Recensione di 'Una serie di sfortunati eventi': la serie Lemony Snicket di Netflix è esattamente ciò di cui i bambini hanno bisogno nel 2017 (spoiler)

Joe Lederer / Netflix

Guarda la galleria
12 foto

'Una serie di sfortunati eventi' di Lemony Snicket può essere uno spettacolo piuttosto complicato da spiegare in modo succinto, ma la nuova serie originale di Netflix è chiara su un punto all'inizio e in tutto: non dovresti guardarlo.

Kevin Smith stato rosso

Anche se devo dissentire con veemenza da tale consiglio, ogni episodio si apre con Neil Patrick Harris che implora il pubblico di distogliere lo sguardo (tramite una canzone di apertura, intitolata 'Look Away'). Patrick Warburton (nei panni di Lemony Snicket) poi mette in guardia, direttamente alla telecamera, 'Se sei interessato a storie con lieto fine, allora staresti meglio da qualche altra parte.' Anche il numero musicale che chiude la Stagione 1 gira intorno alla linea, 'Tu potrebbe sognare che giustizia e pace vincano il giorno, ma non è così che va questa storia. '

LEGGI DI PIÙ: 'Una serie di sfortunati eventi': Barry Sonnenfeld è stato lanciato fuori dal film, e ora ha salvato il franchising

Eppure, nonostante un consiglio così irremovibile da parte di personaggi adulti, i bambini al centro di 'Una serie di sfortunati eventi' - proprio come il suo pubblico atteso e meritato - continuano ad andare avanti. Di fronte alla disperazione insondabile, Violet (Malina Weissman), Klaus (Louis Hynes) e la piccola Sunny non rinunciano mai alla speranza. I bambini Baudelaire perseverano usando la ragione, la logica, la verità e la gentilezza come armi contro l'ignoranza e la rabbia che li opprimono; ignoranza da parte di coloro che intendevano proteggerli e rabbia da quei significati per far loro del male.

I bambini che guardano a casa potrebbero chiedere lezioni più adatte, abilità più pertinenti o un'allegoria più adatta al mondo che li sta affrontando nel 2017? Penso di no.

Con l'America in rivolta dopo un'elezione controversa e potenzialmente catastrofica, molti cittadini vedono il futuro come un luogo poco accogliente e spaventoso. Sono state scritte storie che implorano i lettori di reagire, ora più che mai, ma la tentazione di prendere le distanze da tali paure è istintiva. Mentre siamo attirati - a quanto pare ogni giorno - a ritirarci dalla realtà e cedere ai poteri egoistici che minacciano la nostra libertà, tutti abbiamo bisogno di un grido di battaglia; un promemoria di ciò che è giusto; un modello di ruolo, un eroe o un individuo esemplare da cui trarre coraggio.

E dal destino e dall'oscurità che minacciano di soffocare il mondo immaginario di Lemony Snicket prende vita una persona adatta a incoraggiare quelli di noi in quello reale - tre persone, davvero.

LEGGI TUTTO: 7 nuovi spettacoli Netflix per Binge Watch a gennaio 2017 e i migliori episodi di ciascuno

I bambini Baudelaire, nel costoso nuovo adattamento di Netflix di 'Una serie di sfortunati eventi' di Lemony Snicket, rappresentano molto di più ora che in passato. Per coloro che non hanno familiarità con i romanzi popolari (e con il film meno popolare del 2004), la Stagione 1 copre i primi quattro libri di una serie di 13 libri dividendo ogni libro in due episodi. Mantenendo saggiamente i tempi di esecuzione tra i 42-50 minuti (senza un episodio), la difficile trasformazione da pagina a schermo si presenta nel modo più fluido possibile, nonostante la storia tremendamente tragica.

