Recensione: Will & Mackenzie compongono la loro rottura in 'The Newsroom'

Stagione 1, episodio 2: 'News Night 2.0'



Siamo solo al secondo episodio e sembra che tutti abbiano già un'opinione su 'La redazione, 'E la politica completamente trasparente che Aaron Sorkin ha in mostra, nel bene o nel male, realistico o no. Sì, questo ha reso lo spettacolo disomogeneo, ma a prescindere, è ancora un'ora coinvolgente (se a volte estenuante) della televisione. Ma nell'episodio di questa settimana, accreditiamo Sorkin per aver fatto qualcosa di giusto: chiarire la fonte di Will McAvoy (Jeff Daniels) e Mackenzie MacHale’s (Emily Mortimer) divorzio. Nella maggior parte degli altri spettacoli, questo è il genere di cose di cui si sarebbe parlato per una stagione, portando a una sorta di drammatica resa dei conti climatica. Ma qui, è un momento comico e un rilascio emotivo, tutto in una volta.

batman vs superman dawn of Justice colonna sonora

L'impostazione per la rivelazione è quasi dolorosamente ovvia: lo spettacolo si apre con Will che prende da parte Mackenzie e chiarisce chiaramente che non vuole che nessuno sappia i dettagli di come o perché si sono lasciati. Nessuno. Accidenti, mi chiedo se questo sarà importante in seguito? Ad ogni modo, con quel guanto steso, Mackenzie ne abbatte una delle sue, dicendo a Will di dimenticare cosa stanno facendo le altre reti quando non è d'accordo con il non condurre la trasmissione della notte con la fuoriuscita di petrolio. 'Non facciamo buona televisione, facciamo notizia', ​​dice. E mette in evidenza quale sarà il suo approccio nel primo incontro in tal senso: “Quello studio è un'aula di tribunale e chiamiamo solo testimoni esperti. Will è l'avvocato di entrambe le parti, esamina il testimone e rivela i fatti. '



E sorprendentemente, Will è disposto ad abbracciare il cambiamento e l'inferno in una certa misura. Si è preso il tempo per imparare i nomi di tutti in ufficio (anche quelli che in seguito ha scoperto di aver lasciato o lasciato), ma il suo ego richiede ancora un pubblico. Si incontra ogni giorno con Reese (Chris Messina), il presidente del braccio marketing / pubblicitario di ACN (nota: il suo titolo professionale non diventa ancora chiaro fino al terzo episodio) per scomporre i numeri dello spettacolo. Il presidente della rete Charlie Skinner (Sam Waterston) lo supplica di indietreggiare facendo questo ballo quotidiano con Will, per tenere la testa del giornalista libera da ogni idea di catering per un pubblico. Ma come dice Reese, 'Will McAvoy è la puttana più grande del settore.' E fedele alla forma, si incontrano, e Reese scompone i numeri, notando che i conservatori come lui perché non fa tiri economici al giusto. Quindi cosa vuole che Reese faccia? Fai di tutto per dare Sarah Palin una pausa mentre il resto dei media la ha sbattuta per i commenti che ha fatto Barack ObamaLa risposta alla fuoriuscita di petrolio della BP.



Se c'è una parola per descrivere Will McAvoy, è imprevedibile, ma il consenso generale è che è meglio non attraversarlo. E sfortunatamente per Mackenzie, lo fa, anche se per caso. Pur offrendo Sloan (Olivia Munn) - un'analista economica che potrebbe lavorare a Wall Street per molti più soldi ma invece sceglie la TV (sì, giusto) - cinque minuti ogni sera nello show di Will per parlare di economia, apprende che la voce che gira in ufficio è che Will l'ha tradita. Mortificata, cerca di mettere le cose in chiaro con Sloan (goffamente, nel modo in cui solo Mortimer può venderlo), prima che decida di mandare un'e-mail a Will, facendogli sapere che l'ufficio pensa che l'abbia tradita, quando in realtà era il viceversa. Sfortunatamente, manda per sbaglio per email l'intero staff, non solo Will. Ops.

