Paul Thomas Anderson, Greta Gerwig e altri 8 grandi sceneggiatori condividono i loro migliori consigli

Jonathan Demme e Paul Thomas Anderson discutono della sceneggiatura all'Austin Film Festival 2013



Jack Plunkett

Quando il Festival del cinema di Austin è stato lanciato per la prima volta 25 anni fa, ha piantato la sua bandiera come un luogo che celebra il mestiere dello sceneggiatore. Ora ogni ottobre i migliori sceneggiatori si riuniscono ad Austin per parlare e celebrare l'arte della scrittura per i grandi e piccoli schermi. Sette anni fa, AFF si è ramificato per catturare queste discussioni sulla sceneggiatura con il 'On Story Project', ”; che condividono gratuitamente con il pubblico attraverso vari formati: una serie TV distribuita su PBS, un programma radiofonico distribuito su PRI, un podcast, un libro e un archivio ospitato nelle Collezioni Wittliff.



In onore di AFF che ha lanciato la sua prima campagna di crowdfunding, dedicata a sostenere il crescente progetto On Story (che termina oggi!), IndieWire ha raccolto citazioni da alcuni dei nostri registi e sceneggiatori preferiti su come superare le difficoltà della scrittura. Ognuna di queste citazioni proviene da conversazioni approfondite disponibili per il download in formato podcast. Le informazioni sul podcast e sulla campagna di crowdfunding sono in fondo a questo articolo.



stagione 7 parchi e rec

Jason Segel ('Dimenticando Sarah Marshall')

Jason Segel ad Austin Film Fest 2016

Jack Plunkett

'Una delle grandi voci che stai facendo tacere, se sei consapevole di te stesso, è la voce interna che dice' non sei in grado di farlo ' o chi pensi di essere ’ ;. È come mi sono sentito [at] 'The End of the Tour'. Hai questa voce interna che dice 'non sei l'uomo per il lavoro'. Penso che parte del tuo lavoro sia combattere attraverso quella paura per quella paura; che è la cosa più importante di fare qualsiasi cosa, è decidere 'oh, io sono in grado di farlo.'

Alan Yang (“; Master of None ”;)

“; La mia routine non è scrivere. È davvero difficile iniziare, quindi varia da cosa a cosa. Uno dei consigli, se potessi anche chiamarlo così, a chiunque stia cercando di scrivere è, amico, se riesci a scriverne alcuni ogni giorno, è un miracolo e probabilmente avrai un successo incredibile, perché tutti quelli che conosco, anche gli scrittori di maggior successo, è così difficile essere motivati. ”;

Nancy Meyers (" Something ’; s Devo dare ”;)

'Non credo che nessuno si sieda per scrivere. Fai? Non lo faccio. Si è parlato molto e decidendo cosa stiamo cercando di dire, perché non ha senso se non c'è qualcosa che non stai cercando di dire. Quindi vai in molti posti. Ci sono molte cose a cui pensi, molte cose a cui vuoi che riguardi un film, ma man mano che il processo procede, devi restringerlo in modo che sia chiaro. ”;

Issa Rae (“; insicuro ”;)

Issa Rae parla di scrittura ad Austin

Yoomi Park

'Penso che mentre continui a creare e inizi a preoccuparti di meno per il fallimento, e' Le mie cose fanno schifo? ’; Dopo un po 'devi essere tipo “; cos'altro vuoi fare? Vuoi tornare indietro? ”; La risposta è: &ndquo; No! ”; Questo mi spinge ad andare avanti. Il peggio che può succedere è che alla gente non piace quello che fai. Va bene, questo è il motivo per cui sei uno scrittore perché ti vengono in mente tonnellate di altre idee. ”;

“; cambieremmo case e scuole ogni due anni. Ed è stato come, 'Ugh, devo provare a fare nuove amicizie o reinventarmi di nuovo.' E tendi ad essere eccessivamente autocosciente in un certo senso, e osservi molto, come sederti in disparte e osservare il doppio olandese, il doppio olandese sociale, per vedere dove puoi entrare. E quello è stato dove molta della mia ispirazione viene, proprio dall'osservazione e dall'essere semplicemente a disagio. ”;

Jay Duplass (“; Insieme ”;)

'Penso che la cosa più grande che ho imparato sia che tutti pensiamo così tanto nella nostra testa a ciò che farò al mondo e al modo in cui farò accadere questa grande cosa, e oh merda, io' Devo canalizzare l'universo qui, e penso che la verità sia che non puoi davvero. Di cosa si tratta è il giorno in cui ho capito cosa avrei dovuto offrire in modo univoco al mondo, che è la merda patetica, disperata, fottutamente esilarante che mi faccio passare ogni giorno. Non credo che tu possa decidere. Penso che debba succedere a te, e penso che la persistenza sia una grande parte di ciò, perché fai cose e le metti nel mondo, e il mondo ti dirà se è grande o no. È qualcosa con cui faccio ancora fatica, perché hai idee e vuoi farlo, ma ho cercato di rilassarmi un po 'e lasciare che le mie esperienze con il mondo mi dicano di più ora cosa fare. ”;

Charles Burnett (“; Killer of Sheep ”;)

“; Sono stato fortunato a prendere Basil Wright come insegnante di documentario. Ha detto: 'Non ti preoccupare. Realizza il tuo film e ricorda di rispettare l'argomento. ’; E per qualche motivo la luce si accese e io dissi: 'Beh, sì.' […] Mi ha ricordato di fare film sulla mia comunità e di usare il film come mezzo di cambiamento sociale. ”;

Greta Gerwig (“; Lady Bird ”;)

Greta Gerwig al Austin Film Fest 2017

Per gentile concessione di AFF

“Recitare è ascoltare, ma penso che anche per me scrivere sia ascoltare. Passo molto tempo ad ascoltare ciò che i miei personaggi stanno cercando di dirmi su chi sono e te lo dicono sempre. È la parte misteriosa della scrittura, dove hai tutto questo mestiere e passi tutto questo tempo a renderlo il più bello possibile e, allo stesso tempo, il tuo inconscio sa più di te e devi mantenere quel canale Aperto.'

