'Stranger Things': perché Robin e Steve sono la parte migliore della terza stagione

Maya Hawke e Joe Keery, 'Stranger Things'

Netflix

[Nota dell'editore: quanto segue contiene spoiler dalla stagione 3 di 'Stranger Things']



Nella stagione più grossolana di 'Stranger Things' - uno pieno di orrore corporeo strabiliante e strabiliante - è appropriato che la sua scena più bella si svolga sul pavimento di un bagno. Nonostante le varie forze nemiche che terrorizzano Hawkins, due adolescenti trovano un momento di umanità che mostra come 'Stranger Things' si sia evoluto nella sua terza stagione.

Maya Hawke si unisce alle avventure di questa stagione nei panni di Robin, una ragazza intelligente con gusto artistico. Come lo scoop di Steve Harrington (Joe Keery) Ahoy! collaboratrice ed ex compagna di classe, viene trascinata in un'avventura che prevede la violazione di codici russi, l'inciampo in una tana sotterranea e persino l'interrogatorio con siero della verità.

Ma subito dopo aver vomitato la droga, Steve confessa il suo interesse per Robin. L'unico problema? Robin è gay, anche se non lo dice esplicitamente. Si scopre che la sua cotta, una ragazza di nome Tammy Thompson, aveva gradito Steve, che aveva scatenato il fascino di Robin alimentato dalla gelosia per lui. Venire fuori da Steve in realtà lega i due ancora di più mentre scherza scherzosamente il suo gusto nelle donne.

shazam il film con Sinbad

Ecco perché l'aggiunta di Robin e la costruzione della sua amicizia con Steve è uno dei momenti salienti della stagione 3:

1. I fratelli Duffer sono i migliori quando innovano

Anche se è divertente vedere come i Duffer rendono omaggio agli anni '80 e a tutte le uova di Pasqua che hanno incorporato nello spettacolo, è quando colpiscono in nuovi territori che lo spettacolo sembra fresco. Ad esempio, l'amicizia tra Steve e il giovanissimo Dustin (Gaten Matarazzo) che è iniziata la scorsa stagione è qualcosa che raramente è stato visto nei film degli anni '80. I Duffer hanno raddoppiato quell'amicizia in questa stagione, e ripaga ancora una volta in alcune scene deliziose piene di calore e umorismo.

2. Steve è meglio quanto più ottiene dalla sua persona della prima stagione

Robin aveva caratterizzato il vecchio Steve come un 'douchebag', e certamente era un idiota nella prima stagione. Ma i Duffer dissero di essere stati così affascinati da Keery che avevano riscritto Steve per riscattare il suo personaggio. Interpretare la mamma con il gruppo di nerd e mentore per capelli di Dustin è solo l'inizio. Quando abbraccia Robin per quello che è, dimostra una profondità mai vista in nessuno degli altri personaggi dello show.

I Duffer mettono anche in mostra la personalità di Matarazzo e si sono spinti nel boccone dell'inaspettato breakout della seconda stagione, Priah Ferguson, che interpreta Erica. Quei due che si sono uniti a Steve e Robin mentre si infiltrano in un laboratorio russo hanno dato nuova vita ai soliti combattimenti tra mostri per cui lo spettacolo è famoso. I cosiddetti Scoop Troopers potrebbero anche essere la squadra A dello spettacolo. Potrebbero non avere superpoteri o un fucile, ma le loro intelligenze e conversazioni riflessive hanno dato una nuova dimensione allo spettacolo.

3. La prospettiva di Robin è molto necessaria nello show

Sebbene lo spettacolo sia ambientato negli anni '80, è realizzato da e per le persone moderne. Pertanto, sarebbe disingenuo ignorare le narrazioni non raccontate di quell'epoca. I gay sono esistiti nel tempo, e sì, anche in America centrale, anche se lo spettacolo non ha raffigurato Hawkins, Indiana, come il luogo più diverso. Uscire non era un'opzione per la maggior parte delle persone, per non parlare degli adolescenti, durante quel periodo, e sarà interessante vedere se l'aspetto del suo personaggio viene esaminato di più. Per ora, è incoraggiante vedere i Duffer Brothers presentare questa storia con compassione.

