonio')
Alberto Iglesias ('Pain and Glory')

La migliore canzone originale
" (I ’; m Gonna) Love Me Again ”; (Elton John, “; Rocketman ”;)
“; Into the Unknown ”; (Kristen Anderson-Lopez, Robert Lopez, “; Frozen 2 ”;)
“Stand Up” (Cynthia Erivo, Joshua Campbell, “Harriet”)
“Senza parole” (Alan Menken, Benj Pasek, Justin Paul, Naomi Scott, “Aladdin”)
“; Spirit ”; (Ilya Salmanzadeh, Labrinth, Beyoncé, & The Lion King ”;)

scena di sesso di Stephanie Beatriz

Migliore modifica del suono
“; 1917 ”;
“; Ford v Ferrari ”;
" C'era una volta a Hollywood ”;
“; Star Wars: Rise of Skywalker ”;
Avengers: Endgame ”;

Il miglior mixaggio del suono
“; 1917 ”;
“; Ford v Ferrari ”;
" C'era una volta a Hollywood ”;
“; Rocketman ”;
“Star Wars: Rise of Skywalker”

I migliori effetti visivi
'Avengers Endgame'
'Il Re Leone'
“Star Wars: The Rise of Skywalker”
'L'irlandese'
“Alita: Battle Angel”



Articoli Più

Categoria

Revisione

Caratteristiche

Notizia

Televisione

Kit Di Strumenti

Film

Festival

Recensioni

Premi

Botteghino

Interviste

Cliccabili

Elenchi

Videogiochi

Podcast

Contenuto Del Marchio

Premiazione Della Stagione Dei Premi

Camion Del Film

Influencers