Paul Feig (“; Ghostbusters ”;)

&Idquo; I personaggi iniziano a uscire organicamente dagli attori e la loro personalità inizia a mescolarsi. Stanno diventando i personaggi della storia e ci sta aiutando a capirli in modo da tornare indietro e riscrivere. Trovano idee che ci hanno dato, messo in alcune delle loro battute più divertenti e noi le metteremo per farle fare. […] Quindi quando arriviamo sul set, abbiamo già fatto molte battute in più e so che possono andare. Lo incrocio in modo da avere sempre una fotocamera su entrambi. Se succede un improvviso, non mi manca un lato e inizi a lanciare palle curve. [Se] mi ispirerò al momento, lo faranno altre persone. Quello che succede è ottenere questa ricchezza di materiale. La cosa peggiore che puoi fare in commedia è solo girare la sceneggiatura perché posso quasi garantire tutto ciò che pensi sarà divertente, non sarà divertente. ”;

'Non è stato fino a quando penso di aver scritto' Freaks and Geeks 'che ho davvero avuto quel momento di mettere puramente la mia esperienza sulla pagina, ed è stata la prima cosa che ho scritto che ha davvero ottenuto una risposta dalle persone e è stato accettato … ma quello che vuoi fare, non importa quale sia la storia che stai cercando di raccontare, devi metterti nei personaggi. Devi mettere degli aspetti di te stesso in modo che quei personaggi stiano ancora reagendo in modo reale, in un vero modo umano. ”;

Rian Johnson (“; Star Wars: The Last Jedi ”;)

Rian Johnson presso AFF nel 2013

Jack Plunkett

film noir femme fatale

“; Penso che quando sei nella fase di formazione ci sono diverse cose possibili su cui potresti finire per atterrare. Questo è quando la tua attenzione viene attirata, ma una volta che l'amo si inserisce e sei effettivamente sulla strada per scrivere questa cosa. Penso che sia assolutamente urgente. Gran parte di quella scrittura è spinta avanti da questo. È un po 'come qualcosa a cui devi occuparti, perché è come essere innamorati. Quel tipo di fretta di essere davvero entusiasta di questa storia e seguirla. Penso che devi dedicare tutta la tua attenzione a lei fino a quando non sarà finita. Spero che se stia andando bene, non sei tentato di guardare da nessuna parte, stai solo guardando la cosa di cui sei innamorato. ”;

Danny Rubin (“; Giorno della marmotta ”;)

“; Quando ho scritto questo, avevo le schede. È interessante guardarli e mescolarli. Ho iniziato con la bacheca di sughero, ma c'erano troppe carte per quello, quindi le avrei gettate sul pavimento, 'Oh, questo è un atto, un'idea, che è un atto tre, idea e hellip;' e lo stesso con personaggi, le idee sulla progressione del personaggio. Potresti scrivere cinque cose che vorresti vedere il personaggio [fare] e cercare scene in cui possano essere collocate. […] Osservo solo quelle carte e provo a provare qualcosa e alla fine emerge una scena che vuoi scrivere. Non sempre va in ordine e ci sono adattamenti che guardi a ciò che ha senso per i personaggi […] Io sicuramente non lo faccio solo nella mia testa e sicuramente non lo faccio perfettamente la prima volta o la terza o la quinta . È un processo e devi scegliere un processo, entrare in esso, ottenere qualcosa sulla carta e quindi reagire ad esso e cambiarlo. ”;

Paul Thomas Anderson ('Discussione fantasma')

'Ho avuto esperienze, [...] solo per superare il processo di scrittura, che è così difficile per cominciare, ma ti senti orgoglioso di te stesso per aver finito di scrivere questa cosa e arrivare alla fine, e poi tu pensa 'Oh, tutti penseranno allo stesso modo, specialmente i finanzieri', e poi butterai giù questa cosa e loro diranno: 'No, no, non vogliamo pagare per questo.' La ricerca continua a recuperare denaro. È sempre difficile, è debilitante. Per me, generare materiale - [...] non è meno scoraggiante o demoralizzante quando provi a ottenere i soldi - per convincere qualcuno che ti dovrebbe essere permesso di fare quello che vuoi fare. ”;

Sulla campagna di crowdfunding di Story puoi trovare qui. Per saperne di più su On Story e guardare ogni episodio gratuitamente, fai clic qui.



Articoli Più

Categoria

Revisione

Caratteristiche

Notizia

Televisione

Kit Di Strumenti

Film

Festival

Recensioni

Premi

Botteghino

Interviste

Cliccabili

Elenchi

Videogiochi

Podcast

Contenuto Del Marchio

Premiazione Della Stagione Dei Premi

Camion Del Film

Influencers