Visionario del tunnel: il brutale 'irreversibile' di Gaspar Noe

Visionario del tunnel: il brutale 'irreversibile' di Gaspar Noe



di Erin Torneo

Monica Bellucci e Vincent Cassel in 'Irreversible' di Gaspar Noe

Per gentile concessione di Lions Gate Films

Emily schietta come Mary Poppins

Indossa una maglietta macchiata di caffè per cui si scusa, regista franco-argentino Gaspar Noe non è niente come ti aspetteresti dopo aver visto i suoi film viscerali, il che è probabilmente una buona cosa. Il regista morbido ma in rapida evoluzione è arrivato sulla scena cinematografica internazionale con il suo cortometraggio 'Carne' (1991), seguito dal suo primo lungometraggio, 'I Stand Alone', su un macellaio della classe operaia che potrebbe aver abusato o meno di sua figlia istituzionalizzata. Con 'Irreversibile' Noe prende spunto da Kubrick usando l'intimità di una coppia nella vita reale sullo schermo, e si rivolge alla borghesia. Nella sua opera emergente, Noe esplora l'antagonismo tra moralità e carne fin troppo mortale dei suoi protagonisti senza offrire risposte facili o, come con 'Irreversibile', una visione facile.

Stelle del tendone francese Vincent Cassel ('Leggi le mie labbra') e Monica Bellucci ('Malena') sono la coppia di Noe, che interpretano gli amanti che vivono in un elegante appartamento parigino con vista sul parco. La loro vita sta per essere capovolta. Questo film, inquietante dal punto di vista sonoro e visivo, si oscura in ordine cronologico inverso, a la “Memento” violando le nozioni convenzionali di tempo, identità di genere e persino film stesso. In un disorientante caos di impulsi guidati dal testosterone (e il lavoro della cinepresa), Cassel e il suo amico (Albert Dupontel) inseguono le grondaie e le viscere di Parigi. Cassel è deciso a vendicare lo stupro precedente e il pestaggio selvaggio di Bellucci in un passaggio sotterraneo; Dupontel sta cercando di fermarlo. Nella loro caccia al suo potenziale attaccante, un magnaccia gay chiamato 'Le Tenia' ('la tenia'); i due si ritrovano in un club S&M gay sotterraneo chiamato senza mezzi termini 'Rectum'.

La violenza grafica di 'Irreversible' e la scena dello stupro che induce a sussultare (otto minuti, non tagliati) hanno fatto notizia quando il film è stato presentato in anteprima cannes lo scorso maggio, con notizie di membri del pubblico che svenivano, vomitavano o semplicemente uscivano. Ma la polemica non dovrebbe eclissare l'impresa tecnologica che è 'Irreversibile' - meno per il concetto di narrativa inversa e più per le 12 riprese che comprendono il film. collaboratore di indieWIRE Erin Torneo si è seduto con un Noe jetlagato al Sundance Film Festival a gennaio, quando hanno parlato dei peni digitali, della grassa compiacenza del pubblico e del declino del cinema americano. Lions Gate ha rilasciato il film venerdì.

Indiewire: Nel tuo primo lungometraggio, 'I Stand Alone', c'è una riga, 'Nessun atto è reversibile'. Il macellaio di quel film appare anche all'inizio di 'Irreversibile'. Perché hai collegato i film '>

qualcosa: Penso che le persone non escano perché sono annoiate ma perché non possono accettarlo. Penso anche che faccia la differenza se lo vedi nel pomeriggio o di notte. Di solito [uscendo] succede di più di notte perché ti senti più debole di notte. Sono uscito una volta durante una scena di stupro in un film, che è venuto nel mezzo perché ho detto: 'Beh, se questo è il mezzo del film, non voglio vedere cosa succede dopo.' Suppongo che nel mio film un molte persone sospettano che la fine del mio film sarà peggiore dell'inizio perché è così che funziona il climax del film. Il fatto è che se rimangono, otterranno qualcosa che cancellerà queste prime immagini.

iW: Ho letto che avevi più finali tra cui scegliere. Come hai selezionato la versione finale?

qualcosa: Il tuo istinto è molto più luminoso delle tue cellule cerebrali. Un finale era più esplicativo, uno più emotivo. Ed era quello emotivo che aveva più senso. La fine con Monica che dorme sotto il poster di '2001' e poi tagliato al parco, si concentra davvero sulle sue proiezioni per il futuro, 'Questo è il viaggio finale'.

iW: Com'è stato il tuo processo di produzione?

Tropico odio di tuono

qualcosa: Dal momento in cui ho deciso di fare questo film, quando ho avuto l'idea per la prima volta, le riprese del film sono state di sette settimane. Le riprese sono durate dalle cinque alle sei settimane. Ho avuto un trattamento di tre pagine, che conteneva 12-13 scene del film. Per ogni scena c'erano 10-20 linee.

iW: Hai scritto la scena dello stupro nel modo in cui appare?

qualcosa: La scena dello stupro è stata che esce da questo edificio e la prostituta che sta lavorando sul marciapiede le dice di fare attenzione ai camion sul viale e Monica non può prendere un taxi, quindi le consiglia di attraversare il tunnel e lì tu fai in modo che questo magnaccia rompa un'altra prostituta e Monica dice qualcosa al riguardo. Ma non c'erano affatto dialoghi scritti. Non riuscivo a descrivere lo stupro. Viene violentata e quando l'uomo finisce, cerca di scappare e poi inizia a picchiarla e darle un calcio in faccia. È così che è stato scritto. Direi che la scena era più diretta da Monica che da me. Quando lasci che le persone improvvisino, decidono il momento. Quel pomeriggio aveva visto molti film, tipo 'Sputo sulla tua tomba' e 'Liberazione,' e quindi abbiamo appena fatto una prova meccanica, soprattutto per essere stata colpita in faccia in modo che non si facesse male. E poi l'abbiamo girato sei volte. Abbiamo girato l'intero film in ordine cronologico. Ha davvero aiutato Dupontel e Vincent a impazzire, perché prima di girare la parte della vendetta del film avrei mostrato loro la scena dello stupro.