Come accennato in precedenza, Lemony Snicket non è una persona reale. Lui è un personaggio. Nonostante il nome di Snicket sia elencato come l'autore dei romanzi, i lettori devoti sono ben consapevoli che Lemony è il narratore della storia e il nome della penna per il vero scrittore, Daniel Handler (che scrive e produce la serie usando il suo vero nome). Qui, il produttore esecutivo e la forza creativa Barry Sonnenfeld (che dirige anche quattro episodi) usa Snicket come personaggio sullo schermo che guida gli spettatori da un punto della trama a un altro mentre svela abilmente la tragedia che ha visto. Quando Patrick Warburton si aggira sullo schermo, esce da una griglia fognaria o si trova di fronte ai più magnifici set costruiti per il piccolo schermo, parla direttamente alla telecamera come sia un narratore onnisciente che un personaggio in gran parte invisibile ma ancora presente nel storia.

LEGGI TUTTO: Le 17 serie originali Netflix di cui essere entusiasti nel 2017

La storia personale di Snicket è relativamente nascosta fino alla fine. [Nota del redattore: spoiler per “; Una serie di sfortunati eventi ”; Seguirà la stagione 1.] Come evocato in una fotografia mostrata verso la fine dell'episodio otto, si scopre che Snicket e il conte Olaf erano compagni di classe alla scuola preparatoria Prufrock, dove i bambini Baudelaire sono rimasti a conclusione della stagione. I lettori di libri sanno qualcosa di più su ciò che verrà dopo, così come sulla relazione tra Snicket e Olaf, ma come questo sarà esplorato nelle stagioni future dovrebbe ancora rivelarsi affascinante per tutti gli spettatori.

Potrebbe essere complicato dato il focus principale di 'Una serie di sfortunati eventi'. è sempre quello della famiglia Baudelaire altamente intelligente (anche se la rivisitazione della loro storia da parte di Snicket si rivela altrettanto affascinante): Nary passa un secondo nella serie prima di conoscere la tragedia più oscura del clan: i genitori dei bambini muoiono in un incendio e, prima che possano essere inviati al loro vero tutore, il malvagio conte Olaf (Neil Patrick Harris) assume il ruolo ingannando un banchiere credulone (K. Todd Freeman). Alla ricerca della fortuna della famiglia, Olaf prova molte tattiche per rubare la fiducia dei bambini, il che rende Violet, Klaus e Sunny assolutamente infelici.

LEGGI DI PIÙ: Lemony Snicket è una serie di sfortunati eventi. Full Trailer: L'ambiziosa storia di Netflix sembra meravigliosa e contorta

Per accompagnare questo, il più grande colpo di scena della prima stagione è duplice: in primo luogo, siamo fatti per credere che i genitori di Baudelaire siano ancora vivi. Invece di morire nel fuoco che ha consumato la loro casa, sembra che siano stati presi contro la loro volontà. (Il fatto che siano interpretati da Will Arnett e Cobie Smulders è una bella sorpresa da solo, e un dirigente di Netflix è stato molto severo nel proteggere fino alla pubblicazione della serie.) Durante gli otto episodi, guardiamo mentre la coppia cerca di ottenere tornando ai loro figli … solo per imparare in 'Il miserabile mulino: prima parte' (Episodio 7) che non sono affatto i genitori di Baudelaire. Sono semplicemente colleghi del Volunteer Fire Department (VFD) che avevano i propri figli diversi che avevano bisogno di aiuto.

Il modo in cui giocheranno nella stagione futura dovrebbe rivelarsi divertente, soprattutto quando impariamo sempre di più sui veri genitori Baudelaire. C'è piuttosto una storia lì, come sanno i lettori, e il modo in cui Sonnenfeld e Handler hanno organizzato la grande rivelazione nella Stagione 1 ci porta a credere che gli shock futuri dovrebbero essere ugualmente gratificanti.

[Nota del redattore: Nessun spoiler apparirà da questo punto in avanti. Tutti possono leggere da qui in poi.]

