Sundance Review: Keanu Reeves è la vittima del sesso frenetico nel thriller sessuale di Eli Roth 'Knock Knock'

I primi tre film di Eli Roth - 'Cabin Fever', 'Hostel' e il suo sequel - furono effettivamente inquietanti sforzi horror che operarono anche a livello di acuta satira sociale. È una scommessa difficile che molti cineasti tentano, ma pochi
accontentarsi di tale valore di intrattenimento così intatto, e forse hanno impostato il livello troppo alto. Inutile dire che i due follow-up di Roth dietro la telecamera, lo scioccante cannibale 'The Green Inferno' e ora la commedia oscura dell'invasione domestica 'Knock Knock', non riescono a raggiungere lo stesso equilibrio complicato.

endgame iron man

LEGGI TUTTO: Eli Roth per aver perso la verginità del Sundance con Keanu Reeves e le ultime novità di 'The Green Inferno'

Tuttavia, mentre 'Green Inferno' ha lottato a causa dei suoi scadenti valori di produzione e del vuoto impegno nei confronti del gore esagerato, 'Knock Knock' fornisce almeno una prestazione Keanu Reeves piacevolmente ridicola e alcune astute pugnalate al satirico colletto bianco americano. Il tono irregolare del film e i colpi di scena ridicoli non gelano mai del tutto, ma 'Knock, Knock' è così desideroso di compiacere che è difficile non rotolare con l'assurda depravazione in mostra - che è stata l'essenza del fascino di Roth fin dall'inizio.



Sebbene alcuni aspetti della sua premessa eliminino dal film sullo sfruttamento del 1977 'Death Game', gran parte di 'Knock Knock' si svolge come 'Funny Games' di un povero. Reeves interpreta Evan, un architetto affermato che gode di un'accogliente vita familiare con sua moglie e due bambini piccoli. Ma quando il resto della sua nidiata lascia la città per una vacanza di due notti, il bonario Evan rimane a casa e finisce con alcuni visitatori inaspettati nel mezzo di una tempesta punitiva: una coppia di giovani donne stranamente seducenti, Genesis e Bel (Lorenza Izzo e Ana de Armas), che affermano di aver perso la strada per una festa.

Entrando nella casa confusa di Evan, iniziano un singolare gioco di persuasione sessuale, sconfiggendo la fedeltà di Evan a sua moglie fino a quando le sue passioni prendono il sopravvento. Poi arriva la mattina e non se ne andranno, il che è l'ultimo dei suoi problemi, dato che le giovani donne avanzano un'agenda masochistica che prevede di legarlo, ricattarlo e deturpare la sua proprietà. Reeves, sottovalutato come al solito, non deve fare molto a parte reagire con uguali dosi di confusione e orrore - e questo è praticamente tutto ciò che il film gli chiede di fare.

criterio di David Lynch

La natura misteriosa della trama anarchica delle ragazze tiene abbastanza intrighi per sostenere il film attraverso alcuni dialoghi goffi e un'esposizione diseguale, ma una volta che vengono fuori le piene tendenze maniacali della coppia 'Knock Knock' soffre del tedio della sua premessa. Quando si presenta uno dei colleghi di Evan, la risposta micidiale dei suoi rapitori si manifesta con una qualità schiaffo che parla al tono lento e inefficace del film. In assenza di qualsiasi macchina fotografica di fantasia o altri dispositivi stilistici per migliorare il senso di terrore a portata di mano, 'Knock Knock' si accontenta di un approccio farsesco che semplifica gli eventi a portata di mano. Non importa quanto le cose peggiorino per il povero Evan, il film non si allontana mai dal senso che è solo una grande battuta.

Che, ovviamente, lo è. Lo stesso Reeves fornisce molta ispirazione comica mentre trascorre almeno un quarto del film legato e imbavagliato perdendo costantemente la testa. Lo stato sempre più frenetico del personaggio genera un certo umorismo nel modo in cui Reeves è diventato una sorta di battuta d'arresto che trascende i film in cui si trova. Ma 'Knock Knock' non è abbastanza intelligente da capitalizzare sulla meta natura del suo ruolo; alla fine della giornata, Reeves non fa nulla per il personaggio che un numero qualsiasi di altri attori potrebbe raggiungere. Come tutto il resto, è fondamentalmente un sostegno nella traiettoria sciocca e macabra del film. Offrendo poco in termini di profondità, 'Knock Knock' non ottiene mai il tono spaventoso e divertente dei film precedenti di Roth; invece, annega in brividi economici.

il + + giovane Kieslowski

L'unico umorismo davvero acuto nella sceneggiatura di Roth (scritto da Guillermo Amoedo e Nicolas Lopez) proviene dal ruolo dei social media nello schema delle ragazze. Un bavaglio climatico che coinvolge Facebook colpisce il segno, ma equivale anche a un payoff relativamente semplice considerando tutto ciò che lo conduce. Inoltre, c'è qualcosa di stranamente paradossale in Roth che prende in giro il semplice narcisismo della società moderna in un film che ne segue l'esempio.

Grado: C

'Knock Knock' è stato presentato in anteprima la scorsa settimana al Sundance Film Festival. Attualmente sta cercando la distribuzione negli Stati Uniti

Articoli Più

Categoria

Revisione

Caratteristiche

Notizia

Televisione

Kit Di Strumenti

Film

Festival

Recensioni

Premi

Botteghino

Interviste

Cliccabili

Elenchi

Videogiochi

Podcast

Contenuto Del Marchio

Premiazione Della Stagione Dei Premi

Camion Del Film

Influencers