Werner Herzog su 'Meeting Gorbachev': 'È un errore demonizzare la Russia' - Trailer esclusivo

Werner Herzog di fronte al Cremlino in 'Meeting Gorbachev'



The Orchard

'Meeting Gorbachev' di Werner Herzog ha debuttato con ottime recensioni ai festival Telluride e Toronto International Film lo scorso autunno, incluso David Ehrlich di IndieWire. Il film sarà distribuito da The Orchard e History Films il 3 maggio, e ora IndieWire fa il suo debutto esclusivo nel primo trailer del film, insieme al suo primo poster, e in una domanda e risposta con Herzog, che ha co-diretto il film con André Singer, lui stesso .



Sempre l'iconoclasta, elogia gli sforzi del presidente Trump di negoziare con la Corea del Nord, dicendo: 'Non sono favorevole alla demonizzazione di Trump' e, senza impegno, parla del suo 'vero piccolo ruolo' come cattivo nell'imminente Disney + Star La serie in streaming di Wars 'The Mandalorian'. In altre parole, è esattamente quello che ti aspetteresti da un regista che offre sempre l'imprevisto. Guarda il trailer qui sotto, seguito da estratti modificati dalla conversazione.



I tuoi film hanno spesso un senso di timore reverenziale nei loro confronti, ma raramente hanno soggezione per una persona in particolare. Perché Mr. Gorbachev ti impone quel livello di rispetto e ammirazione?

Ci sono ovvi motivi. Numero uno, è una figura imponente di grande dimensione storica per l'ultima parte del 20 ° secolo. Non vedo nessuno della sua statura in quel momento e di eventi politici così importanti ed eventi storici che, in un certo senso, ha innescato.

Sembra essere sottovalutato negli Stati Uniti, non diresti?

Sì, potrebbe essere. Potrebbe essere. Tuttavia, penso che quando Gorbachev è stato negli Stati Uniti per l'ultima volta ... e questo deve essere stato almeno 15 anni o giù di lì, aveva ancora un enorme seguito tra gli studenti. Mettiamola così, il suo ruolo storico è innegabilmente lì, e c'è qualcosa di straordinario in lui, ma personalmente lo amo per il suo ruolo nella riunificazione del mio paese di Germania.

E quello che avevo fatto, e in realtà sapeva che quando abbiamo avuto la nostra prima conversazione, avevo viaggiato a piedi per la Germania [in vista della caduta del muro di Berlino], seguendo sempre la linea di confine, fino in fondo le montagne, su e giù, perché la politica a quel tempo aveva praticamente rinunciato alla riunificazione della Germania e pensavo che solo la nostra cultura ci tenesse insieme: solo i poeti la terranno insieme. È stato colpito da questo fatto. E per me quando il Muro è caduto e quando la Germania si è riunita, quello è stato un momento straordinario della mia vita perché era al di là della politica. Era qualcosa di più grande della politica.

Ad un certo punto del film dici che Gorbachev è una figura tragica. Lo credi davvero?

Bene, il film non ci approfondisce, ma è tragico in modo tale che c'è un buon segmento di pubblico russo che lo vede come un traditore. E questo è veramente tragico. Ma ho notato che il clima sta cambiando rispetto a Gorbachev. I tassisti [in Russia] parlano molto più calorosamente di lui adesso rispetto a un anno e mezzo fa. Quindi il tuo senso è, sta cambiando, e ne sono molto contento.

Locandina ufficiale per 'Meeting Gorbachev' di Werner Herzog e André Singer

The Orchard

I tuoi film sono generalmente percepiti, nel modo giusto o sbagliato, come molto esistenziali e filosofici, ma raramente politici. Pensi che sia giusto '>

Questo è un film realizzato in parte con History Films, che fa parte di un canale televisivo. Cosa ne pensi dello streaming contro il dibattito sulla mostra teatrale che sta consumando il settore?

Potresti persino guardarlo sul tuo cellulare. Ma un film del genere non appartiene a questo. E il bello è che uscirà nelle sale all'inizio di maggio. Quindi non vedo davvero l'ora e alla fine verrà trasmesso in streaming. Quello verrà. Ed è bello guardare qualcosa con alcuni amici o familiari sullo schermo al plasma a casa. Niente di male al riguardo.