David Harbor Hellboy

iW: Quindi il malvagio assalto verbale che ha luogo durante lo stupro è stato improvvisato?

qualcosa: Non è stato scritto, ma prima di girare una scena, avrei discusso con gli attori su cosa avrebbero detto. Molte persone che erano nel film non erano affatto attori, ad esempio i due ragazzi che affermano che 'la vendetta è un diritto umano'. Erano i ragazzi che si occupavano della sicurezza del mio film. È divertente, inizi a parlare con le persone e trovano le loro stesse parole, le loro idee. Nel caso dello stupratore (Prendo), è un campione internazionale di kickboxing, molto noto. Quando abbiamo iniziato a discutere della scena dello stupro, gli ho chiesto di dire: 'Chiamami papà'. Non so perché, ma è una cosa istintiva perché forse lo spettatore si chiede se è stato stuprato se stesso, o qualcuno nella sua famiglia, o solo perché vuole fare del male e ha pensato che avrebbe distrutto di più la sua mente dicendo questo.

iW: Ci sono molte sfumature di ruoli di genere nel film. Monica è la femmina idealizzata; Vincent, il maschio alfa o ragazzo 'duro' che prende la ragazza; Dupontel com'è il ragazzo 'sensibile', emasculato; e hai un magnaccia gay per prostitute transessuali. Puoi commentare i due stupri anali?

qualcosa: Non è stato scritto nella sceneggiatura, ma il giorno prima di girare la scena le ho chiesto se sarebbe andato bene se fosse stato suggerito che fosse stata violentata analmente invece che vaginale. Nella scena dello stupro, tra una ripresa e l'altra, la sua cerniera è chiusa e avrebbero parlato dei loro figli che erano davvero dolci l'uno con l'altro. E poi quando sono iniziate le riprese, è diventato orrore.

Quando stavamo guardando il filmato sul tavolo di montaggio ho notato che il suo pene [non era visibile] quando è uscito, quindi ho chiesto al ragazzo che faceva gli effetti speciali sul mio film - “Pensi che possiamo fare un pene digitale? 'E l'abbiamo fatto per posta, [e aggiunto] sangue. E ho dovuto mostrare a Monica di ottenere la sua approvazione. È lì nel film e molte persone pensano che abbia fatto qualcosa di veramente esplicito. Ma tutti erano d'accordo sul film e dissero: 'Rendiamolo scioccante quando deve essere scioccante e dolce quando dovrebbe essere dolce'.

iW: Sarebbe una scena orribile, non importa chi è stato scelto. Ma hai intenzionalmente scelto qualcuno così bello da rendere il pestaggio più scioccante?

recensione episodio 6 di game of thrones stagione 5

qualcosa: Riguarda più il dominio maschile e il desiderio di distruzione. Ce l'hai dentro 'Toro scatenato' e 'Fight Club.' In 'Raging Bull' hai questo ragazzo che vuole distruggere il volto di qualcuno che pensa abbia frequentato la sua ragazza. In 'Fight Club', Jared Leto si fa sfondare la faccia perché è un bel ragazzo e deve pagare per la sua bella faccia.

iW: Sei sorpreso dalla reazione al film?

qualcosa: Spesso ricevo la domanda 'Sei gay o omofobo?' [Ride] Per la cronaca, sono etero. Poiché un uomo può essere stuprato analmente, una donna può essere violentata analmente e tu sei più nella testa di Monica [la vittima] che nella testa dello stupratore, la maggior parte delle persone che escono dal teatro sono uomini. Il pubblico gay ha amato il film molto più del semplice pubblico maschile. Forse perché hanno già sperimentato il sesso anale passivo e quindi si sono sentiti femminizzati.

iW: Perché ti sei messo nel film?

qualcosa: Alcune persone mi hanno detto: 'Stai per essere accusato di essere omofobo con lo sfondo gay'. Così ho deciso di fingere di far parte del club. Volevo apparire nel film ed è stato facile tornare indietro e abbinare quegli scatti. Anche perché volevo che un attore apparisse con un'erezione e non voleva, così ho detto che l'avrei fatto. E così ho iniziato con un'erezione e mi stavo masturbando, ma poi tutto il mio equipaggio - il mio direttore della fotografia e assistente alla regia - ha iniziato a ridere e quindi non potevo avere un'erezione. È lì solo per il piacere di essere sullo schermo.

iW: Il pubblico europeo ha tradizionalmente una tolleranza più elevata nei confronti dei film 'artistici' rispetto al pubblico statunitense. Come pensi che il film sarà accolto qui?

qualcosa: Settanta cinema - 'Tassista,' 'Deliverance' - quello è stato il periodo migliore del cinema americano. Per il momento, si trasforma in film popcorn - film di fantascienza a buon mercato o film che non sono molto lontani dalla realtà, o quando la realtà è rappresentata è così umanista così sentimentale ed economico che sei disgustato, come una torta con troppo zucchero. Ma penso che il pubblico sia più maturo di quello che stanno mangiando ora.

Articoli Più

Categoria

Revisione

Caratteristiche

Notizia

Televisione

Kit Di Strumenti

Film

Festival

Recensioni

Premi

Botteghino

Interviste

Cliccabili

Elenchi

Videogiochi

Podcast

Contenuto Del Marchio

Premiazione Della Stagione Dei Premi

Camion Del Film

Influencers