Sette domande con Sally Potter di 'The Tango Lesson'

Sette domande con Sally Potter di 'The Tango Lesson'



di Augusta Palmer


Nel 'La lezione di tango“, Un altro film di finzione ambizioso e bi-continentale
dal creatore di 'Orlando“, La regista Sally Potter e la ballerina Pablo Veron
interpretano versioni di se stessi per raccontare una storia incentrata sulla lotta
tra il dirigere e il seguire - nella danza, nel cinema e nella vita.

Indiewire: Non è raro vedere persone che sono triple minacce: attori,
cantanti e ballerini - ma tu sei una quintupla minaccia in questo film perché
l'hai scritto e diretto, oltre a cantare, ballare e recitare.
Come hai fatto a indossare tutti quei cappelli?

Vasaio: Semplicemente non dormi. I registi non riescono mai a dormire comunque. voi
dedica semplicemente ogni momento prezioso allo scatto. Attori e ballerini, su
al contrario, ho bisogno di dormire. Di solito hanno molti tempi morti. L'ammontare
del tempo in cui la fotocamera gira effettivamente è relativamente piccola. L'ultimo
il problema per molti attori è imparare a stare al passo, aspettando cinque
ore per il tuo primo piano. La differenza è che non ho avuto tempi morti. Nel
tra essere di fronte alla telecamera stavo correndo in giro facendo tutto il
cose che faccio sempre come regista. Un minuto stai guardando un pulsante
cappotto di qualcuno, decidendo se dovrebbe essere più grande o più piccolo, più luminoso
o più scuro; il minuto successivo, i capelli di qualcuno; il minuto successivo a un cambiamento in
posizione, budget, programma delle riprese; il prossimo minuto in profondità
psicologia di una scena. Ora questo significa che stai già indossando abbastanza un
un sacco di cappelli, quindi indossare un altro cappello ed essere un artista, paradossalmente, lo è
non un grande salto.

figlio di Sofia

iW: Pensi che essere una ballerina ti abbia effettivamente aiutato a prendere decisioni in merito
tiro?

Vasaio: Penso che sarebbe stato impossibile farlo senza essere un
ballerino. Devi sapere cosa passano i ballerini, cosa possono e non possono
fare realisticamente e quindi trasferire quella comprensione alla fotocamera, al
relazione tra ballerini e telecamera. Non so come si farebbe
fallo senza una conoscenza della coreografia.

iW: Perché hai fatto la scelta di lanciarti nel film?

Vasaio: Beh, non sono sicuro di chi avrebbe potuto giocarmi meglio. C'era un
tipo di inevitabilità al riguardo, davvero. Doveva essere qualcuno vicino al mio
età, al fine di avere l'esperienza di vita per essere un regista esperto. esso
doveva essere qualcuno che fosse inglese per creare il massimo contrasto culturale
con il fuoco latinoamericano (Pablo Veron). E qualcuno che aveva già
ha raggiunto un livello professionale nell'autentico tango argentino, che
ci vogliono almeno 2-3 anni di studio, in modo che nella storia possiamo vedere
qualcuno si è laureato dai primi passi inciampanti a esibirsi credibilmente
palcoscenico. Ora, per cercare di ottenere tutti e tre questi ingredienti in una persona. . .

Ci sono molte attrici meravigliose là fuori che potrebbero aver recitato
una versione migliore di me o una versione diversa; ma non ce n'era nessuno
là che a questo punto nel tempo potrebbe soddisfare tutti questi requisiti. Ma,
sai, non era solo quello. Penso che sia veramente indivisibile
dalla storia che veniva raccontata. Stiamo guardando un regista che pensa
circa, immaginando, alle prese con come trasformare ciò che è nella sua testa in un
film; come passare dall'osservare, dallo sguardo, all'essere guardati.

iW: Quanto è vicina a te la versione cinematografica di Sally Potter?

recensione turistica oscura

Vasaio: Impossibile da misurare, davvero, perché non è un documentario. Noi
tutti sanno che i documentari possono mentire. Ma questo non aveva nemmeno intenzione di essere un
documentario: sembra un film, ha le luci delle telecamere,
i cambiamenti nella posizione, la musica, gli effetti sonori, tutto. Ma il
la sensazione è essenzialmente reale, anche se le cose sono state leggermente modificate
segue le regole della finzione e della narrazione.

iW: È interessante perché penso che molte persone potrebbero avere delle difficoltà
con quella mancanza di separazione tra la tua vita reale e il film; ma tu
sembra gradire quella confusione.