Eppure chiunque abbia bisogno di ispirazione extra non deve cercare oltre questi tre bambini. Indipendentemente da ciò che Olaf lancia, il trio irremovibile lo incontra con ottimismo, pensiero creativo e fatti attentamente studiati. Mentre il pubblico più anziano può andare con gli occhi finti per la produzione sontuosa (e giustamente), gli spettatori di tutte le età non dovrebbero trascurare la resilienza complessiva dei Baudelaires. Il trio non solo fornisce speranza nel loro buon carattere e nella ricerca incessante della giustizia, ma può anche ricordare a due, tre o quattro volte la loro età (e ancora più vecchia) solo ciò che è necessario per rimettere le cose a posto; per la luce per conquistare l'oscurità.

botteghino di filo fantasma

E 'Una serie di sfortunati eventi' non lesina sul buio. Il suo mondo nero come la notte, uno spazio buio e desolato privo di vita, salvo alcuni rifugi che svaniscono rapidamente, 'Lemony Snicket' mette in parallelo palesemente il cuore nero o pulsante dei residenti con queste abitazioni opportunamente ombreggiate o vivide. La casa del Conte Olaf è progettata per essere una fossa sporca e sgradevole da un ingresso all'altro. Ogni nuova stanza è costruita per amplificare la terribile situazione dei suoi nuovi abitanti. I piatti trasudano con gli avanzi modellati. Il cortile è completamente privo di verde. I giornali (aperti e arrotolati) sporcano il terreno, come se il tetto sopra fosse l'unica cosa che separa la tana di Olaf da una vita per le strade (come notato da Violet). Ci sono punti luminosi qua e là, ma anche quando sono in vista, rimangono fuori portata per i Baudelaires - come un giudice amorevole (Joan Cusack) che vive in una bella casa proprio dall'altra parte della strada.

LEGGI DI PIÙ: ‘ Trollhunters ’; Recensione: Guillermo del Toro prende l'animazione con stile nella sua serie Netflix Kids strabiliante

Eppure la speranza nasce eterna, anche prima che i bambini siano costretti a confrontarsi con le loro nuove vite. Quando visitano la spiaggia su richiesta dei loro genitori, è nuvoloso e freddo, pieno di sabbia grigia che sembra polvere e generalmente privo delle gioie tradizionali associate all'ambientazione. Eppure, imperturbati dalla vista (o dal consiglio del loro vero conduttore di andare altrove), i tre bambini usano i loro talenti naturali (Sunny ha dei denti forti), acquisiscono conoscenze (sono inventori e studiosi in erba), e inspiegabile speranza di trovare gioia nella loro impostazione spaventosa.

Tali tratti dovrebbero essere integrati nella gioventù della nostra nazione. Che i bambini di età diverse acquisiscano o meno il contenuto attuale, non importa, perché verranno comunque consegnati i loro futuri strumenti di sopravvivenza: conoscenza, perseveranza e speranza. Proprio come il design della produzione smussato e bello da vedere funziona a favore della serie appoggiandosi alle sue allusioni, 'Una serie di sfortunati eventi' si rivela tanto stimolante e accattivante in quanto afferma di essere abbandonato e straziante. Non si può dire abbastanza per la vasta gamma di prestazioni di Neil Patrick Harris, ma perfettamente misurata, né l'occhio dedicato di Sonnenfeld ai dettagli depravati in una storia costruita sul cuore e sulla speranza.

Ma sono i bambini che guidano questa serie - per tutti noi.

Grado: A-

La stagione 1 di “A Series of Unfortunate Events” è ora in streaming su tutti gli episodi della durata di otto ore venerdì 13 gennaio su Netflix.

Rimani aggiornato sulle ultime notizie TV! Iscriviti alla nostra newsletter via e-mail TV qui.

Articoli Più

Categoria

Revisione

Caratteristiche

Notizia

Televisione

Kit Di Strumenti

Film

Festival

Recensioni

Premi

Botteghino

Interviste

Cliccabili

Elenchi

Videogiochi

Podcast

Contenuto Del Marchio

Premiazione Della Stagione Dei Premi

Camion Del Film

Influencers