Recensione 'Rapture': la serie di documentari di Netflix mostra le vite interiori di famosi rapper, ma rimane ancora in superficie

'Rapimento'



Netflix

Guarda la galleria
93 foto

Se “; Rapture ”; l'ultima serie di documentari su Netflix, dimostra qualsiasi cosa, non è che due persone nel mondo dell'hip-hop siano uguali. Per quanto l'industria intorno a loro possa inseguire ciò che funziona cercando di replicare quel successo, o quanto un'azienda consolidata rende l'individualità sempre più difficile, gli artisti più distinti fanno ancora le figure più convincenti. Come ottenere aiuto da una serie di occhi osservanti, 'Rapture'. è un tentativo di mostrare ciò che un gruppo di otto creatori porta ciascuno nel mondo della musica.

Con personalità naturale o scelte attente agli occhi del pubblico, rapper come T.I., Logic, 2 Chainz, A Boogie wit da Hoodie, G-Eazy e produttori come Just Blaze hanno raggiunto il punto in cui ognuno di loro ha coltivato un'immagine. Come ogni episodio di “; Rapture ”; incentrato su uno di loro e sulle persone e sui luoghi all'interno della loro orbita, la sfida per i sei diversi registi è quella di creare un episodio che catturi ogni artista ’; spirito senza sembrare uno spot personale.

coen brothers ballad of buster scruggs

Per la maggior parte, questi cineasti prendono spunto dai loro soggetti. C'è una ragione per cui Sacha Jenkins '' l'episodio che segue Nas sembra il più libero e rilassato. Tutte queste puntate trovano approfondimento in ogni rapper ’; palcoscenico e vita personale, ma gli episodi con i veterinari del settore sembrano distinti perché il loro retaggio è già stato scritto. Gli artisti sull'orlo della grandezza, ancora con qualcosa da perdere, si sentono un po 'più sorvegliati e un po' più consapevoli di ciò che consentire a una troupe cinematografica nel loro processo potrebbe fare ciò che hanno già raggiunto.

Leggi di più: ‘ Flint Town ’; Recensione: uno sguardo vitale e sorprendente all'America attraverso gli occhi degli ufficiali di polizia nella nuova serie Netflix

Tuttavia, anche tra la coltivazione del marchio in mostra in alcuni punti, Rapture 'trae anche un po 'di forza dalle parti della carriera di questi rapper che sono tutt'altro che glamour. Nell'episodio che segue la vita di Rapsody, aspetta nel backstage per salutare una folla e si gira per vedere una flotta di Porta Potties. Vediamo Nas nel processo di ricerca di uno spazio per appartamenti a New York, ma è chiaro che questa è più la parte obbligatoria della vita, piuttosto che gli elementi significativi del processo creativo.

Quando quella scintilla creativa arriva davanti e al centro, non sorprende che alcune delle migliori sequenze in 'Rapture'. sono quelli che suonano in uno studio di registrazione. Che si tratti di Logic o Rapsody che stabilisce alcuni versi o Just Blaze che lavora con Havoc per ricreare il ritmo del classico 'Shook Ones (Parte II) di Mobb Deep', è la serie ’; modo di guadagnare i momenti in cui guardano a questi artisti ’; molti successi.

Ogni episodio ha una versione della storia delle origini di questi rapper, sia che si tratti del modo in cui sono stati scoperti per la prima volta, delle influenze che li hanno portati a questa vita o della città che ha contribuito a renderli quelli che sono. All'interno di tutto lo spettacolo, 'Rapture' rdquo; traccia un grande ecosistema rap in cui un solo commento o una caduta di nome possono sostanzialmente alterare la traiettoria di una carriera, una famiglia o persino un intero quartiere. Legato al modo in cui questa serie mostra questi artisti ’; vita off-stage tanto quanto le esibizioni stesse, pone l'accento sui soci di fiducia che sono rimasti con ciascuno di questi artisti dall'inizio della loro carriera.