Vasaio: Bene, 'mi piace' non è proprio la parola giusta. Quando ho visto questo film per la prima volta
con il pubblico e ho iniziato a ricevere commenti, e ho capito che le persone
supponendo che tutto fosse vero, sono rimasto scioccato perché l'ho sempre fatto
supponendo che ad un certo livello si sarebbero resi conto che si tratta di un gioco o di un gioco.
Ma d'altra parte, non volevo fare qualcosa a distanza,
è ironico o satirico. Questo è molto del mio cuore e forse il
l'unico modo in cui la storia poteva funzionare era attraverso la vera fragilità del
personaggi e trovano le loro lotte rispecchiate in loro. Da quel punto
di vista, sono felice della realtà che la gente vede perché significa che il
la storia sta funzionando. Dal punto di vista della confusione tra realtà
e finzione e la quantità di esposizione che questo comporta, mi sono reso conto che lo è
qualcosa che devo accettare.

iW: In che modo le diverse posizioni del film [Londra, Parigi, Buenos Aires]
effettuare la pianificazione e il finanziamento della produzione?

Vasaio: Bene, dopo 'Orlando' è stato abbastanza semplice, perché 'Orlando' è stato girato
in Russia sul mare ghiacciato di San Pietroburgo, nei deserti di
Uzbekhistan e in Inghilterra. Abbiamo girato in tre continenti nello spazio di 10
settimane, ha coperto 400 anni di storia e un cambiamento di genere. 'La lezione di tango'
era un pezzo di torta in confronto.

Christopher Sheppard (il produttore del film) ha inventato questo (multinazionale)
struttura produttiva per necessità di 'Orlando'. Abbiamo scoperto che se
dividi il rischio su sei società di produzione, ognuna è più rilassata
perché non hanno dovuto investire tutto ciò che hanno. Ottengono il tutto
film indietro per il loro territorio in cambio di aver finanziato solo un po '
un po '. E questo è un ottimo affare per loro, ma è anche un buon affare
per il regista. Perché condividono tutte le responsabilità, non lo fanno
chiedere controllo. Quindi come regista sono molto libero. E la libertà artistica è
ciò che ogni regista vuole soprattutto.

andy samberg hbo

Quindi, [avere più sedi e finanziamenti multinazionali] funziona entrambi
modi: crea mal di testa burocratici e amministrativi per il
team di produzione con leggi e valute; ma questo è creativo producendo -
trovare una soluzione e una struttura finanziaria che consenta al tuo film di essere
fatto come dovrebbe essere fatto.

iW: La mia scena preferita nel film è la sequenza di danza che si svolge
su passerelle mobili in un aeroporto. Come si è evoluta quella scena?

Vasaio: Volevo fare una scena di addii. Il film tradizionale
la posizione di una scena d'addio era anticamente le stazioni ferroviarie. C'è una sensazione
con il treno che esce dalla stazione, il momento agrodolce di
separazione. Ma volevo fare una scena romantica in quello che, in effetti, è un
posizione molto poco romantica per i saluti, con superfici dure e brillanti che hanno
stato spersonalizzato. E volevo giocare su tutte quelle scale mobili e
marciapiedi mobili. Mi sento un bambino dentro perché voglio camminare nel modo sbagliato
giù per le scale mobili e scivolare giù per le ringhiere. È come un gigante
parco giochi in cui nessuno di noi è autorizzato a giocare. Così ho portato Pablo al
luogo e abbiamo suonato lì intorno e elaborato una scena. Ma la scena
che finisce nel film è stato fatto in una ripresa alla fine del film
giornata di riprese proprio mentre la luce stava per svanire. . .

[Augusta Palmer è una scrittrice cinematografica freelance che sta lavorando anche a
dottorato in Studi sul cinema presso la New York University. La sua tesi esaminerà il film
prodotto a Taiwan negli anni '80 e '90.
]

Articoli Più

Categoria

Revisione

Caratteristiche

Notizia

Televisione

Kit Di Strumenti

Film

Festival

Recensioni

Premi

Botteghino

Interviste

Cliccabili

Elenchi

Videogiochi

Podcast

Contenuto Del Marchio

Premiazione Della Stagione Dei Premi

Camion Del Film

Influencers