Recensione: L'affascinante sequel 'La speranza e la gloria' di John Boorman 'Queen And Country'

Questa è una ristampa della nostra recensione della quindicina dei direttori di Cannes 2014.

Di tutti i tanti, molti sequel che arriveranno nei cinema quest'anno, il più inaspettato è “Regina E Paese. ”Segue un film uscito 27 anni fa e che non fu mai più di un modesto successo. Non ha supereroi o draghi o eroi d'azione invecchiati. È un pezzo del periodo autobiografico ambientato nell'Inghilterra degli anni '50, e non è guidato da alcun video musicale o Sundance scoppiare, ma da un regista di 81 anni che non fa film da otto anni. Eppure, mentre supponiamo che 'Boss orribili 2' o 'Notte al museo: Secret Of The Tomb'Potrebbe finire per sorprendere, scommetteremmo che' Queen And Country ', ”; John BoormanLa tardiva continuazione del suo film del 1987 nominato al miglior film 'Speranza e gloria, 'E che sono stati proiettati Cannes come parte della quindicina di registi di questa settimana, finirà per essere migliore della maggior parte dei sequel più pianificati cinicamente che verranno fuori dalla pipa. È imperfetto, più del suo predecessore, ma ha abbastanza valore per renderlo un gradito ritorno per Boorman.

Ripresa nove anni dopo gli eventi di 'Hope & Glory', è ora il 1952, e il protagonista Bill Rohan (ora interpretato da Callum Turner, il primo tentativo riuscito di clonare Eddie Redmayne) ora ha 18 anni. Ha un profondo amore per il cinema, ma dovrà aspettare, perché come ogni diciottenne del momento, deve passare due anni nell'esercito facendo il suo servizio nazionale, che porta alto rischio a questo punto, a causa della guerra di Corea in corso. Ma insieme al miglior compagno Percy (Caleb Landry Jones), Bill ottiene un lavoro relativamente comodo alla base, insegnando alle reclute come scrivere e informandole su cosa aspettarsi in Corea. Sono quindi liberi di passare la maggior parte del loro tempo a liquidare il comandante sergente Sgt. Major Bradley (David Thewlis), progettando con lo skiver di classe mondiale Redmond (Pat Shortt) e inseguire le ragazze. Fino a quando una ragazza, un'elegante enigmatica che si sta riprendendo da un esaurimento nervoso, che Bill viene a chiamare Ofelia (Tamsin Egerton), si mette sotto la pelle.



In un certo senso, il film non doveva essere un sequel diretto. Boorman avrebbe potuto usare le sue esperienze di servizio nazionale per creare un film diverso se avesse voluto, ma 'Queen And Country' guadagna qualcosa dall'approccio di Antoine Doinel. Probabilmente potresti sollevare la famiglia di Bill, compresa sua sorella (ora interpretata da Vanessa Kirby), senza influenzare troppo la narrativa principale, ma il film beneficia di una sorta di narrazione cumulativa, che dà ai fan del primo una scorciatoia immediata.

A parte un breve segmento in cui Bill torna a casa per vedere la famiglia e guardare l'incoronazione della Regina, l'azione è per lo più limitata alle caserme e Boorman mantiene il tono abbastanza leggero e rimbalzante per la maggior parte. In effetti, a volte sembra un po 'come maratona alcuni episodi di una sitcom di vecchia scuola piuttosto buona sul servizio nazionale, con scherzi e jap più in ordine che tragedia, e il film a volte sembra lieve. Detto questo, Boorman lievita in modo abbastanza drammatico da impedirgli di essere un peso piuma, più efficacemente nei sentori di tristezza dietro il modo teso e rigoroso di Bradley (l'eccellente performance di Thewlis fa molto per aiutare con questo).

Ancora meglio è il contrastato mai abbastanza del tutto romantico di Bill con Ofelia. La depressione non era un termine che era così familiare al momento, ma è chiaro che ne soffre in grande stile, e chiunque abbia mai amato qualcuno che non riesce a togliersi dalla testa troverà senza dubbio il film che colpisce un accordo. Ma è più universale di così - è semplicemente una prima storia d'amore ben disegnata e tragica, che è stata ben interpretata sia da Turner che da Egerton. Meno successo è Landry Jones, familiare da 'X-Men: prima classe,' tra gli altri. Ci è piaciuto nei ruoli giusti in passato, ma qui, come il migliore amico disonesto, è anche peggio di quanto non fosse in 'Bisanzio'. È gravemente in errore, il che è parte del problema, ma è anche educato e molto più ampio di chiunque altro intorno a lui, giocando nella fila posteriore in un modo che non fa che aggravare i tocchi della TV in atto.

È quasi sufficiente affondare 'Queen And Country', ma il film sopravvive. Boorman è troppo un professionista e il suo cinema classico e sicuro non ti fa mai dimenticare che è stato lì per mezzo secolo circa. 'Queen & Country' difficilmente reinventa la ruota, ma è affascinante, evocativo e (soprattutto) ben eseguito, e se Boorman continuasse con il suo ciclo autobiografico, saremmo sicuramente lieti di ricevere ulteriori puntate. [B]

Articoli Più

Categoria

Revisione

Caratteristiche

Notizia

Televisione

Kit Di Strumenti

Film

Festival

Recensioni

Premi

Botteghino

Interviste

Cliccabili

Elenchi

Videogiochi

Podcast

Contenuto Del Marchio

Premiazione Della Stagione Dei Premi

Camion Del Film

Influencers