'Rapimento'

Netflix

Ognuno di questi artisti si esibisce in folle giganti e adoranti, ma alcuni episodi fanno meglio di altri nel capire cosa significhi per gli individui stessi. A volte è proprio il processo di realizzazione di questo documentario che costringe un artista a confrontarsi con ciò che significa realmente il loro successo. Quei momenti custoditi di realizzazione spontanea sono ciò che distingue alcuni di questi episodi oltre ad essere solo carburante per la propria immagine.

L'episodio di Logic è l'incapsulamento migliore di ciò che 'Rapture' è in grado di fare quando bilancia tutte queste pressioni e interessi rivali. Una storia animata lo descrive mentre incontra sua moglie e dà un'occhiata a varie interazioni nel backstage con i fan che portano a casa cosa significhi per loro questa musica. Il segmento, realizzato con cura dal futuro 'Creed 2'. il regista Steven Caple, Jr., si prende anche del tempo per guardare tutti, dal coreografo all'equipaggio del sound check, ai tour manager che aiutano a distinguere un singolo artista da un mare di potenziali star.

Marcus A. Clarke prende tre di questi episodi di 'Rapture', il più avvincente dei quali è incentrato su T.I. Un interessante caso di studio di un artista in un incrocio di carriera, inizia con il rapper di Atlanta molto trasparente sulla scelta di quale parte della sua carriera sostenere. Mentre segue il suo impegno con l'attivismo contro la brutalità della polizia, evidenzia come parte della musica più significativa di queste persone si interseca con movimenti più grandi di loro.

Il ti. l'episodio rende i suoi sforzi fuori dal palcoscenico i più importanti degli otto, ma non tutti questi capitoli hanno lo stesso successo nel far sembrare la vita lontana dall'esibizione come storie che devono essere raccontate. Hobbled per un bizzarro incidente al ginocchio, un già mite 2 Chainz non offre molto per colmare le lacune al di fuori dei suoi spettacoli su sedia a rotelle sul palco. (Le interviste con il suo gruppo di cantanti di backup Trap Choir verso la fine dell'episodio suggeriscono che seguirli sarebbe un modo molto più soddisfacente di passare un'ora.)

Anche quando si abbinano episodi a singoli interpreti, la durata di ciascun episodio mette molte di queste storie negli stessi schemi. Sono abbastanza diversi da essere riconoscibili come il lavoro di vari registi, ma non abbastanza audaci da impedire a una manciata di questi di sentirsi leggermente ripetitivi. È ciò che rende il segmento di Gabriel Noble su Just Blaze una rinfrescante melodia separata. Meno uno sguardo a un singolo creatore quanto un prisma per una generazione di artisti che hanno beneficiato della sua guida e dei suoi contributi, Just Blaze è anche il tuffo più profondo nella pazienza e nella ricerca ossessiva necessaria per trovare nuovi suoni.

'Rapture' si riduce a uno sguardo non solo alla musica, ma a ciò che queste persone fanno con essa. Mettere un episodio come quello con G-Eazy, con così tanta enfasi sul mantenimento di uno stile di vita, che arriva subito dopo un episodio con T.I. che è quasi esclusivamente incentrato sull'impegno con antenati come Harry Belafonte, c'è quasi una critica incorporata di ciascuno di questi attori all'interno dello spettacolo stesso.

Detto tutto, Rapture ”; non è il progetto completo e attento che la sua premessa potrebbe suggerire. Questi episodi riescono ancora a trovare ancore in quelle folle enormi. Per qualunque cosa possa succedere prima e dopo quelle riprese di fan accaniti, queste puntate sono in definitiva più vicine alle curiosità che ai pezzi di puzzle necessari per comprendere questi artisti. Sono finestre verso la fama, ma se sono veri e propri scorci della vita quotidiana che ne deriva spetta allo spettatore decidere.

Grado: B-

“; Rapture ”; è ora disponibile per lo streaming su Netflix.



Articoli Più

Categoria

Revisione

Caratteristiche

Notizia

Televisione

Kit Di Strumenti

Film

Festival

Recensioni

Premi

Botteghino

Interviste

Cliccabili

Elenchi

Videogiochi

Podcast

Contenuto Del Marchio

Premiazione Della Stagione Dei Premi

Camion Del Film

Influencers