Robin non è solo prezioso per essere il primo personaggio LGBTQ nello show (anche se alcuni spettatori ipotizzano che anche il personaggio di Noah Schnapp possa essere), ma uno che offre una prospettiva, un periodo diversi. Fino ad ora, lo spettacolo è stato in qualche modo mainstream, anche se in modo nerd. Quando il suo personaggio è stato presentato per la prima volta, Robin è stata descritta come la 'ragazza alternativa'. I suoi gusti da soli nei film - classici in bianco e nero e film stranieri - lasciano intravedere come non tutti adorano all'altare di Steven Spielberg, George Lucas o Madonna in gli anni '80.

Maya Hawke e Joe Keery, 'Stranger Things'

Netflix

4. Steve e Robin hanno una chimica innegabile

Sebbene essere spinti in una situazione pericolosa leghi Steve e Robin e permetta loro di rivelare il meglio di sé sotto pressione, ci accontenteremmo anche delle interazioni più banali tra di loro. Pensa a quanto sarebbe grande una giornata al negozio di video con loro che discutono dei vari film e clienti. Questo perché entrambi hanno personalità da risparmiare e una chimica complementare.

Ciò che vende davvero la relazione non sono solo le battute. La scena nel bagno dimostra che ciascuno è abbastanza a suo agio con l'altro da essere vulnerabile. C'è reciproca fiducia e ammirazione.

'È così divertente, è divertente', dice Steve, suggerendo che Robin è la ragazza che gli piace. 'Quest'estate ho riso più di quanto abbia riso da molto tempo. Ed è intelligente, molto più intelligente di me. '

uomo con un piano wiki

Non fa male che sia Keery che Hawke si stiano recitando nella scena al punto da dimenticare la loro ambientazione piuttosto grossolana. Entrambi si sentono molto naturali nelle loro esibizioni e nel loro linguaggio del corpo. Keery si è già dimostrata, e anche se alcuni spettatori non l'hanno visto, Hawke ha recitato nel più recente adattamento di PBS di “Piccole donne”, dove ha fatto il suo debutto come attrice.

5. Lo spettacolo aveva bisogno di un'altra forte amicizia platonica

Se Steve e Robin fossero finiti insieme in coppia, lo spettacolo sarebbe andato bene dato che la loro chimica sarebbe rimasta intatta. Ma non averli insieme in realtà dà allo spettacolo un'altra forte amicizia platonica che serve a creare personaggi più forti. In questa stagione, c'è stato un eccessivo affidamento sull'associazione: era un dispositivo di trama per quattro coppie. Abbastanza!

Steve è l'esempio di come è migliorato dal momento che non è più definito dal ragazzo di Nancy (Natalia Dyer). Invece, divenne un fratello maggiore surrogato e amico di Dustin. Quando Steve ha confessato i suoi sentimenti a Robin, cita come sta meglio per lui di Nancy. Solo perché lui e Robin non stanno andando ad oggi non cambia questo vantaggio. Come la serie stessa, riconosce che lei porta qualcosa di diverso e necessario. Non vediamo l'ora di vedere Steve crescere ancora di più da questa amicizia.

Inoltre, altre opportunità di appuntamenti accadranno in futuro. Forse Steve sarebbe un bravo uomo delle ali.

6. Steve e Robin fanno apparire bene le divise Scoop Ahoy

No davvero. Aspettatevi molti Scoop Troopers ad Halloween quest'anno.

Joe Keery e Maya Hawke, 'Stranger Things'

Netflix

La stagione 3 di “Stranger Things” è attualmente in streaming su Netflix.

Articoli Più

Categoria

Revisione

Caratteristiche

Notizia

Televisione

Kit Di Strumenti

Film

Festival

Recensioni

Premi

Botteghino

Interviste

Cliccabili

Elenchi

Videogiochi

Podcast

Contenuto Del Marchio

Premiazione Della Stagione Dei Premi

Camion Del Film

Influencers