Inutile dire che Will è livido che i dettagli della loro relazione sono ormai una conoscenza comune. Eppure, nonostante l'esplosione, lo supera abbastanza rapidamente (probabilmente reso più facile dal fatto che Mackenzie ammette che la relazione ha solo confermato quanto lo amasse) … ma ciò che lo stordisce nel silenzio è l'ulteriore notizia che il loro grande 'Ottenere' l'intervista per la trasmissione della notte - il governatore dell'Arizona Jan Brewer (per parlare della loro controversa legge sull'immigrazione) - è fallito. Invece, parlerà con un accademico autoproclamato, una star del concorso di bellezza e un membro del gruppo militante di un cittadino sull'immigrazione. Margaret (Pillola Alison) ha pasticciato la pre-intervista con il rappresentante di Brewer, qualcuno a cui era abituata che l'ha tradita mentre era letteralmente nella stanza. E mentre annota l'errore di Will e suggerisce che potrebbe semplicemente passare alla trasmissione delle 10 in cui il suo ragazzo Don (Thomas sadoski) ora funziona, sorprende sorprendentemente l'errore e dice che spera che rimarrà.

Per quanto riguarda Mackenzie, non scende così facilmente. L'intervista ai tre sostituti di Brewer è un disastro del naufragio, ma nonostante le sue chiamate dalla cabina di controllo per interromperlo, Will continua a farlo, con ogni momento che passa, domande e commenti diventano sempre più angoscianti. E poi, con un altro asso nella manica, scivola in un articolo di notizie sui commenti di BP sull'olio BP di Sarah Palin dietro la schiena di Mackenzie, e poi si mette a disagio per essere comprensivo della gaffe del governatore.

La durata di un'ora, sosteniamo che i dieci o dodici minuti in più che Sorkin ha che non ha ricevuto quando era in televisione, è un po 'un problema (l'episodio della prossima settimana soffrirà di ciò che stiamo parlando menzionare). “News Night 2.0” impiega un'eternità a concludersi, con lo spazio concesso per una chiamata rah-rah alle armi da Mackenzie a Will, dove lei gli dice di essere il leader e il centro morale dello spettacolo, e otteniamo più della birra e presto essere irritante Jim / Pam da 'L'ufficio'Relazione di stile tra Margaret e Jim (John Gallagher Jr.)

Ma forse peggio, Sorkin sente continuamente il bisogno di farci credere che Will sia una brava persona (anziché una persona in conflitto). Per chiudere lo spettacolo (colonna sonora per la scarsa scelta di Radiohead'High And Dry' per qualche motivo), vedremo Will chiama Neal (Dev Patel) che ha raccontato la storia di un immigrato clandestino a cui è stata tolta la licenza dallo Stato, il che gli impedisce di andare a lavorare e di portare i suoi figli a scuola. Mentre l'idea di intervistarlo è stato abbattuto per lo spettacolo, Will dice a Neal di chiamare l'uomo e organizzare un servizio di taxi per lui per andare al lavoro e consegnare i suoi figli a scuola, ma per tenerlo a terra. Aww. È un peccato che finora, sia Will sia un tiranno o un dolce, con poco in mezzo, rendendo queste oscillazioni selvagge tra rabbia e gentilezza come bipolari.

il buon rimorchio poliziotto

Come abbiamo detto prima, l'idealismo è sia la stampella che il fattore distintivo di 'The Newsroom' con cui Sorkin e gli scrittori lottano. Lo spettacolo funziona al meglio ed è più penetrante quando ha a che fare con la sporca via di mezzo, dove gli ideali, la politica e la morale si scontrano, ma ogni volta che si trasforma in palese linguaggio discorsivo, o nostalgia con gli occhi appannati nell'età d'oro del giornalismo, quella palese regalità di la sua posizione in realtà riduce il potere drammatico. Ma non è ancora abbastanza per impedirci di guardare. Per quanto imperfetto, il cast è uniformemente eccellente, è energico in un modo in cui pochi drammi lo sono e dannatamente se non è altrettanto divertente. Ma finora, la prima stagione si sta diffondendo un po 'a chiazze - spesso strabiliante quanto brillante - e sarà interessante vedere se riuscirà a livellare. [B-]



justvps.com

Articoli Più

Categoria

Revisione

Caratteristiche

Notizia

Televisione

Kit Di Strumenti

Film

Festival

Recensioni

Premi

Botteghino

Interviste

Cliccabili

Elenchi

Videogiochi

Podcast

Contenuto Del Marchio

Premiazione Della Stagione Dei Premi

Camion Del Film

Influencers