In questo film hai usato alcune tecniche più innovative. Quanto pensi sia importante continuare a spingere la forma del documentario?

quando saliamo trailer

Beh, penso che abbiamo degli strumenti meravigliosi, nuovi strumenti che prima non avevamo. I droni sono uno dei traguardi più fenomenali degli ultimi anni e abbiamo telecamere in cui è possibile filmare una persona di notte e persino vedere le stelle nel cielo allo stesso tempo. Quindi abbiamo telecamere di straordinaria sensibilità, e quelli sono strumenti che stanno davvero spingendo davvero le possibilità, non solo dei documentari, del cinema in generale.

Allo stesso tempo, questo è probabilmente il documentario che hai realizzato che si basa maggiormente sulle interviste a testa. Qual è stata la sfida per te per rendere quel tipo di formato davvero cinematografico?

Non c'erano alternative perché Mikhail Gorbachev è malato. In realtà non ... Mi sarebbe piaciuto camminare con lui attraverso la Piazza Rossa di Mosca, ma riesce a malapena a camminare. Sta soffrendo. Potevamo solo conversare a sedere. E ci siamo immediatamente collegati in qualche modo.

Sei rimasto in contatto con lui dalla fine del colloquio?

Sì, abbiamo effettivamente. Non ero lì, ma gli abbiamo mostrato il film e lui, contro il parere dei suoi dottori ... era su una flebo endovenosa e l'ha tirato fuori da solo, è saltato su un'ambulanza, è venuto a teatro a Mosca e ha visto il film. Ed è stato accolto da una folla con grande entusiasmo. Vide il film e disse di gran lunga il meglio che gli fosse mai stato fatto. Quindi ne sono molto orgoglioso.

Parli un bel po 'della tua esitazione all'inizio. In quel tipo di situazione, ti preoccupi mai forse di fare troppo i tuoi documentari su te stesso?

No, non c'è quasi nulla di me nel film. È solo la mia dichiarazione di apertura. Devo essere tedesco come ho detto ed era più come uno scherzo. 'Probabilmente il primo tedesco che tu abbia mai incontrato probabilmente voleva ucciderti.' Disse: 'No. No. 'E ha spiegato che è praticamente tutto ciò che sto dicendo. Non ho mai registrato le interviste. Sono davvero conversazioni. E poiché sono conversazioni - non come un giornalista in cui è un catalogo di domande - è stata una conversazione fluttuante libera in cui ero ovviamente molto preparato e potevo muovermi in qualsiasi direzione.

Sono davvero incuriosito dalla tua carriera di attore negli ultimi anni.

Sì, ho fatto un po 'di più ora. Ora questo non è più un segreto, una piccola parte, una vera piccola parte, in 'The Mandalorian', il sequel di Star Wars o come lo chiami. Mi piace farlo perché so di essere bravo sullo schermo, ma solo se devo interpretare un vero cattivo.

Ma non parliamo della mia recitazione e quant'altro. Siamo qui per Gorbachev e per l'imminente uscita del film nelle sale. È il momento giusto perché indica un momento in cui l'America e la Russia o l'Unione Sovietica si trovavano in uno scontro pericoloso e pericoloso e lo spirito di troppi uomini apparentemente incompatibili. Reagan e Gorbachev hanno creato un nuovo ordine mondiale o hanno contribuito a creare un ordine mondiale straordinario. Questo è uno dei motivi per cui sono molto contento che il film verrà mostrato a un pubblico più vasto negli Stati Uniti.

E come ho detto, mi piace e amo il tuo paese e vorrei poter far parte della creazione di un clima che potesse attirare i momenti migliori tra America e Russia.

'Meeting Gorbachev' sarà distribuito da The Orchard e History Films il 3 maggio.



justvps.com

Articoli Più

Categoria

Revisione

Caratteristiche

Notizia

Televisione

Kit Di Strumenti

Film

Festival

Recensioni

Premi

Botteghino

Interviste

Cliccabili

Elenchi

Videogiochi

Podcast

Contenuto Del Marchio

Premiazione Della Stagione Dei Premi

Camion Del Film

Influencers